Mostre Sale Affrescate

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Le Sale Affrescate si trovano al piano terra del Palazzo Comunale in piazza del Duomo, 1


 

Disegni d'acqua. Acque e trasformazioni del territorio

Inaugurazione giovedì 15 novembre 2018, ore 10.30 

Com’era Pistoia 2 milioni d’anni fa – praticamente tutta un lago – e come le acque e l’ingegno umano profuso per la loro gestione e miglior utilizzo abbia formato e trasformato la città e l’intera pianura circostante fino ai giorni nostri: un viaggio nel tempo possibile grazie a Disegni d’acqua, mostra e percorso multimediale che sarà visibile fino a sabato 8 dicembre 2018.

Il progetto di ricostruzione della storia della piana pistoiese da antica area lacustre fino all’assetto idraulico e paesaggistico odierno è stato promosso, intrapreso e finanziato dal Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno, prendendo le mosse dal prestigioso riconoscimento di Capitale Italiana della Cultura assegnato a Pistoia nel 2017 ed ha visto lavorarvi un comitato organizzativo composto da personale consortile e da enti e professionalità altamente qualificate che, sotto il coordinamento di LabGeo, Dipartimento di Storia Archeologia Geografia Arte e Spettacolo (SAGAS) dell’Università degli Studi di Firenze, hanno seguito sotto i diversi aspetti la produzione di contenuti e materiali. Marca caratterizzante il progetto è stata fin da subito la capacità di coniugare l’alto valore scientifico dei contenuti e l’aspetto ampiamente comprensibile degli elaborati con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico vasto e di tutte le età, grazie soprattutto a spettacolari contenuti multimediali ed interattivi realizzati con le più avanzate tecniche di virtual landscaping.

Dopo una prima presentazione all’Università, la mostra arriva finalmente al centro della città intorno a cui ruotano le ricerche con l’obiettivo di coinvolgere le scuole e le associazioni locali e la più ampia cittadinanza interessata a ripercorre la storia e scoprire nuovi aspetti e curiosità tra la preistoria, gli etruschi e i romani, passando per il Medioevo e l’età moderna fino alle contraddizioni e problematiche idrauliche della contemporaneità.

Calendario degli eventi

15 novembre 2018
ore 10.30
 – Inaugurazione con l’Amministrazione Comunale, Presidente e Direttore del Consorzio di Bonifica e Prof.ssa Margherita Azzari del Dipartimento di Storia Archeologia Geografia Arte e Spettacolo (SAGAS) dell’Università degli Studi di Firenze
ore 17.00 – anteprima con visita guidata per gli insegnanti di ogni ordine e grado.

Orari

da venerdì 16 novembre a sabato 8 dicembre
mercoledì ore 10-13; venerdì, sabato e domenica ore 10-13/14-18

Per informazioni e prenotazione delle visite (consigliate per scuole e gruppi, anche fuori orario di apertura): info@disegnidacqua.it  – tel. 055.4625712/324.7799951/347.2195091/333.9958583.
Per tutta la durata della mostra sarà presente anche il laboratorio didattico interattivo FLUMINA a cura dell’Associazione Eta Beta Onlus.

Scopri di più

Ingresso libero.

 

 

 

Pistoia, una  città sulla linea del Fronte

Inaugurazione domenica 14 ottobre 2018, ore 17 - Sale Affrescate del Palazzo comunale

A cura dell'Associazione Linea Gotica Pistoiese Onlus

 

L’esposizione presenta al pubblico il lavoro di ricerca e documentazione dell’Associazione Linea Gotica Pistoiese Onlus, attiva dal 2013, con l’obiettivo di preservare la memoria  di quel tragico periodo storico che vide la città di Pistoia direttamente coinvolta soprattutto nel momento in cui gli occupanti, incalzati dalle truppe alleate, lasciata la relativa sicurezza della pianura,  si rifugiarono sull’Appennino dove era stata preparata l’imponente linea difensiva da tutti conosciuta come “Linea Gotica”.

La mostra, tuttavia, non guarda solo all’aspetto bellico di quel momento storico ma cerca di indagare anche i risvolti sociali, certamente meno noti, conseguenti a quei tragici e imponenti stravolgimenti.

Una mostra quindi, che grazie alla collaborazione di enti ed associazioni che hanno messo a disposizione i loro materiali e il frutto delle loro ricerche,  espone non solo numerosi reperti di scavo ma affronta anche altri temi come la questione della tutela dei beni artistici in tempo di guerra, il ruolo delle donne nel fronte interno, la propaganda realizzata sui muri, il ruolo del Corpo del Genio militare durante il conflitto e nell’immediato dopoguerra e l’impegno dedicato allo sminamento, la FEB a Pistoia, l’attività della sanità militare e il sistema delle comunicazioni militari.

