Neve e ghiaccio. Pronto il piano del Comune

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

E' pronto il piano operativo del Comune per affrontare l’emergenza neve, piano che scatterà in caso di necessità qualora dovesse nevicare o si formassero sulle strade di tutto il territorio comunale lastre di ghiaccio. Intanto nei giorni scorsi le ditte incaricate dal Comune hanno iniziato i lavori per lo spargimento di sale e la spalatura della neve nelle zone montane del territorio comunale(Orsigna, Pracchia, Le Piastre e Passo della Collina).

Viste anche le previsioni meteo dei prossimi giorni che prevedono un forte abbassamento delle temperature, il Comune ha affidato la ripulitura delle strade principali sul territorio comunale - collinare e montano - a aziende specializzate in questo tipo di intervento. Sarà invece il cantiere comunale a occuparsi della ripulitura della neve in città, nelle frazioni e nelle zone pedecollinari. Proprio per questo motivo al cantiere comunale è presente una scorta di 1800 quintali di sale naturale (salgemma), sufficiente per tutto l’inverno. Nei giorni scorsi il sale è stato consegnato anche alle pro loco delle zone collinari e montane affinché possano usufruirne in caso di necessità, in aggiunta al servizio di spargimento di sale su tutte le strade garantito dal Comune. Recentemente ne sono stati recapitati altri 50 quintali a Pracchia e Orsigna.

Sono quattordici le aziende già pronte a intervenire tempestivamente sul territorio in caso di emergenza. Ognuna dovrà occuparsi di una zona specifica e garantire il servizio di spalatura neve e spargimento di sale. La spesa complessiva per l'affidamento degli interventi è di 42mila euro.

Ecco i nomi delle aziende e la zona di competenza dei lavori.

La ditta Bellavalle legno si occuperà di via Vecchia Porrettana e via per Badia a Taona, delle strade per Pracchia e Lagoni, dell’abitato di Spedaletto e di tutte le aree limitrofe.

La società Dueci ha il compito di intervenire in via Pian di Giuliano, a Sammommè , Casa Marconi, Il Casone, nella strada panoramica verso Vivaio, a Le Piastre, sulla strada per Bionzana, a Le Pratole, in via del Sasso e in tutte le aree limitrofe.

L’impresa Paolo Macchia opererà a Castagno e Le Lame, in via Ciricea, alle stazioni di Piteccio e Castagno, a Prataccio e in tutte le zone limitrofe.

La società Giovannetti si occuperà di Saturnana, Le Grazie, via Case Geri, Piestro, Lizzanello, via di Lastricci, Villa di Saturnana, Villa di Cireglio, della strada che porta all’abitato di Campugnana, di via di Igno e di tutte le zone limitrofe.

La ditta Levanti Gianluca agirà a Piteccio, Fabbiana, via del Casone, Il Ferretti, Villa di Piteccio, nella strada che collega Piteccio alla stazione di Sammommè, in via di Igno e nelle aree limitrofe.

L’azienda agricola Il bello interverrà a Cireglio, via del Sasso, Castello di Cireglio, Le Pratole, Stazzana, via Lastricci, via di Ciriceto, la piazza e il parcheggio di Borghetto.

La ditta Sabatini Mauro opererà a Orsigna.L’azienda Fratelli Evangelisti agirà a Pracchia, Pontepetri e nelle aree limitrofe.

L’impresa Petrelli Carlo si occuperà di via di Cucciano e Marciana, via di Campiglio, via di Stazzana e Pupigliana, Gello, Sarripoli, Paladina, Casa del Maresciallo, Valdibrana, Legno Rosso, Uzzo, Corbezzi, Le Nove, Le Novine, Capostrada, Ponte Calcaiola, via Vecchia Montanina e tutte le aree limitrofe.

