Sospensione dell‘attivitŕ del forno crematorio per manutenzione

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email


Da lunedì 15 febbraio l’impianto di cremazione situato all'interno del cimitero principale in via dei Campisanti sospende la sua attività per consentire le operazioni di manutenzione programmate da Socrem. La ripresa dell'attività è prevista per il 3 o 4 marzo, a seguito di un intervento finalizzato al buon funzionamento dell'impianto e che consiste nella completa demolizione del forno e successiva ricostruzione. Si tratta di un'operazione che viene normalmente consigliata dopo che sono state eseguite almeno 5mila cremazioni. Tali lavori, disposti a seguito di una verifica dello stato attuale dell'impianto, sono finanziati dalla società per le cremazioni di Pistoia.

A Pistoia le cremazioni verranno assicurate fino a metà febbraio, dopodiché saranno interrotte per due settimane. Coloro che intendono avvalersi di tale procedura dovranno rivolgersi ad altri impianti attivi. In Toscana sono presenti forni crematori ad Arezzo (presso il cimitero Urbano), Bagno a Ripoli (presso il cimitero di San Piero a Ema), Firenze (presso il cimitero Trespiano), Livorno (presso il cimitero La Cigna), Massa (presso il cimitero Mirteto), Pisa (in via Pietrasantina 36) e Siena (presso il cimitero Laterino).

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi ai servizi cimiteriali in via dei Macelli 9, aperti dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, telefono 0573.371598 – 371633. La sezione pistoiese di Socrem può essere contatta all'ufficio di via Verdi 38, telefono 0573.29799, dal lunedì al venerdì con orario 9.30-12; all'ufficio di via dei Campisanti 2 (all'interno cimitero comunale principale), telefono 0573.450605 , dal lunedì al venerdì con orario 9.30-12 e 15.30-17.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 09/02/2016 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!