L’esposizione è stata allestita con aree interattive per essere meglio fruita anche dagli studenti e prevederà la presenza di rievocatori e membri dell’associazione che potranno arricchire con i loro racconti la narrazione di quel periodo storico con particolari spesso tralasciati dalla normale divulgazione didattica. 

All’inaugurazione porteranno il loro saluto le autorità cittadine.

La mostra a cura dell’Associazione “Linea Gotica Pistoiese Onlus” è realizzata in collaborazione con il Comune di Pistoia.

Orari

Fino al 4 novembre 2018, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

Sabato e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.

Ingresso libero

 

 

 

 

 

Il Giappone in Pistoia

Inaugurazione sabato 22 settembre alle ore 17.30 - Sale Affrescate del Palazzo comunale

 

Inaugura sabato 22 settembre la mostra “Il Giappone in Pistoia”  dedicata alla figura femminile giapponese, raccontata sia attraverso le stampe Ukiyo-e  che attraverso temi come i fiori, gli abiti, la musica, le cerimonie, la cucina e il teatro. Una mostra che fa entrare nel  nostro quotidiano la cultura giapponese a ricordare e sottolineare, anche, i profondi e proficui rapporti culturali che la città di Pistoia ha costruito e mantenuto con il Giappone. Era il 1993 quando Pistoia ebbe l’onore di una visita dell’imperatore Akihito accompagnato dalla consorte Michiko, un evento che ha segnato positivamente il dialogo fra le due culture. Ma strettissimi sono stati i rapporti con il Giappone avuti da Marino Marini e, sotto il profilo musicale dall’Accademia d’Organo Giuseppe Gherardeschi che da quasi quarant’anni  continua a tessere feconde trame culturali  ospitando gli studenti giapponesi a Pistoia. Non ultima poi, l’iniziativa di Legambiente che dopo il disastro di Fukushima si attivò per accogliere alcuni bambini giapponesi colpiti da quella immane tragedia.

Un solido filo, dunque, collega da tempo Pistoia con il Giappone e per questo la mostra conferma la volontà di Pistoia di mantenere vivi questi rapporti scegliendo di dedicare l’esposizione proprio alla figura femminile giapponese colta nelle sue infinite sfaccettature e raccontata nell’arco di 250 anni: dalla fine del XVII secolo agli inizi del XX. Una mostra particolare, che presenta molte opere provenienti da collezioni private, fra xilografie, poster raffiguranti manga con donne comuni, geisha, poetesse e cortigiane, stampe a tema erotico e teatrale, kimono originali e si arricchisce con le stampe Ukiyo –e  a soggetto musicale alle quali è dedicato uno spazio particolare proprio per sottolineare l’interesse verso la musica occidentale che Pistoia, patria di due importanti famiglie di costruttori di organi, gli Agati e Tronci e di dinastie di compositori come Melani, Gherardeschi e Brunetti ha suscitato nei musicisti giapponesi  soprattutto dopo l’apertura del loro paese, periodo Meiji (1868-1912), verso l’Occidente.

La mostra, curata da Giancarlo Mariani, Elena Orlando, Ferdi Herrero Gallego e Maurizio Gori da un’idea di Alessandro Orlando presenta al suo interno anche un lavoro del fotografo Alessandro Niccolai realizzato a Fukushima dopo il disastro della centrale nucleare intitolato “Fukushima is my name…is your name”.

 

EVENTI COLLATERALI

-sabato 22 settembre, ore 20.30 - Cortile del Palazzo comunale - concerto del coro giovanile pistoiese diretto da Sandra Pinna Pintor 

-domenica 23 settembre, ore 16 - Sale Affrescate - cerimonia della vestizione del kimono a cura dell’Associazione Lailac

-mercoledì 26 settembre, ore 21 - chiesa di Sant’Ignazio di Loyola, grazie alla collaborazione di Don Umberto Pineschi, concerto dell’organista  Michito Kato

-domenica 30 settembre, ore16 - Sale Affrescate del Palazzo comunale- cerimonia del tè a cura dell’Associazione Lailac

-sabato 6 ottobre, ore 21 - Sala Maggiore del Palazzo comunale concerto dell’Orchestra Florence Symphonietta diretta da Grazia Rossi con il soprano Yuliva Tuzava

