Disinfestazione venerdý notte intorno a viale Matteotti dopo un caso, giÓ risolto, di Zyka

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Si svolgerà nella notte tra venerdì 26 e sabato 27 agosto, a ridosso nella zona del viale Matteotti di Pistoia, l'intervento di disinfestazione previsto a seguito di un caso di virus Zika - trasmesso da zanzare del genere Aedes, la cosiddetta zanzara tigre - manifestatosi in una persona proveniente dall’estero e che attualmente soggiorna a Pistoia, già risolto positivamente dopo trattamento ospedaliero.

L'area interessata comprende le vie degli Armeni, Caduti del lavoro (numeri civici pari dal n.2 all'8), via della Concordia (civici n. 1 e 3), Carlo Goldoni (civici pari), dei Macelli (civici dispari da n. 13 al 31), Matteotti (civici dispari dal n. 9 al 19), delle Olimpiadi (2 A), degli Orti (civici dispari dal n.11 al 15; civici pari dal n. 24 al 28), della Quiete (civici pari da n. 2 all'8), Cosimo Trinci (civici pari dal n. 2 al 22; civici dispari dal n. 3 al 17).

L’intervento sarà eseguito da addetti alla disinfestazione già individuati dal Comune di Pistoia e verrà preceduto da comunicazioni mirate in tutta la zona interessata, anche attraverso l’affissione di volantini. A seguito dell'intervento, il Giardino Volante rimarrà chiuso nella giornata di sabato 27 e riaprirà con l'orario consueto il 28 agosto.

L’Ausl ricorda che la malattia non è pericolosa per l’adulto e si manifesta di solito con sintomi lievi: febbre, dolori ossei e muscolari, manifestazioni cutanee che ricordano quelle da morbillo, a volte accompagnate da prurito e da congiuntivite. Si posso però avere conseguenze gravi, sia sulla madre che sul nascituro, nel caso l’infezione sia contratta in gravidanza.
L’infezione si può trasmettere principalmente tramite la puntura di zanzare infette, per via trans- placentare o al momento del parto, oppure in caso di rapporti sessuali con partner maschile infetto. Finora tutti i cittadini italiani che hanno contratto il virus Zika si sono infettati durante un viaggio all’estero, si tratta quindi di casi di malattia importati e non di infezioni causate dalla presenza in loco della zanzara.

Secondo le indicazioni fornite dal Ministero della Salute nella circolare del 16 giugno scorso, l’Azienda sanitaria e, per quanto di competenza, il Comune di Pistoia si sono attivati per organizzare tempestivamente i trattamenti nei luoghi di pertinenza residenziale e in tutte le aree a verde sia pubbliche che private, situate nei pressi della residenza della persona che aveva contratto il virus.

Con ordinanza sindacale si dispone che, per effettuare i trattamenti, venga concesso agli addetti alla disinfestazione l’accesso alle aree aperte di tutti gli edifici - pubblici e privati - compresi nel raggio di 200 metri dall’abitazione della persona che aveva contratto il virus; si dispone, inoltre, che vengano rimossi - da parte dei proprietari - tutti i focolai larvali presenti nelle aree interessate dal provvedimento. Tra le misure di precauzione, la chiusura delle finestre e la sospensione del funzionamento degli impianti di ricambio dell’aria durante il trattamento, previsto nelle ore notturne tra venerdì e sabato.

Inoltre, durante la disinfestazione, dovranno essere tenuti al chiuso gli animali domestici e dovranno essere protetti con teli di plastica i loro ricoveri all’aperto e le suppellettili, come ciotole e abbeveratoi. Anche la frutta e la verdura degli orti deve essere protetta in modo ermetico.

Ulteriori precauzioni da seguire. Per consumare frutta e verdura irrorate sarà necessario aspettare alcuni giorni (dopo 10 giorni non risultano residui sulle piante); dovranno poi essere lavate abbondantemente e la frutta dovrà essere sbucciata. Mobili e giochi per bambini rimasti all’esterno ed esposti al trattamento dovranno essere puliti utilizzando guanti lavabili o a perdere. In caso di contatto accidentale con il prodotto insetticida, lavare abbondantemente la parte del corpo interessata con acqua e sapone.

Indicazioni e norme di prevenzione utili ad evitare e/o rimuovere focolai larvali di zanzare tigre e a proteggersi comunque dalle relative punture possono essere reperite nello specifico vademecum disponibile sul sito internet del Comune di Pistoia all’indirizzo http://www.comune.pistoia.it/8340 o sul sito internet del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/portale/documentazione/p6_2_5_1.jsp?lingua=italiano&id=156

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Comando dalla Polizia Municipale chiamando il numero 0573 22022 oppure PistoiaInforma al numero verde 800 012146.

Per eventuali necessità di informazioni di carattere sanitario è possibile contattare la Azienda USL Toscana Centro-Dipartimento della Prevenzione (0573 352754), dalle ore 9 alle 12.30.

Scarica l'ordinanza del sindaco





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 26/08/2016 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!