Bufera di vento: le schede per la ricognizione dei danni

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Pubblichiamo le schede predisposte dalla Regione Toscana per la ricognizione da parte dei cittadini dei danni subiti da singoli e attività produttive a causa della tempesta di vento che ha colpito anche il Comune di Pistoia tra il 4 e il 5 marzo scorso. Le tabelle di sintesi, secondo la comunicazione regionale, dovranno essere restituite alla Regione da parte delle amministrazioni locali entro metà aprile. Pertanto le domande dovranno essere presentate in Comune entro il 10 aprile 2015.

Scarica il modulo per i privati

Scarica le istruzioni per i privati

Scarica il modulo per le attività economiche e produttive

Scarica le istruzioni per le attività economiche e produttive

Con la lettera del responsabile della Protezione civile regionale dello scorso 10 marzo, infatti, la Regione aveva trasmesso ai comuni colpiti dal maltempo, le schede (con relative istruzioni) da far compilare ai privati ai fini di una prima ricognizione dei danni. Il Comune, al fine di tutelare gli interessi dei cittadini pistoiesi, aveva fin qui deciso di non dare corso alle indicazioni regionali, attendendo dalla Regione alcuni chiarimenti e precisazioni. In particolare, con la lettera del 12 marzo scorso, il Comune chiedeva alla Regione di comunicare notizie certe circa la presenza di eventuali rimborsi per i danni subiti dai privati e le modalità di ripartizione.

Con la lettera, il Comune faceva infatti presente che, nonostante le schede trasmesse dalla Regione chiarissero espressamente che la segnalazione da parte del cittadino dovesse essere prodotta esclusivamente ai fini della ricognizione del danno e non costituisse riconoscimento automatico di eventuali contributi, fosse concreto il rischio che molti maturassero fallaci aspettative circa il possibile ristoro. Nella lettera si sottolineava inoltre come una simile aspettativa possa sorgere anche in ragione del fatto che la compilazione delle schede ricognitive risulta possibile, per i più, solo avvalendosi di un tecnico specializzato che perizi l’effettiva consistenza dei danneggiamenti verificatisi.

Da questo punto di vista, nel mentre si attendono ancora notizie certe circa gli eventuali stanziamenti ordinari, regionali e/o nazionali, per il rimborso dei danni subiti da privati, imprese ed enti pubblici, nella giornata di ieri, la Regione Toscana ha fornito una prima risposta: la giunta regionale ha infatti deliberato una proposta di legge per lo stanziamento straordinario di 3 milioni di euro, che sarà ripartito tra i 246 comuni toscani colpiti dal maltempo, proporzionalmente all’ammontare delle segnalazioni dei danni raccolti dagli enti.

Potranno richiedere il contributo - che non potrà superare i 5 mila euro per ciascuna famiglia - tutti i nuclei familiari con un valore ISEE massimo di 36 mila euro. Il contributo sarà destinato ai lavori di sistemazione dei danni strutturali alle coperture, agli impianti, agli infissi (esterni o interni) e alle finiture della prima abitazione. Saranno esclusi recinzioni, arredamento, autoveicoli, resedi. La proposta di legge stabilisce che saranno i comuni a disciplinare autonomamente criteri e modalità di assegnazione del contributo, così come già avvenuto a seguito dell’alluvione del 21 ottobre 2013. Le ulteriori specificazioni e restrizioni inerenti alle modalità di ripartizione delle somme che saranno destinate al Comune di Pistoia, verranno tempestivamente comunicate, appena rese note dalla Regione.

E' quindi possibile scaricare, o ritirare in forma cartacea presso gli uffici di PistoiaInforma, in piazza Duomo, i moduli per presentare il resoconto dei danni subiti.

Una volta compilate, le schede dovranno essere riconsegnate all'ufficio protocollo del Comune oppure inviate tramite posta elettronica certificata. Sarà poi cura dell'Amministrazione mandare tutte le segnalazioni ricevute dai pistoiesi alla Regione. Ciò non dà diritto, automaticamente, ai rimborsi. La Regione infatti chiede di conoscere prima la situazione in tutti i comuni toscani colpiti dal maltempo, dopodiché la somma straordinaria per il pronto ristoro sarà ripartita tra i comuni colpiti proporzionalmente alle segnalazioni di danno che saranno acquisite dai comuni stessi con avviso pubblico.

Per informazioni, è possibile contattare Pistoia Informa all’indirizzo email: info@comune.pistoia.it.

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 03/04/2015 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!