 Tutti gli eventi sono a ingresso libero

 

La mostra, realizzata in collaborazione fra il Comune di Pistoia, Legambiente Pistoia e Atelier Antiquario ha il contributo della Fondazione Banca Alta Toscana  

ORARI

fino al 7 ottobre 2018 dal lunedì al venerdì 10/13 15/18 – Sabato e festivi 10/18.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teniamoci - mostra personale di Emilia Maria Chiara Petri

Inaugurazione sabato 1 settembre alle ore 17.30 - Sale Affrescate del Palazzo comunale

A cura di Carmen Schipilliti 

Il nuovo progetto site-specific si inserisce nel percorso artistico di Emilia Maria Chiara Petri, come necessità di confrontarsi con la situazione attuale. Necessità di dare forma ad una inderogabile tensione comune, uno slancio reciproco di comprensione, proprio attraverso la rappresentazione dell’interdipendenza con gli altri che marca con un segno netto nelle grandi superfici dipinte. Corpi ma soprattutto volti che si tengono stretti. Si tengono e si lasciano andare o si tengono per non cadere. 

TENIAMOCI è inoltre il suo inconfondibile linguaggio pittorico arricchito di elementi inediti e con il quale raggiunge una particolare intensità visionaria, che si manifesta sotto forma di una ricerca della bellezza interiore che sfocia in una espressione stilistica singolare e vitale. Elementi di continuità presenti nella maggior parte dei suoi lavori sono il filo conduttore, dettagli a volte impercettibili che non ne condizionano la visione; anzi, particolarmente familiari da permetterci di godere di questo suo percorso.

L’esposizione raccoglie un nutrito corpus di opere (eseguite con tecniche diverse) di progetti artistici che Emilia Maria Chiara Petri, artista bolognese, ha presentato negli ultimi sei anni, nei diversi spazi e superfici vivendoli indagandoli e coinvolgendosi in prima persona. Sono visioni trasformate in opere d’arte che d’impatto ci faranno trattenere il fiato per qualche secondo. Le sue opere sembrano nascere da un’urgente e oscura necessità; si muovono dal di dentro comunicandoci attraverso le mutazioni dei supporti utilizzati, la capacità di trarre forza dai segni precari della società di oggi. Una spontanea ed allo stesso tempo timida capacità che ci impone di comprendere che l’arte deve essere non solo un esercizio provvisorio di conoscenza poetica destinata a durare nel tempo ma anche e soprattutto riflessione del sé.

Scrive Emiliano Mazzoncini nella sua critica “Se da una parte ed a ragion veduta, il fatto di autoritrarsi è sinonimo di un certo compiacimento di sé, insomma, di un certo narcisismo, bisogna non sottovalutare anzi evidenziare il rovescio della medaglia: il ritrarsi (nel senso di tirarsi fuori) da un’univoca lettura, da una definizione, anche dalle proprie, dai contorni netti e perentori e dagli sguardi di sfuggita; la Petri ci ripropone in modo costante il proprio volto, ma mai del tutto risolto, come se si specchiasse in una superficie fluida per richiedere a se stessa e allo spettatore uno sforzo di introspezione. La nostra identità è infatti sì dovuta alle peculiari caratteristiche personali e psicologiche ma anche definita dal rapporto che costruiamo con gli altri ed il mondo esterno.”

Il 1 settembre, alle ore 21.00 si apriranno le porte della “casa temporanea” per citare Emiliano Mazzoncini, di Emilia maria Chiara Petri, ospitata presso Post Industrial Atelier, in Corso Amendola, 3 a Pistoia.
Questo progetto stanziale per tutto il mese di settembre andrà ad affiancare ed approfondire le tematiche esplorate nell’esposizione TENIAMOCI e vedrà protagonista l’artista stessa nella realizzazione di un’opera “site-specific”, ovvero creata su misura per la residenza d’artista. La realizzazione di questa opera ad hoc vuole essere per Emilia Maria Chiara Petri un motivo di dialogo e riflessione con il tessuto artistico locale e la collettività che la ospita, in rapporto a temi cari e ricorrenti nel suo percorso artistico, l’esplorazione della propria individualità e l’incontro con l’altro, o meglio, l’indagine introspettiva alla luce - e attraverso le svariate luci - della relazione con l’altro.


Ad aprire le “danze” con il suo folk pizzicato e sognante sarà il concerto acustico di HER SKIN ovvero Sara Ammendolia. 


