Regione Toscana

Numero verde 800-012146 

seguici su:

Albi regionali del Terzo Settore

Cos’è il TERZO SETTORE

La Regione Toscana riconosce e valorizza il ruolo dell'Associazionismo, delle Cooperative sociali e dei Consorzi ed ha istituito il Registro delle APS (Associazioni di Promozioni Sociali), delle ODV (Organizzazioni di Volontariato) e l'Albo delle Cooperative Sociali, gestiti dal Comune capoluogo della sede legale dell'organizzazione.

Per le Cooperative l'iscrizione all'Albo è condizione necessaria per la stipula di convenzioni con gli Enti pubblici.

APS e ODV possono godere di benefici fiscali, finanziari e di altra natura.


A partire dal 1° gennaio 2016, a seguito della PDF iconLegge 22/2015 e seguenti, la delega regionale relativa alla gestione dei Registri e degli Albi del Terzo Settore (Associazioni di Volontariato, Associazioni di Promozione Sociale e Cooperative Sociali) è passata dalla Provincia al Comune capoluogo.

L’attività è rivolta a tutte le Associazioni e le Cooperative presenti sul territorio della provincia di Pistoia che rispondono ai requisiti delle normative nazionali e regionali in vigore. L’iscrizione, la revisione annuale delle associazioni e delle Cooperative all’Albo regionale e la loro eventuale cancellazione è effettuata presso il Comune di Pistoia.

Le domande dovranno essere presentate presso il Comune in cui l'organizzazione ha la propria sede legale. Per le organizzazioni con sede nel Comune di Pistoia presso il Palazzo Comunale - Ufficio Protocollo (ingresso da via Pacini)

PDF iconLegge Regionale 21.2016.pdf



Registro Unico Nazionale del Terzo Settore: raccomandazioni importanti per le Organizzazioni di volontariato e le Associazioni di promozione sociale interessate all'iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS).

 

La Regione Toscana, in collaborazione con i Comuni capoluogo di Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa, Pistoia, Prato, SDS Pisana su delega del Comune di Pisa e la Città metropolitana di Firenze, sta lavorando all'istituzione dell'Ufficio regionale del Registro Unico nazionale del Terzo settore (RUNTS), previsto dal codice del Terzo Settore (D.Lgs del 3 Luglio 2017, n.117 ss. mm. e ii.) e dall'art.4 del Decreto Ministeriale n.106 del 15 settembre 2020.

In particolare, in questa fase preliminare, i Comuni capoluogo territorialmente competenti e la Città metropolitana di Firenze, stanno lavorando alla trasmigrazione e conseguente implementazione dei dati dai registri regionali delle ODV (L. R. 28/93 e s. m. e i.) e APS (L. R. 42/2002) al futuro Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) nel quale dovranno confluire, per ogni associazione, il seguente set minimo di informazioni:

1.codice fiscale

2.qualifica posseduta dall'ente nel registro di provenienza

3.denominazione dell'ente

4. contatto telefonico

5. provincia e comune di ubicazione della sede legale

6.codice fiscale del Legale rappresentante

7.nome e cognome del Legale rappresentante

8.atto costitutivo o dichiarazione sostitutiva di certificazione (art.46 e 47 D.P.R. n.445 del 28 dicembre 2000)

9.statuto associativo

Affinchè le procedure di trasferimento dei dati dagli attuali Registri Regionali al futuro Registro Unico del Terzo Settore avvengano il più velocemente e ordinatamente, si raccomanda pertanto a tutte le Organizzazioni di Volontariato e a tutte le Associazioni di Promozione Sociale iscritte nei registri regionali ai sensi della l.r. 28/1993 e della l.r.42/2002 di compiere al più presto i seguenti adempimenti.

1.adeguare, se necessario, il proprio statuto alle indicazioni previste dal D. Lgs. 117/2017 e ss.mm.ii. (Codice del Terzo Settore), registrarlo presso l'Agenzia delle Entrate e trasmetterlo esclusivamente in formato PDF, nel caso in cui non si sia già provveduto, all'ufficio del comune territorialmente competente. A tal proposito si ricorda che è stato prorogato il termine al 31 maggio 2021 per l'adeguamento dello statuto in modalità semplificata.

2.attivare un indirizzo di posta elettronica certificata - PEC - (in vista dell'obbligo di comunicazione con il RUNTS esclusivamente per via telematica) e comunicarlo, se non si è già provveduto, all'ufficio del comune territorialmente competente;

 

Si rende noto, inoltre, che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in collaborazione con Infocamere, sta predisponendo tutti gli adempimenti necessari per l'attivazione della nuova piattaforma informatica del Registro Unico, che accoglierà tutte le ODV e le APS già iscritte ai registri regionali delle ODV e delle APS e intenzionate a essere riconosciute quali ETS (Enti del Terzo Settore). La piattaforma sarà indicativamente attiva a partire da aprile 2021, salvo proroghe.

