IdS - Domande Frequenti

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

In questa sezione verranno pubblicate le domande più frequenti per risolvere alcuni casi pratici legati alla gestione dell'Imposta di Soggiorno.

Si invitano quindi tutti i gestori di strutture ricettive o ospiti a rendere davvero utile e aggiornata questa pagina inviando quesiti e richieste di chiarimenti tramite mail al nostro ufficio (imposta.soggiorno@comune.pistoia.it).

 

 

1. Soggiorni lunghi

D - Gestisco un ostello frequentato spesso da studenti per motivi di studio che soggiornano anche per lunghi periodi di tempo (anche due o tre mesi). Per quanti pernottamenti viene corrisposta l'imposta? Sempre 5 pernottamenti o magari 5 pernottamenti ogni mese?

R - L'articolo 2, comma 2 del Regolamento IdS parla di un massimo di cinque pernottamenti consecutivi, si intende per ciascun soggiorno. Quindi se un soggiorno dura anche due mesi, l'imposta da corrispondere è sempre e soltanto su 5 pernottamenti. 

 

2. Nomina del responsabile della riscossione

D - Ho già provveduto a segnalare l'inizio della mia attività ricettiva al SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive) del Comune. Devo comunque provvedere alla nomina del responsabile della riscossione ai sensi dell'art. 7 del Regolamento per la gestione dell'IdS? Anche se la mia struttura ricettiva è gestita in forma non imprenditoriale?

R - Sì, la nomina del responsabile della riscossione è comunque obbligatoria, anche per le strutture che a suo tempo hanno già presentato SCIA o altra documentazione al SUAP. Risponde all'esigenza di identificare esattamente la persona che firmerà le dichiarazioni trimestrali, il modello 21 a fine anno, e in capo al quale, insomma ricade la responsabilità della gestione dell'IdS. Pertanto deve essere presentata anche da chi gestisce strutture ricettive in forma non imprenditoriale. Il modello si trova nella sezione "Modulistica" della pagina web dedicata all'IdS sotto la voce "Registrazione del gestore" e deve essere inviato all'ufficio (anche via pec) entro il 15 settembre. E' valido anche l'invio tramite e-mail allegando però fotocopia del documento di identità di chi nomina e di chi viene nominato.

 

3. Nomina del responsabile della riscossione (2)

 D - Gestisco tre strutture ricettive nel comune di Pistoia. Per quanto riguarda la nomina del responsabile della riscossione dell’imposta (art. 7 comma 1 del Regolamento per la gestione dell’imposta), posso compilare un solo modulo o devo compilare un modulo per ciascuna struttura ricettiva?

R – Il modulo di “Registrazione del gestore”, nella sezione “Modulistica” della pagina web dedicata all’IdS, deve essere compilato “per ciascuna struttura ricettiva”.  Nel suo caso deve quindi presentare tre distinti moduli.

 

4. Quietanza del versamento

D - Volevo sapere se al momento della riscossione dell'IdS, devo emettere una ricevuta fiscale/fattura per l'importo riscosso oppure è sufficiente una generica quietanza di pagamento?

R - Una generica quietanza/ricevuta nominativa, es. un semplice bollettino su carta intestata (anche con un timbro), è sufficiente; anche perché l'imposta è sempre esente IVA. Nel caso invece venga usato la stessa ricevuta/fattura già utilizzata per il pagamento del soggiorno, è importante che la ricevuta specifichi le due voci (quella del soggiorno e quella dell'imposta) separatamente.

 

5. Dichiarazioni trimestrali e versamenti per più strutture

D - Gestisco due strutture ricettive nel Comune di Pistoia. Per quanto riguarda la presentazione della dichiarazione trimestrale (art. 7 c. 5 del Regolamento) e il versamento al comune dell'imposta riscossa (art. 6), posso gestire il tutto con un'unica dichiarazione ed un unico versamento?

R - No. Così come per la nomina del responsabile della riscossione (una per ciascuna struttura), anche le dichiarazioni trimestrali e i versamenti devono essere effettuati "per struttura". E' importante, ai fini di una buona tenuta della contabilità, procedere tenendo separate le diverse strutture ricettive, anche in presenza di un unico responsabile della riscossione.

Solo nel Conto della gestione dell'Agente Contabile (mod. 21) è possibile compilare un unico modulo per tutte le strutture gestite, come si può vedere negli esempi riportati nella sezione "Modulistica".

6. Pernottamenti ripetuti

D - Come si calcola l'imposta per i clienti che fanno ripetuti pernottamenti durante lo stesso mese? Ad es. 3 notti durante la prima settimana del mese, 3 notti la seconda settimana e 2 notti la terza settimana. Paga solo sui primi 5 pernottamenti? E questa norma si applica anche in caso di pernottamenti effettuati in strutture diverse?

R - A norma dell'art. 2 del nostro Regolamento, in caso di pernottamenti ripetuti ma non continuativi effettuati durante lo stesso mese, l'imposta si applica comunque soltanto ai primi 5 pernottamenti. Dunque nell'esempio posto sulle 3 notti della prima settimana + altre 2 notti della seconda settimana. La regola vale anche nel caso di pernottamenti effettuati in diverse strutture, naturalmente dietro presentazione di una ricevuta che attesti la già avvenuta corresponsione dell'imposta per i pernottamenti precedenti. Qualora nel mese successivo si dovessero verificare ulteriori ripetuti soggiorni, vale la stessa regola e l'imposta verrà calcolata nuovamente fino a un massimo di 5 giorni nell'arco del mese.

 

7. Esenzione residenti nel comune


D - Leggo nel Regolamento per la gestione dell'IdS che i residenti nel Comune di Pistoia sono esenti dall'imposta ma non trovo questa tipologia di esenzione nella modulistica che dovrebbe elencare tutte le esenzioni. Occorre un modulo diverso? E dove posso trovarlo?

R - Nessun modulo per l'esenzione a favore dei residenti nel Comune di Pistoia. Si tratta di un'esenzione in qualche modo "dovuta", così come quella per le persone ospitate dal Comune di Pistoia nelle strutture ricettive per motivi di emergenza sociale. Queste esenzioni figurano nell'art. 3 del Regolamento e sono tenute distinte da quelle più "discrezionali" che il Comune ha stabilito e poi raccolto nell'art. 5 dello stesso Regolamento. Solo per queste ultime è necessario il ricorso alla modulistica scaricabile dal sito istituzionale.

 

8. La dichiarazione di rifiuto del pagamento dell'imposta

D - Un ospite si è rifiutato di versare l'IdS. Ha però regolarmente compilato l'apposito modulo. Cosa devo farne? Ne invio una copia al Comune o lo tengo nel nostro archivio a disposizione per eventuali futuri controlli?

R - A norma dell’art. 7 c. 8 del Regolamento per la gestione dell’IdS, la dichiarazione di rifiuto del versamento da parte del soggiornante, (oppure, qualora si fosse verificato il caso, la dichiarazione compilata dallo stesso gestore), di cui al c. 4 dello stesso articolo, deve essere inviata al Servizio Entrate unitamente alla Dichiarazione trimestrale compilata ai fini del versamento dell’imposta al Comune. Ciò al fine, sia di consentire il controllo contabile del versamento dell’imposta, sia di dar modo all’Ufficio di procedere al recupero dell’imposta evasa e di irrogare le dovute sanzioni amministrative.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 07/01/2019 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!