Programma

Diversi e contaminanti saranno gli incontri durante tutto il mese di settembre che si terranno presso Post Industrial Atelier, le Sale Affrescate del Palazzo di Giano, Fumetteria Joker e Rust Factory.

16 Settembre 2018 ore 17.00 - Sale Affrescate del Palazzo di Giano
Presentazione di “99 objects – An encyclopedia about collections” del collettivo PetriPaselli

17 Settembre 2018 ore 21.30 - Post industrial Atelier, Corso Amendola, 3, Pistoia
Live painting: an art improvvisation with TYRANNOSAURUS ROCKS

22 Settembre 2108 ore 17.00  - Fumetteria Joker, via del Can Bianco, Pistoia
Chiacchierata espressa e per nulla scartabile con LUCA GENOVESE

24 Settembre 2018 ore 21.30 - Post Industrial Atelier, Corso Amendola, 3 - Pistoia
Fuoco a Fuoco: l’amour fou nelle raccolte poetiche di Emiliano Mazzoncini e nelle note cantautoriali di Francesco Biadene

30 Settembre 2018 ore 18.00 - Rust Factory, via dei Fabbri 6/8 - Pistoia
Aperitivo con l’artista Emilia Maria Chiara Petri; il finissage

Gli incontri sono tutti ad ingresso libero. Gli eventi potranno subire cambiamenti. Per info: 335.7750742

La manifestazionee è promossa da Post Industrial Atelier, patrocinata dal Comune di Pistoia e realizzata con il sostegno di: La Degna Tana Birreria con ristorante - Vitium - Le Malebolge - Spazio Ottico - Attitude + - Rust Factory - Il Ceppo Ristorante Cocktail Lab - Ricci Pazzi - Jokercomics Pistoia - L'albero vita - Giulia Ercolina grafica freelance - Spazio Servizi - Barberia Losco

Orari della mostra "Teniamoci"

Fino al 17 settembre 2018 - tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19

Orari Residenza d'Artista di Emilia Maria Chiara Petri - a cura di Carmen Schipilliti

1 – 30 settembre 2018 - dal giovedì alla domenica dalle 17 alle 19

Post Industrial Atelier, Corso Amendola, 3 - Pistoia 

 

Emilia Maria Chiara Petri è nata e vive a Bologna

Il catalogo della mostra sarà disponibile presso le Sale Affrescate e presso Post Industrial Atelier

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALESSANDRO CIANTELLI

le stagioni della memoria

Inaugurazione sabato 28 luglio 2018, ore 17.30 - Sale Affrescate del Palazzo Comunale

 

All’interno della sua grande tradizione artistica, Pistoia vanta un Novecento ricco di straordinari talenti capaci di segnare tappe fondamentali nel lungo e complesso percorso culturale che ha scandito il secolo appena trascorso. Alcuni di questi artisti si sono imposti a livello mondiale – su tutti, Marino Marini – mentre altri, per quanto autori di opere di grande valore, non hanno di fatto mai perso di vista il perimetro delle mura. In quest’ultima schiera, si inserisce Alessandro Ciantelli con i suoi cinquant’anni di attività artistica in cui la visione creativa si è legata a doppio filo alla propria esperienza di vita.

Di origine contadina, nato in una casa colonica situata nei pressi di Giaccherino, Ciantelli ha fatto della cultura dei campi la ragione stessa del suo essere pittore, trasferendo nella propria pittura tutta la nostalgia di un mondo ormai quasi perduto, che aveva saputo rivestire di altissimi valori umani le fatiche e le incertezza quotidiane. Sviluppando un suo personalissimo percorso linguistico, Ciantelli è passato dall’evoluto figurativismo degli inizi, all’astrattismo ormai quasi consolidato di oggi.

                                                                                            

                

La mostra è a cura di Andrea Baldinotti e Maurizio Tuci

Orari: fino al 26 agosto
dal martedì al venerdì 10-12 / 17-19
sabato e domenica 10-13 / 16-18
lunedì chiuso

Ingresso libero

http://www.alessandrociantelli.it/ 

 

 

  

 

 

 

 

Dove nascono le idee. Luoghi e volti del pensiero nelle fotografie Magnum.