In caso di precipitazioni particolarmente abbondanti, la ditta Bargiacchi Alberto potrà intervenire a supporto degli operatori del cantiere comunale per spalare la neve nel centro città, nelle zone di San Vito, Arcigliano, Fabbrica, La Fallita, Valle del Vincio, Ponte Europa e in tutte le strade limitrofe.

L’impresa Fattorini Vincenzo si occuperà delle stazioni ferroviarie di Sammommè e Castagno oltre alle strade limitrofe.

La pro loco Alta valle del Reno spalerà manualmente l’area di Le Piastre.

L’U.s. Casa Marconi spalerà manualmente Casa Cioni, Cassarese, Casa Marconi, Il Casone e le aree circostanti.

La pro loco Pieve di Brandeglio spalerà manualmente Cireglio e le strade limitrofe.

I criteri di individuazione delle ditte riguardano il possesso di attrezzature adeguate, la collocazione della sede in prossimità delle aree in questione, una conoscenza del territorio approfondita da garantire l’esecuzione del lavoro in modo professionale e in tempi rapidi.

Nel piano operativo per l'emergenza neve del Comune sono previsti cinque livelli di intervento.

Primo livello (deboli nevicate sotto i 5 centimetri). Prevede lo spargimento di sale nelle strade cittadine in pendenza e in quelle collinari e montane, una viabilità intercomunale strategica per i servizi pubblici, l’accesso a scuole ed edifici pubblici.

Secondo livello (neve tra 5 e 10 centimetri). Sulle strade cittadine, collinari e montane, nonché sulla viabilità intercomunale strategica, oltre allo spargimento di sale sono previste la rimozione e la pulizia manuale della neve, la salatura degli accessi agli edifici pubblici comunali e delle fermate del trasporto scolastico.

Terzo livello (nevicate con accumulo tra 10 e 30 centimetri). Il numero dei mezzi per la rimozione della neve aumenta e si interviene anche su parcheggi e uffici pubblici, sulle scuole e sulla stazione ferroviaria. Oltre alle fermate del servizio di trasporto pubblico locale, si puliscono le aree per la raccolta dei rifiuti e vengono monitorate le alberature.

Quarto livello (neve oltre i 30 centimetri). Si attiva la sala della Protezione civile provinciale. Vengono potenziati gli interventi previsti nei precedenti livelli e si opera in stretto collegamento tra le varie amministrazioni pubbliche locali e statali. Si utilizzano mezzi con pala gommata e si rimuovono neve e ghiaccio da strade, parcheggi pubblici, edifici pubblici.

Quinto livello (fase finale dell’emergenza). A conclusione degli eventi nevosi, si completano le operazioni di rimozione della neve su viabilità, parcheggi, piazze, piste ciclabili e marciapiedi.

Oltre a precauzioni (dalla dotazione di pneumatici da neve o catene alla necessaria scorta di sale) e consigli generali (limitare gli spostamenti e utilizzare preferibilmente i mezzi pubblici), le norme di comportamento prevedono una serie di obblighi per quanti abitano di fronte ad una strada pubblica. In questo caso i cittadini sono tenuti a rimuovere la neve dai marciapiedi, a pulire la cunetta stradale e liberare le eventuali caditoie e tombini, nonché a rimuovere la neve dalle tettoie che sporgono sulla strada. Dovranno spargere il sale sulle aree sgombrate, nel caso di temperature particolarmente basse; aprire varchi in corrispondenza di attraversamenti pedonali e incroci stradali sul fronte dello stabile; abbattere eventuali lame di neve che pendano dai cornicioni; rimuovere le auto parcheggiate a filo strada, in modo da consentire la pulizia delle stesse.

Per sapere cosa fare in caso di emergenza e conoscere le procedure con le quali il Comune di Pistoia gestisce le situazioni di allerta, è possibile consultare il piano di protezione civile comunale e i consigli di comportamento a questa pagina del sito.

Gli sviluppi delle condizioni meteo sono disponibili in tempo reale sul sito www.procivpas.it





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 18/01/2016 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!