Firmato il Patto per Pistoia sicura

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Sicurezza e contrasto al degrado urbano; controllo del territorio; immigrazione e integrazione; lotta all’abusivismo commerciale, alle frodi, al lavoro nero e irregolare; sicurezza stradale, contrasto all’abuso di alcool e al consumo di sostanze stupefacenti; lotta al disagio giovanile e alla violenza; monitoraggio degli esercizi pubblici; maggiori controlli relativi alle manifestazioni sportive, al Pistoia Blues festival e agli eventi estivi: sono questi gli obiettivi principali del Patto per la sicurezza e il decoro urbano firmato martedì 15 dicembre dal sindaco e dal prefetto di Pistoia.

La qualità della vita e la sicurezza urbana rappresentano un diritto dei cittadini, che deve essere garantito attraverso l’azione coordinata e congiunta di più livelli di governo: attraverso l’impegno congiunto di Comune e Prefettura sarà possibile attenuare la sensazione di insicurezza dei cittadini, prevenendo e contrastando quei disagi legati a forme di degrado sociale, ambientale e urbano o a comportamenti che ostacolano la convivenza civile.

Il Patto, che ha una durata biennale, comporterà la costituzione di una cabina di regia coordinata dalla Prefettura, a cui parteciperanno Comune di Pistoia, forze dell’ordine e Polizia Municipale, per verificare, con cadenza almeno semestrale, lo stato delle iniziative e degli impegni assunti, la programmazione degli interventi, la verifica congiunta, almeno una volta all’anno, dello stato di sicurezza del territorio comunale.

Al fine di massimizzare l’integrazione tra i servizi, l’Amministrazione comunale potrà procedere al riordino dei turni della Polizia Municipale per rafforzarne il presidio durante il giorno, mentre il prefetto consoliderà la presenza delle forze dell’ordine durante la notte.

In Prefettura sarà inoltre istituito un Tavolo tecnico interistituzionale, con funzioni propositive e consultive, presieduto dal prefetto e a cui parteciperanno funzionari e ufficiali designati dalla Questura, dai comandi provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato e dalla Polizia Municipale. Questo avrà il compito di supportare le decisioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica – che è la sede per la definizione delle politiche di sicurezza - e favorire incontri con associazioni di categoria, sindacati, enti pubblici e locali, cogliendo le aspettative dei cittadini sui vari settori di intervento.

Saranno attivate forme telematiche di comunicazione e raccolta di richieste da parte dei cittadini, e sul sito del Comune di Pistoia sarà istituito un forum permanente in materia di sicurezza.

Sicurezza e contrasto al degrado urbano. Il Patto siglato dal sindaco e dal prefetto prevede un monitoraggio costante delle aree urbane, realizzando interventi coordinati per prevenire e contrastare quelle situazioni che possano incidere negativamente sulla sicurezza pubblica e urbana e sulla percezione di insicurezza dei cittadini. Gli interventi delle forze dell’ordine e della Polizia Municipale saranno incrementati soprattutto nelle aree più a rischio per attività di spaccio di sostanze stupefacenti, abuso di alcool, prostituzione, disagio giovanile e abusivismo.

L’attenzione al decoro urbano sarà rafforzata attraverso controlli più severi contro i reati ambientali e gli atti vandalici ricorrendo, quando necessario, ad azioni congiunte. Nel centro storico, in particolare, l’occupazione del suolo pubblico sarà regolamentata in modo più attento ed efficace, per favorire la piena circolazione, anche pedonale, e prevenendo emissioni sonore eccedenti i limiti di legge, soprattutto durante la notte.

Controllo del territorio. Verrà definito un piano coordinato mirato a rafforzare il rapporto e la comunicazione tra forze dell’ordine, Polizia Municipale e cittadini comunitari ed extracomunitari, anche con il proposito di scoraggiare episodi di intolleranza e discriminazione.

Nel centro storico sarà potenziata la vigilanza grazie al coordinamento tra forze dell’ordine e Polizia Municipale, incrementando la copertura del territorio, lo scambio di informazioni e l’integrazione operativa.

Gli atti vandalici saranno contrastati in ogni modo e in particolare nei parchi, nelle aree a verde, negli edifici scolastici, nelle zone periferiche e in quelle turistiche o commerciali, con la possibilità di coinvolgere a tal fine anche associazioni di volontariato, comitati paesani, circoli e pro-loco.

Idonee iniziative saranno rivolte, in occasione delle manifestazioni sportive, a prevenire situazioni critiche nelle quali possano verificarsi episodi di violenza.

Immigrazione e integrazione. Le attività e competenze dell’Amministrazione comunale, in particolare dell’assessorato alle politiche sociali e allo sviluppo economico, saranno coordinate con quelle del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione. Gli interventi favoriranno l’integrazione dello straniero munito di permesso di soggiorno, promuoveranno politiche per la semplificazione delle pratiche amministrative relative alla presenza, al lavoro, alla salute e alla casa, forniranno assistenza, contrasteranno l’abbandono scolastico, lo sfruttamento e la discriminazione di donne e minori, garantiranno il corretto rilascio dei certificati di nuova residenza.