Inaugurazione venerdì 25 maggio 2018, ore 16.30 - Sale Affrescate del Palazzo Comunale

Questa mostra fotografica, realizzata con Magnum Photos e Contrasto, ci permette di entrare nello studio di un artista, di osservare il luogo in cui non solo le idee nascono, ma dove trovano anche i giusti strumenti per diventare tangibili. Fin dalla sua nascita, l’agenzia Magnum ha raccolto reportage sui principali intellettuali del Novecento, ritraendo così le personalità, i luoghi e i comportamenti che hanno stimolato alcune fra le idee più rilevanti della storia della nostra cultura. Nei loro scatti, i fotografi Magnum ci mostrano archivi di idee che, come polvere, si trovano depositate su tutti i libri, i mobili e gli strumenti di lavoro. Fotografare uno studio significa fermare queste idee mentre vorticano ancora nell’aria rarefatta, permettendoci così di conoscere i processi invisibili di queste menti creative. In mostra possiamo così scoprire, fra gli altri, gli studi di Francis Bacon, Constantin Brancusi, Giorgio de Chirico, Albert Einstein, Alberto Giacometti, Ernest Hemingway, Frida Kahlo, Primo Levi, Giorgio Morandi e Pablo Picasso, ritratti attraverso lo sguardo di venti fra i più importanti fotografi Magnum, tra cui Werner Bischof, René Burri, Robert Capa, Elliott Erwitt, Herbert List, Inge Morath, Paolo Pellegrin e Ferdinando Scianna.

La mostra è a cura di Giulia Cogoli e Davide Daninos

Orari: fino al 1° luglio 2018  
25 - 27 maggio 10-20
28 maggio - 1° luglio
lunedì - venerdì: 10 - 13 e 15 - 18
sabato, domenica e festivi: 10 - 18

Ingresso libero

La mostra Gli eventi sono organizzati da Giorgio Tesi Editrice e Cooperativa Pantagruel, con il patrocinio del Comune di Pistoia e Discover Pistoia

http://www.dialoghisulluomo.it/it/mostra-fotografica-2018 





Cosimo degli Alberi - alla scoperta della città dal cuore verde

Inaugurazione domenica 6 maggio 2018, ore 12 - Sale Affrescate del Palazzo Comunale
La mostra è dedicata alle illustrazioni di Michele Fabbricatore

Nell'occasione sarà presentato anche il libro “Cosimo degli Alberi” di Martina Colligiani con le illustrazioni di Michele Fabbricatore.

Orari:fino al 18 maggio
dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 14.00
il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 18.00

Ingresso libero

Gli eventi sono organizzati da Giorgio Tesi Editrice e Cooperativa Pantagruel, con il patrocinio del Comune di Pistoia e Discover Pistoia

 

 

 





Dodicesimo concorso fotografico internazionale Giuliano Carrara

Cerimonia di premiazione domenica 15 aprile 2018, ore 10.30 - Sala Maggiore del Palazzo Comunale. A seguire inaugurazione della mostra alle Sale Affrescate.

L’edizione del concorso fotografico è organizzato da Sant’Andrea S.p.a. e dall’Accademia della Chionchina con la compartecipazione del Comune di Pistoia.

Il vincitore assoluto è un fotografo italiano, Luciano Cardonati di Figline Valdarno, con quindici opere ammesse. I partecipanti all’edizione 2018 sono stati 260, di cui 96 stranieri e 191 italiani, e le opere inviate 4.043, di cui 1.919 per il tema “Libero”, 730 per il tema “Carta e Cartone”, 614 per il tema “Natura” e 780 per il tema “Viaggio”; venti i Paesi rappresentati dai partecipanti.

Il totale del ricavato delle quote d’iscrizione del concorso, verrà devoluto alla fondazione Un Raggio di Luce Onlus di Pistoia.

La mostra che espone le opere vincitrici sarà visibile fino al 1 maggio. Ingresso libero





Un’arte antica, il ramaio

Inaugurazione venerdì 23 marzo 2018, ore 16.30 - Sala Maggiore del Palazzo comunale

Interventi a cura di:  Luca Bertinotti, presidente dell’associazione '9cento, Roberto Barontini,  ISRPT, Alberto Cipriani, Società Pistoiese di Storia Patria, Aurelio Amendola, fotografo e Luca Porciani.

Nell’occasione, sarà presentato il volume “C’era una volta il ramaio”, edito dall’associazione '9cento e realizzato da Paolo Nesti, basato sulle memorie della famiglia Porciani, ultimi artigiani del settore.

In mostra saranno esposti numerosissimi manufatti, documenti e foto, oltre a una nutrita serie di utensili usati nella battitura del rame, provenienti dalla bottega che i Porciani hanno mantenuto sulla piazza della Sala fino agli anni ottanta del secolo scorso. La completezza dell’esposizione illustrerà, in ogni dettaglio, una tradizione ormai estinta e destinata purtroppo più alla storia che alla cronaca.