Si segnala che successivamente al primo popolamento ad opera degli uffici competenti, le Associaizoni e le Organizzazioni saranno chiamate a fornire ulteriori dati sulle attività, in funzione di quanto dichiarato nello statuto.

Per poter accedere alla piattaforma Runts, quando sarà operante, gli ETS devono essere in possesso di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di livello 2 e/o CNS. Si precisa che l'accesso al RUNTS da parte delle ODV e APS iscritte nei registri regionali non è dovuta nella fase di trasmigrazione in quanto tale procedura, come già detto, sarà curata dall'Ufficio Regionale del RUNTS.

Si coglie l'occasione infine per ricordare a tutti gli interessati che se un'associazione o un'organizzazione è già iscritta ai registri regionali ed è in possesso di tutti i requisiti richiesti dal Codice del Terzo settore o ha provveduto a regolarizzare la propria posizione non è necessario che la medesima si iscriva nuovamente al RUNTS una volta che esso sarà operativo. Si raccomanda pertanto a tutti gli interessati di verificare la propria posizione prima di procedere con la richiesta di una nuova iscrizione al RUNTS.

A tal proposito, si invitano le associazioni e le organizzazioni che intendono transitare al Runts, qualora non abbiano già provveduto, a mettersi in pari, celermente, con le incombenze richieste. Si ricorda che, in caso di necessità, è possibile rivolgersi agli uffici dei Comuni capoluogo di Arezzo, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa, Pistoia Prato, SDS Pisana e la Città metropolitana di Firenze nonchè al Cesvot di cui di seguito si forniscono i contatti:

PISTOIA:      SERENA MARINO s.marino@comune.pistoia.it

                     ALBANA CULLHAJ a.cullhaj@comune.pistoia.it

Inoltre si comunica che la presentazione del BILANCIO CONSUNTIVO relativo all'esercizio precedente da parte delle ODV prevista per il mese di giugno, sarà molto probabilmente prorogata in quanto coincidente con la fase di popolamento del portale del RUNTS. Sarà premura dell'Ufficio Regionale del Runts dare comunicazione circa la data esatta di presentazione di quanto sopra.

La presente NOTA INFORMATIVA è da intendersi provvisoria in quanto potrebbero essere apportate delle modifiche in conseguenza di nuove circolari del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, si invita pertanto a consultare periodicamente la presente pagina.



  • Associazioni di promozione sociale

Sono considerate associazioni di promozione sociale le associazioni riconosciute e non riconosciute, i movimenti, i gruppi e i loro coordinamenti o federazioni costituiti al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o di terzi, senza finalità di lucro e nel pieno rispetto della libertà e dignità degli associati.

 

Requisiti per l’iscrizione:
Al momento della presentazione della domanda, sono costituite da almeno un anno con sede legale in Toscana o che abbiano almeno una sede operativa in Toscana attiva da più di un anno ed iscritte al registro nazionale delle associazioni di promozione sociale.

Iter

L’ufficio, effettuata l’istruttoria, entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, accertati i requisiti previsti dalla normativa, provvederà all'iscrizione indicando le attività per le quali l'iscrizione stessa è disposta.
Nel caso in cui non sussistano i requisiti, entro lo stesso termine, l’ufficio adotta il decreto motivato di diniego.
I provvedimenti di iscrizione sono comunicati al Presidente della Giunta regionale entro 30 giorni dalla data della loro adozione e pubblicati per estratto sul bollettino ufficiale della Regione.

 

Normativa:

PDF iconDisciplina delle associazioni di promozione sociale - Legge 7 Dicembre 2000, n.83.pdf

PDF iconLegge regionale 9 Dicembre 2002, n.42.pdf

PDF iconDisciplina delle Associaizoni di Promozione Sociale. Modifica dell'art.9 della Legge Regionale 3 ottobre 1997, n.72 (organizzazione e promozione di un sistema di diritti di cittadinanza e di pari opportunità).pdf

PDF iconRegolamento Gestione del Registro Regionale delle Ass. di promozione sociale.pdf

 

Associazioni iscritte:

PDF iconAPS iscritte - sez. A.pdf

PDF iconAPS iscritte sez. B.pdf

PDF iconAPS iscritte sez. C.pdf

 

Moduli di iscrizione:

PDF iconModulo ISCRIZIONE APS ANTE 3.8.2017.pdf

PDF iconModulo ISCRIZIONE APS POST 3.8.2017.pdf

 

Moduli di revisione:

PDF iconModulo REVISIONE APS ANTE 3.8.2017.pdf

PDF iconModulo REVISIONE APS POST 3.8.2017.pdf


 

  • Associazioni di volontariato

 

Per attività di volontariato deve intendersi quella prestata in modo personale, spontaneo e gratuito, tramite l'organizzazione di cui il volontario fa parte, senza fini di lucro anche indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà. 

