Comunicati StampaTorna ai comunicati stampa
Comunicato N. 704 del 05/12/2017
Cat. BIBLIOTECHE
Il nuovo Museo civico dello Spedale del Ceppo: conferenza alla biblioteca Forteguerriana

Giovedì 7  dicembrealle 16  in sala Gatteschi. Al termine visita guidata al complesso del Ceppo

museo del Ceppo Giovedì 7 dicembre alle 16 in sala Gatteschi, per il cicloLa Forteguerriana racconta Pistoia, la storica dell’arte Lisa Di Zanni presenterà il nuovo museo dello spedale del Ceppo. Alla conferenza seguirà l’opportunità di una visita guidata al complesso museale quasi in anteprima, considerando che è stato aperto in occasione della visita del Capo dello Stato del 1 dicembre scorso.

Il museo è uno dei risultati più rilevanti che la nomina di Pistoia Capitale Italia della Cultura 2017 lascia alla città. Nato grazie alla collaborazione di diversi enti pubblici (Regione Toscana, Azienda USL Toscana Centro, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e Comune di Pistoia), si inserisce nel più ampio progetto di recupero e riqualificazione della parte monumentale dellex ospedale del Ceppo, che ha l’obiettivo di destinare a funzione museale e culturale tutta la parte dell’edificio storico posta verso piazza Giovanni XXIII.

Dopo il riallestimento della collezione dei ferri chirurgici nella ex corsia di San Jacopo, nel dicembre 2015, il museo dello Spedale del Ceppo offre oggi nuovi contenuti e approfondimenti, presentati tramite strumenti multimediali innovativi.

Visitabile con un orario di apertura più esteso (dal lunedì al giovedì dalle 10 alle 14, venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18), il museo accresce l’offerta culturale della città.

Per tutto lanno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura 2017 lingresso al museo è gratuito.

 

Il Museo dello Spedale del Ceppo ha sede nella parte storico-monumentale dellex complesso ospedaliero che, fondato, secondo la tradizione, nel 1277, ha svolto funzioni sanitarie per oltre sette secoli, fino alla costruzione del nuovo ospedale San Jacopo. Il percorso museale ne illustra le vicende storiche, architettoniche e artistiche, riservando una sezione di approfondimento alla decorazione in terracotta invetriata policroma del loggiato esterno, e in particolare al fregio con le Sette Opere di Misericordia, capolavoro della scultura rinascimentale e una delle opere d’arte più celebri della città.

Il percorso prosegue con la sezione sulla storia della sanità pistoiese attraverso specifici approfondimenti dedicati alla collezione storica dei ferri chirurgici, allex ospedale psichiatrico di Ville Sbertoli, ai medici che più hanno contribuito allo sviluppo e alla fama dellospedale, e allAccademia Medica Pistoiese “Filippo Pacini”.

Della scuola medico-chirurgica del Ceppo, attiva dal XVII secolo alla metà dellOttocento, è testimonianza, nel giardino, il settecentesco teatro anatomico, eccezionale per le piccole dimensioni e la ricchezza decorativa.

Con la visita del teatro anatomico e uno sguardo al vicino padiglione di emodialisi, esempio di come l’arte contemporanea e la natura possano diventare strumenti terapeutici, il percorso museale si conclude.


Autore: sd





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 14/06/2013 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!