L’evento, a cura dell'Associazione '9cento, è realizzato in compartecipazione con il Comune di Pistoia e grazie al contributo fondamentale di Rotary Club Pistoia e Montecatini Terme, Banca Consulia, CNA Toscana Centro, SVRA, AXA, Associazione Nazionale Alpini.

La rassegna avrà luogo nelle Sale Affrescate del Palazzo Comunale e sarà visitabile fino al giorno 8 aprile 2018.

Orari: fino all'8 aprile - Lunedì chiuso (tranne Lunedì dell'Angelo)

Martedì, Giovedì e Venerdì 10/12 e 16/19

Mercoledì e Sabato 9/12 e 16/19

Domenica: 10/12 e 16/18

Sabato 31 marzo - 9/12 e 16/18

Pasqua: 15/18

Lunedì dell'Angelo: 15/18

 

 

 

 

 

 

Dal legno di Geppetto ai legni di Sigfrido Bartolini. Come nasce un libro illustrato

Inaugurazione sabato 17 febbraio 2018, ore 11.30 - Sale Affrescate del Palazzo Comunale

La mostra, a cura della Fondazione Carlo Collodi fa capire, con un totale di trecentosettantaquattro opere esposte, il processo creativo che portò alla realizzazione delle trecentonove xilografie di Sigfrido Bartolini presenti nel libro illustrato “Le avventure di Pinocchio”. 

L’esposizione ricostruisce l'evoluzione delle immagini del libro, dall'ideazione alla stampa con torchio artigiano su carta fatta a mano. Sono esposti i primi schizzi preparatori, i legni incisi, le prove di stampa dell'artista fino alle versioni finali delle illustrazioni. La creazione del libro, pubblicato nel 1983 in occasione del centenario del romanzo di Collodi, richiese a Bartolini ben dodici anni di lavoro.

Le xilografie testimoniano attraverso le immagini il mondo da cui Pinocchio ha preso origine e lo fanno mediante un meticoloso lavoro di ricerca nella memoria personale e collettiva, ispirandosi a raccolte museali e private di oggetti tipici della cultura tra Otto e Novecento.

La tecnica xilografica stessa riporta ai modi tipici dell'illustrazione letteraria al tempo di Collodi.

Sigfrido Bartolini, (Pistoia 1932 - Pistoia 2007), è stato pittore, incisore e scrittore. Nell'arco della sua carriera le sue opere sono state presentate in oltre cinquanta mostre in tutto il mondo. Le xilografie che illustrano “Le Avventure di Pinocchio” sono ritenute tra i punti più alti della sua produzione artistica. http://www.sigfridobartolini.it/ 

Orari: fino all'11 marzo - da lunedì a venerdì dalle 10 alle 14; sabato e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30. Per informazioni: 0573 371274.

Ingresso libero

 

 

 

                                                             

 

 

 



Pietro Leopoldo contro la pena di morte. Da Sacco a Vanzetti a Liu Xiaobo

Mostra di Daniele Capecchi a cura di Paolo Fabrizio Iacuzzi

Inaugurazione sabato 3 febbraio 2018, ore 17.30 - Sale Affrescate del Palazzo Comunale

La mostra si svolge grazie alla collaborazione del 62° Premio Letterario Internazionale Ceppo Pistoia con il Comune di Pistoia e con il Consiglio regionale della Toscana all’interno della Festa della Toscana 2017 e ha il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e della Banca di Pistoia nell’ambito del 62° Premio Internazionale Ceppo, che quest’anno si svolge dal 3 febbraio al 13 aprile.

Sabato 3 febbraio, alle ore 15, nella stessa sede delle Sale Affrescate la mostrà viene presentata alla stampa e alla Giuria dei Giovani Lettori del 62° Premio Ceppo (in occasione della distribuzione dei libri finalisti al Premio Ceppo Racconto) e ai blogger dell’alternanza scuola lavoro dei Licei Mantellate, Pacini e Lorenzini.

Sabato 10 febbraio dalle 16.00 alle 18.00, nel contesto del tema della mostra, si terrà una conferenza su “La pena di morte nel mondo”, con il prof. Zeffiro Ciuffoletti (docente di Storia contemporanea, Università di Firenze) e Danilo Breschi (docente di Storia delle dottrine, Università degli Studi Internazionali di Roma) a partire dal “Rapporto 2017” pubblicato dall’Associazione “Nessuno tocchi Caino”.