 

 Requisiti per l’iscrizione:

Al momento della presentazione della domanda, sono costituite ed operanti da almeno sei mesi nel territorio regionale.


Iter

L’ufficio, entro 90 giorni dal ricevimento della domanda, accertati i requisiti previsti dalla normativa, provvederà all'iscrizione indicando le attività per le quali l'iscrizione stessa è disposta. Nel caso in cui non sussistano i requisiti, entro lo stesso termine, l’ufficio adotta il decreto motivato di diniego.
I provvedimenti di iscrizione sono comunicati al Presidente della Giunta regionale entro 30 giorni dalla data della loro adozione e pubblicati per estratto sul bollettino ufficiale della Regione.

 

Normativa:

PDF iconLegge 11 Agosto 1991, n. 266 - Legge Quadro sul volontariato.pdf

PDF iconLegge Regionale 26 Aprile 1993, n.28 - Norme relative ai rapporti delle organizzazioni di volontariato con la Regione, gli Enti Locali e gli altri Enti Pubblici. Istituzione del registro regionale delle org. del volontariato.pdf

PDF iconLegge Regionale 15 Aprile 1966, n.29 - Modifiche alla LR 26 Aprile 1993, n.28.pdf

PDF iconDecreto Legislativo 3 Luglio 2017, n.117 - Codice del Terzo Settore.pdf

PDF iconD.Lgs_. 3 agosto 2018, n. 105_G.U. 10 settembre 2018, n. 210.pdf

 

Associazioni iscritte:

PDF iconODV ISCRITTE.pdf

 

Moduli di iscrizione:

PDF iconModulo ISCRIZIONE OdV ANTE 3.8.2017.pdf

PDF iconModulo ISCRIZIONE ODV POST 3.8.2017.pdf

 

Moduli di revisione:

PDF iconModulo REVISIONE ODV ANTE 3.8.2017.pdf

PDF iconModulo REVISIONE ODV POST 03.08.2017.pdf


 

  • Cooperative sociali

 

Le cooperative sociali hanno lo scopo di perseguire l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini.

 

Requisiti per l’iscrizione:

Esse possono chiedere l'iscrizione all'Albo regionale in una delle seguenti 3 sezioni:

  • Sezione "A" per le cooperative sociali di tipo A, dopo almeno 6 mesi dalla costituzione.
  • Sezione "B" per le cooperative sociali di tipo B, che inseriscono almeno il 30% di lavoratori svantaggiati per gestire le varie attività.
  • Sezione "C" per i consorzi di cooperative sociali.

Le cooperative sociali miste (A + B) o ad oggetto plurimo sono iscritte sia nella sezione "A" che nella sezione "B".

 

Iter

L'ufficio, effettuata l'istruttoria, entro 60 giorni dal ricevimento della domanda, accertati i requisiti previsti dalla normativa, provvederà all'iscrizione indicando le attività per le quali l'iscrizione stessa è disposta.

Nel caso in cui non sussitano i requisiti, entro lo stesso termine, l'ufficio adotta il decreto motivato di diniego.

I provvedimenti di iscrizione sono comunicati al Presidente della Giunta regionale entro 30 giorni dalla data della loro adozione e pubblicati per estratto sul bollettino ufficiale della Regione.

 

Normativa:

PDF iconLegge 8 Novembre 1991, n.381 - Disciplina delle cooperative sociali.pdf

PDF iconLegge Regionale 31 Ottobre 2018, n.58 - Norme per la cooperazione sociale in Toscana.pdf

 

Cooperative sociali iscritte:

PDF iconCooperative Sociali Iscritte.pdf

 

Modulo di iscrizione:

PDF iconModulo Iscrizione Cooperative Sociali e Consorzi.pdf

 

Modulo di revisione:

PDF iconModulo Revisione Cooperative Sociali e Consorzi.pdf

 

Come fare l'iscrizione

Le associazioni e le cooperative della provincia di Pistoia devono presentare domanda al Comune in cui hanno sede legale e questo, entro 3 giorni, trasmetterà domanda e documentazione al Comune di Pistoia.

Le associazioni e le cooperative che hanno sede legale nel Comune di Pistoia devono presentare domanda:

Consegna a mano di tutta la documentazione All'Ufficio Protocollo -  Via Pacini 24, tutti i giorni 9:00/13:00

 


 

Referente:

Serena Marino - tel. 0573 371414 - s.marino@comune.pistoia.it