Saranno segnalate eventuali irregolarità degli stranieri oggetto di procedimenti amministrativi o penali avviati dalla Polizia Municipale in materia di commercio abusivo e contraffazione.

Verranno individuati programmi volti alla comprensione di bisogni specifici e all’attivazione di collaborazioni, coinvolgendo categorie economiche, sindacati, comitati cittadini, associazioni, rappresentanti di comunità di immigrati, di enti e istituzioni. Saranno promosse ed incentivate le attività per l’individuazione di stranieri irregolari.

Abusivismo commerciale e frodi, lavoro nero e irregolare. Saranno predisposti progetti condivisi di contrasto all’abusivismo commerciale e alla vendita o distribuzione di prodotti contraffatti, tutelando la sicurezza alimentare e l’antisofisticazione.

Nel centro storico dovranno essere stimolati e sempre garantiti gli interventi per il controllo del mercato ambulante, a garanzia del commercio sano e regolare. In occasione del mercato bisettimanale, di eventi o manifestazioni straordinarie e durante il periodo estivo, particolari servizi di vigilanza saranno dedicati al contrasto della vendita di prodotti contraffatti e del commercio abusivo. Gli interventi della Polizia Municipale legati all’abusivismo commerciale saranno sostenuti dalle forze dell’ordine e soprattutto dalla Guardia di Finanza.

La diffusione delle notizie relative a fenomeni di lavoro nero e irregolare consentiranno al Tavolo tecnico l’esame della situazione e la proposta di iniziative mirate.

Sicurezza stradale e contrasto all’abuso di alcool e al consumo di sostanze stupefacenti. Il Patto si concentra anche nella individuazione di specifiche attività volte al contrasto all’abuso di alcolici e al consumo di sostanze stupefacenti, soprattutto da parte dei giovani, e per ridurre il numero degli incidenti e delle vittime della strada. Rispetto alla sicurezza stradale, i controlli saranno intensificati, in special modo nelle ore in cui statisticamente si verificano più incidenti, e verranno inoltre attivati strumenti di contrasto come autovelox, dissuasori di velocità, tele-laser, semafori e telecamere di videosorveglianza.

Disagio giovanile e violenza verso le “fasce deboli”. L’integrazione delle politiche e delle attività si concretizzerà anche nello scambio di informazioni sulla diffusione delle sostanze alcoliche e psicotrope e in un più stretto rapporto tra le associazioni, le comunità interessate, la Prefettura e il Comune.

La sensibilizzazione sul tema e la vigilanza sulle tossicodipendenze e sull’alcolismo saranno rafforzate con iniziative di prevenzione nelle scuole e nei luoghi più frequentati dai giovani.

Una adeguata educazione alla legalità, in accordo con gli organi studenteschi, le famiglie e l’ufficio scolastico regionale, è ritenuta infatti centrale per la prevenzione della devianza giovanile.

Verranno individuati gli strumenti adeguati per contrastare il fenomeno del bullismo e per aiutare le vittime, combattere la violenza di genere e le molestie sessuali, stabilire percorsi di recupero e reinserimento sociale dei minori responsabili di reati o devianza.

Esercizi pubblici. Il Patto prevede inoltre un monitoraggio continuo degli esercizi pubblici, soprattutto quando questi rappresentano luoghi di aggregazione tali da costituire un potenziale fattore di disturbo – anche fino a tarda notte - per i residenti o da pregiudicare la sicurezza urbana.

La Polizia Municipale comunicherà alle altre forze dell’ordine gli eventuali provvedimenti adottati e verrà mantenuto un rapporto costante con le categorie economiche interessate, mentre le forze dell’ordine comunicheranno al Tavolo tecnico le variazioni meritevoli di attenzione.

Estate a Pistoia. Comune di Pistoia e Prefettura concorderanno le iniziative che avranno luogo durante il periodo estivo. In vista del Pistoia Blues festival saranno pattuite forme di controllo, anche congiunto, dell’area della Sala e della zona compresa entro la prima cerchia di mura, allo scopo di contrastare la vendita e la somministrazione abusiva di alcool, lo spaccio di sostanze stupefacenti e la commercializzazione di prodotti contraffatti.

Formazione. Mirate attività congiunte, come seminari e tavole rotonde, tra le forze dell’ordine e la  Polizia Municipale, concordate tra prefetto e sindaco, serviranno a migliorare la professionalità degli operatori. Riguarderanno soprattutto l’interconnessione delle sale operative, l’utilizzo della videosorveglianza, nuove fenomenologie criminali, comunicazione e diffusione della cultura della legalità, modalità di raccolta dei dati, disciplina dell’immigrazione, sicurezza sul lavoro, controllo degli esercizi pubblici, problematiche minorili. È in programma anche la standardizzazione delle forme di comunicazione, della modulistica, delle procedure e dei mezzi a disposizione.

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 16/12/2015 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!