A partire dalla riflessione sulla pena di morte e la tortura, sarà un’occasione per sviluppare una lettura della realtà intesa come modo per interpretare la contemporaneità, che proseguirà quest’anno fino ad aprile attraverso i libri e gli incontri con i vincitori del 62° Premio Ceppo: un punto di osservazione privilegiato per riflettere sui valori dell’Europa e del mondo per tutti quanti potranno visitarla, specie i giovani, al quale il Premio Ceppo è particolarmente rivolto.

Le riflessioni che i ragazzi delle scuole secondarie di Pistoia svilupperanno saranno condivise all’interno del progetto “Il Ceppo dei lettori Selvaggi”, inauguratosi ai primi di novembre alla Biblioteca San Giorgio e che avrà la sua conclusione, sempre in Biblioteca, venerdì 13 aprile 2018.

Orari: fino all'11 febbraio - dal martedì al venerdì (ore 10.00-14.00); sabato e domenica (ore 10.00-18.00), lunedì chiuso.

Ingresso libero

http://paolofabrizioiacuzzi.it/62-ceppo-daniele-capecchi-mostra-del-premio-a-pistoia-per-la-festa-della-toscana-2017/ 

 

 

 





Pietro Bugiani. Un maestro del Novecento a Pistoia

Inaugurazione giovedì 21 dicembre 2017, ore 17.30 - Sala Maggiore del Palazzo Comunale

 

Nella fase conclusiva dell’anno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, l’Amministrazione comunale propone una mostra dedicata a Pietro Bugiani dal titolo: “Pietro Bugiani. Un Maestro del Novecento a Pistoia” che sarà inaugurata giovedì 21 dicembre alle ore 17.30 presso le Sala Maggiore del Palazzo comunale e che sarà allestita presso le Sale Affrescate dove sarà visibile fino al 7 gennaio 2018.

La mostra e il catalogo, edito da Settegiorni Editore, sono curati da Edoardo Salvi con la collaborazione di Lucia Focarelli Bugiani. Una mostra importante, che attraverso le varie sezioni in cui viene narrata e la bella e preziosa pubblicazione, vuole essere un omaggio e un riconoscimento al percorso di un artista che la critica ha riconosciuto fondamentale non solo per Pistoia. La mostra non è soltanto una monografica ma intende aprirsi anche a quegli artisti conosciuti e frequentati da Pietro Bugiani quali riferimenti connessi al suo lavoro. 

Orari: Fino al 21 gennaio 2018 

da lunedì a domenica dalle 10 alle 18

lunedì 25 dicembre e lunedì 1 gennaio 2018 dalle 16 alle 19

Ingresso libero

www.pietrobugiani.com 


     



La chiave a stella. Il lavoro industriale nel '900

Inaugurazione giovedì 23 novembre 2017, ore 17


In occasione dell’anno di Pistoia capitale italiana della cultura la FVL intende continuare a portare il proprio contributo con una serie di attività di Public History incentrate sul lavoro in fabbrica nel corso del ‘900, prendendo a prestito il titolo del romanzo di Primo Levi.

Il progetto è articolato su più versanti, che avranno come filo conduttore la storia sociale del lavoro industriale e del movimento operaio, in un ottica che coniuga le vicende pistoiesi con quelle globali, e si avvale di prestigiose collaborazioni locali e nazionali e del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

La mostra sul lavoro industriale nel '900 che sarà inaugurata giovedì 23 novembre alle ore 17 presso le Sale affrescate del Palazzo comunale rappresenta l'evento guida di tutto il progetto. L'allestimento combinerà insieme una sala dedicata agli artisti pistoiesi e il lavoro in fabbrica a cura di Maurizio Tuci, installazioni site specifc a cura di Bärbel Reinhard per le fotografie e Claudio Rosati per la parte etnografica, ed un percorso storico, corredato da utensili e macchinari, curato da Stefano Bartolini e Andrea Ottanelli.

Contemporaneamente, presso l’Atrio del Palazzo comunale, la mostra fotografica Sguardi e visioni: l'ex Breda fra passato e futuro cercherà, attraverso le opere di George Tatge, Mario Carnicelli e dell'associazione fotografica Fragment, di costruire un tracciato che unisca memoria, immaginazione, identità, funzionalità ed estetica a partire da uno spazio nevralgico e simbolico della città.

Le due mostre al palazzo comunale resteranno aperte fino al 17 dicembre, dal lunedì alla domenica con orario 10-13 e 16-18.






