Presentato il nuovo assessore, Giuliano Palagi

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Stamattina il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli ha firmato il decreto di nomina del nuovo assessore della giunta comunale pistoiese Giuliano Palagi e di redistribuzione delle deleghe assessorili.

Torna così a cinque la giunta comunale, nella forma che era fin dall’inizio stata individuata dal sindaco come la più corrispondente agli obiettivi previsti nel progetto di governo.

Giuliano Palagi è uomo di altissima competenza e preparazione tecnica,per le sue numerose esperienze professionali e manageriali a livello nazionale e comunitario, e di profonda passione ed impegno civile, testimoniata tra l’altro dal suo impegno in “Avviso Pubblico – Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie”. È questo il primo incarico politico della sua carriera. Al pari di tutti gli altri membri della giunta comunale, Palagi rinuncia ad ogni benefit, a partire dai rimborsi telefonici.

Il nuovo assessore non ha connotazione politica se non collegata agli obiettivi del programma di governo. A lui sono assegnate le deleghe - finora affidate al vicesindaco Daniela Belliti - al bilancio e patrimonio comunale, organizzazione della struttura comunale, provveditorato e gare, servizi demografici, affari generali, statistica. In questi ambiti, Palagi ha infatti già una profonda conoscenza: per la sua esperienza professionale di dirigente pubblico, conosce l’assetto normativo di bilancio e del personale, anche nel suo iter di riforma in corso; per il suo ruolo di membro del nucleo di valutazione a partire dallo scorso marzo, possiede inoltre una conoscenza puntuale dell’ente pistoiese. Dopo il lavoro di risanamento del bilancio e la riorganizzazione della struttura, il suo compito sarà volto a rendere la macchina comunale sempre più efficiente e orientata ai bisogni dei cittadini. Da qui la decisione di affidare a Palagi anche la delega alla comunicazione, innovazione e digitalizzazione dell’ente, quali strumenti di semplificazione, di trasparenza e di sburocratizzazione della struttura. A lui va anche la responsabilità dell’edilizia privata, che il sindaco aveva fin qui tenuto per sé, per portare a compimento l’integrazione SUAP-SUE e semplificare il rapporto dei cittadini e delle imprese con l’Ente. Per la sua esperienza ed il suo impegno per la cultura della legalità e l’etica pubblica negli enti, a Palagi viene affidata anche una nuova delega alla Legalità e alla Trasparenza, nel solco già tracciato fin qui dall’Amministrazione e rafforzato ora anche dalla necessità degli adempimenti normativi per la prevenzione della corruzione e la trasparenza. Da questo punto di vista, l’impegno di Giuliano Palagi in Avviso Pubblico rappresenta la garanzia di un investimento concreto in questa direzione. La sua sarà una presenza significativa ed adeguata, in quantità e qualità, alla responsabilità delle deleghe attribuitegli.

La nomina del nuovo assessore ha reso possibile una nuova distribuzione delle deleghe, che permetteranno di conseguire in maniera ancora più efficace gli obiettivi del programma di governo.

Il sindaco Samuele Bertinelli assume la responsabilità della programmazione strategica e – coerentemente con l’impegno assunto nel progetto di governo – mantiene per sé le deleghe al governo del territorio, strumento principale di pianificazione, alla città storica, arredo urbano, alla rigenerazione urbana, politiche di area metropolitana. 

Al vicesindaco Daniela Belliti viene affidato il compito di coordinamento della giunta, che si aggiunge alla delega già assegnatale dei rapporti con il Consiglio comunale e assume pienamente la responsabilità della programmazione e del controllo dei servizi pubblici, mantenendo la delega delle aziende partecipate e dei servizi da esse gestite, alla quale si aggiungono le deleghe alle politiche ambientali, diritti degli animali, rifiuti, acqua, risparmio energetico e energie rinnovabili, verde pubblico, mobilità urbana e metropolitana, trasporto pubblico locale, tempi ed orari della città. A lei sono affidati anche il decentramento, la partecipazione, le politiche di genere e le pari opportunità, in un’ottica unitaria di potenziamento del rapporto di collaborazione dei cittadini al governo della città.

L’assessore Mario Tuci torna quindi ad occuparsi delle deleghe originariamente assegnategli dal sindaco all’inizio del mandato, ossia lavori pubblici, viabilità e infrastrutture, protezione civile, assetto idrogeologico, politiche per la collina e la montagna, sport, edilizia comunale, cimiteri ed edilizia cimiteriale, Polizia municipale.

Rimangono invariate le deleghe dell’assessore Elena Becheri alle attività ed istituti culturali, politiche culturali, tradizioni e politiche interculturali, educazione e formazione, università e ricerca, politiche giovanili ed edilizia scolastica.

Non viene modificato neppure il complesso di responsabilità dell’assessore Tina Nuti alle politiche di tutela e promozione della salute, di inclusione e promozione sociale, problematiche abitative ed edilizia residenziale pubblica, politiche del lavoro, attività produttive e sviluppo economico, commercio e turismo.

La biografia di Giuliano Palagi.

Il profilo che emerge dalla biografia di Giuliano Palagi è quello del civil servant, ovvero di un manager pubblico che unisce competenza e passione civile. È elettore del centro-sinistra.

Palagi è nato a Pisa il 19 novembre 1961; è laureato in giurisprudenza presso l’università di Pisa e ha conseguito il master in Scienze dell’amministrazione; ha ricoperto numerosi incarichi all’interno della pubblica amministrazione. Oggi è direttore generale di ACER Bologna. E’ stato direttore generale della Provincia di Pisa dal 2004 al 2014, dopo aver maturato esperienze professionali e manageriali a livello nazionale e comunitario, tra cui: esperto dell’Advisory Board del ministro per l’innovazione e le tecnologie dal 2003 al 2004; dirigente dell’ Istituto dei servizi per il mercato agricolo alimentare dal 2000 al 2004; consigliere giuridico e per i rapporti con il parlamento del ministro dell’industria e del commercio estero dal 2000 al 2001; vice capo di gabinetto del ministro per le politiche comunitarie dal 1999 al 2000. In precedenza, è stato project manager IKOS e funzionario ministeriale all’Agricoltura, Industria e Commercio estero, Presidenza del Consiglio dei Ministri fino al 2000, ufficiale dell’Aeronautica militare italiana. Nel 2012 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica l’onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

Giuliano Palagi svolge attività di docenza e seminari presso, tra le altre, le università  di Bologna, Firenze, Pisa, l’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, la Scuola di specializzazione in studi sull’amministrazione pubblica e istituti di formazione pubblici e privati. E’ socio dell’Institut Royal des Relations Internationales di Bruxelles e coordinatore della Commissione consultiva dell’associazione “Avviso Pubblico” (Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie).

Dal marzo di quest’anno ad oggi è stato membro del nucleo di valutazione del Comune di Pistoia, ruolo che gli ha permesso di acquisire una significativa conoscenza della struttura comunale, di apprezzare le competenze presenti e di essere immediatamente operativo nello svolgimento delle funzioni e delle attività affidategli dal sindaco. La nomina di Giuliano Palagi determinerà, dunque, anche la necessità di integrare il nucleo di valutazione dell’Ente.

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 01/10/2015 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!