La città in guerra. Cittadini e profughi a Pistoia dal 1915 al 1918

Inaugurazione venerdì 20 ottobre 2017, ore 17


La Grande Guerra al fronte e lontano dal fronte, a Pistoia e nelle città occupate, nel cinema e nei diari. Fonti e documenti inediti raccontano storie di soldati, cittadini e profughi travolti da un evento storico senza precedenti, la prima guerra totale e di massa del Novecento.

La mostra è a cura dell’Associazione “Storia e città” e dall’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea e rientra nel calendario di Pistoia Capitale italiana della Cultura 2017 e nelle celebrazioni commemorative del centenario della Grande Guerra. All’inaugurazione saranno presenti il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, il sindaco di Belluno Jacopo Massaro, un rappresentante dell’amministrazione di Treviso e la direttrice dell’archivio storico del Comune di Belluno.

Orari di apertura: 20 ottobre/19 novembre 2017

Da lunedì a domenica 10/13 e 16/19

Info grandeguerrapistoia@gmail.com - tel. 348.5825275 - 340.4756616- 338.6318990

http://www.comune.pistoia.it/10603/Sara-inaugurata-il-20-ottobre-la-mostra--La-citta-in-guerra- 

 


 




Centòmini incontra Policarpo

Inaugurazione giovedì 31 agosto 2017, ore 18


Il titolo nasce da un progetto che l’Associazione Culturale “Gli Otto Venti” ha realizzato con il Liceo Artistico Policarpo Petrocchi di Pistoia dedicato all’artista Aleandro Roncarà. La mostra espone in una sala i lavori degli studenti della V°B che si sono prodigati nella rielaborazione del noto personaggio dell’artista, il Centòmini, proponendolo in diverse e originali varianti artistiche e sarà visibile il Tega, l’opera vincente del progetto.  Nelle altre sale sono presenti le opere storiche inedite dell’artista e quelle recenti realizzate con varie tecniche. E' esposta, inoltre, la sua ultima fatica realizzata per il Teatro del Silenzio in collaborazione con il Comune di Lajatico (Pisa), la Fondazione Vertical e il Teatro del Silenzio dove l’artista ha collaborato con la “Andrea Bocelli Foundation” presente alla mostra con fotografie di Haiti, paese nel quale la Fondazione sviluppa la propria attività. All’inaugurazione partecipano il sindaco del Comune di Pistoia Alessandro Tomasi e il sindaco del Comune di Lajatico, Alessio Barbafieri.

Orari di apertura: 31 agosto/10 settembre 2017 - lun-ven 10/13 e 16/19.30 – Sab-dom 10/18

Info gliottoventi@gmail.comhttp://www.aleandroroncara.it/







Il Design creativo...nasce a Pistoia

Inaugurazione sabato 5 Agosto 2017, ore 17

 

L'esposizione è curata da  Monica Baldi e Lorella Zappalorti. Si tratta di una serie di oggetti, circa trenta, creati nel 1966 da un gruppo di architetti neolaureati nell’ateneo fiorentino e attualmente esposti nei più grandi musei di arte contemporanea del mondo, quali il Maxii di Roma e il Moma di New York. Il design creativo, infatti, nasce a Pistoia mezzo secolo fa, e precisamente nel dicembre del 1966, alla galleria d’arte "Jolly 2" in via San Bartolomeo 17, con la mostra “Superarchitettura” di Superstudio e Archizoom associati.  Il manifesto coniato dal gruppo di architetti  recita: “La superarchitettura è l’architettura della superproduzione, del superconsumo, della superinduzione al consumo, del supermarket, del superman e della benzina super“. E’ proprio nel distretto industriale di Pistoia che nasce il “design creativo”, dando inizio a un nuovo modo di concepire gli spazi, sia pubblici che privati, e rivoluzionando il modo d’abitare. Architetti e designer riescono a curare il prodotto, in particolare il mobile, non solo da un punto di vista estetico ma anche funzionale. Fondamentali sono le testimonianze dei protagonisti dell’epoca, fra cui un’intervista inedita all’architetto Gilberto Corretti di Archizoom. Essi furono i divulgatori e gli estimatori di un design che rivoluzionò per sempre il gusto e portò una ventata d’innovazione in un mondo che era classico e tradizionalista nel concepire gli spazi di vita.

Orari di apertura: 5 agosto/ 27 agosto - tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 18.






 Sette stagioni, uno zaino e tanta Provvidenza

Inaugurazione mercoledì 5 Luglio, 2017






web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 15/11/2018 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!