Selezione pubblica per un praticante presso l‘Avvocatura comunale

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

 

Selezione pubblica per un praticante presso l’Avvocatura comunale


In esecuzione della delibera di GM n° 9 del 27/1/2011

Si rende noto

E’ indetta una  selezione pubblica, per titoli e mediante colloquio attitudinale,  per l’inserimento di n. 1 praticante avvocato/a presso l’avvocatura comunale utile allo  svolgimento del tirocinio formativo propedeutico a sostenere l’esame di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato .

La durata del periodo di tirocinio professionale è determinata in anni uno (ex art 41 legge professionale) a decorrere dall’inserimento in tirocinio , salvo proroga motivata.

La selezione è riservata a giovani laureati/e in giurisprudenza di età pari  od inferiore a  30 anni con ciò  rappresentando un’importante opportunità di approccio al mondo del lavoro utile anche a acquisire conoscenze formative necessarie per l’ammissione all’esame di Avvocato.

Il/La  praticante, nello specifico, avrà l’opportunità di confrontarsi con l’atto amministrativo, sin dalla sua genesi, seguendone il procedimento di competenza della  Pubblica Amministrazione ovvero esaminandolo da un osservatorio particolare rispetto al soggetto destinatario.

La selezione avverrà per titoli e sulla base di un colloquio attitudinale volto a verificare la preparazione e disponibilità del candidato/a  a svolgere la pratica forense presso una Pubblica Amministrazione , viste le peculiarità del contenzioso da trattare, e sarà valutata anche la flessibilità offerta in relazione allo svolgimento della collaborazione, fermo restando che l’impegno minimo richiesto è pari a  30 ore settimanali. .

Gli/le interessati/e  devono far pervenire  entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 27.03.2015,   domanda di partecipazione alla selezione mediante una delle seguenti modalità:

-         Raccomandata AR indirizzata a Servizio Affari Legali del Comune di Pistoia, Piazza Duomo 1,  – 51100 PISTOIA;  riportando sulla busta la seguente dicitura “Domanda di partecipazione alla selezione per n.1 praticante avvocato”  .

-         Consegna diretta all’UO Segreteria Generale e Protocollo del Comune di Pistoia, Piazza Duomo, 1 riportando sulla busta la seguente dicitura “Domanda di partecipazione alla selezione per n.1 praticante avvocato”

-         PEC (posta elettronica certificata) al seguente indirizzo : comune.pistoia@postacert.toscana .it, con riferimento a tale sistema di trasmissione della domanda si precisa che quest’ultima verrà accettata soltanto nel caso di invio da una casella di posta elettronica certificata e solo in presenza di sottoscrizione apposta in formato elettronico (digitale)

Nella domanda gli/le  interessati/e  devono indicare obbligatoriamente i propri dati anagrafici, l’eventuale status lavorativo, la data di conseguimento della laurea in giurisprudenza idonea all’iscrizione al registro dei praticanti avvocati, nonché un recapito telefonico, un indirizzo di posta elettronica ed un domicilio cui far pervenire le relative comunicazioni inerenti la procedura.

Con la domanda dovrà anche essere dichiarato  il possesso dei requisiti necessari per l’iscrizione al registro dei praticanti tenuto dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati.

Alla domanda dovrà essere allegato un certificato di laurea, con indicazione del voto finale e dei voti riportati per ogni esame.

In alternativa, potrà essere presentata una dichiarazione sostitutiva di certificazione, ai sensi dell’art 46 del DPR 445/2000. In tal caso il/la aspirante sarà ammesso/a con riserva alla selezione, con obbligo di produrre, al più tardi per il colloquio, la relativa certificazione rilasciata dall’Università ove ha conseguito la laurea.

Alla domanda di partecipazione deve essere allegata copia non autentica di un documento di identità valido del sottoscrittore.

Il colloquio attitudinale avverrà  presso gli Uffici del Servizio Affari Legali del Comune di Pistoia siti in  Piazza Duomo n.1, IV° piano, il giorno 15.04.2015, con inizio alle  h. 9:30 , salvo diversa comunicazione da effettuarsi in tempo utile; la mancata presentazione comporterà l’automatica esclusione dalla selezione. 

Alla selezione provvederà un’apposita Commissione giudicatrice, composta dal Dirigente del Servizio Autonomo Affari Legali  e da due dipendenti dello stesso Servizio.

La Commissione attribuirà a ciascun candidato un punteggio massimo di punti 10 di cui 5 per il titolo di studio con particolare riferimento agli esami riguardanti il diritto pubblico ed amministrativo ed il diritto privato,  5  per l’attitudine mostrata all’esperienza di praticantato all’interno della Pubblica Amministrazione.

Al termine della procedura di selezione verrà indicato il candidato prescelto sulla base di una graduatoria che in quell’occasione verrà formata.

Tale graduatoria sarà ritenuta valida per almeno un anno e ad essa il Comune si riserva di accedere ricorrendone la necessità.

Il/La candidato/a  vincitore della selezione dovrà iniziare la propria pratica in un congruo termine successivo scelto di comune accordo  ed, in ogni caso, dopo l’avvenuta iscrizione al registro dei praticanti.

La pratica dovrà essere espletata con regolare ed assidua frequenza dell’Ufficio secondo la disciplina impartita dal dirigente Servizio o altro avvocato delegato, il quale ne controlla il regolare svolgimento  ed autentica le attività compiute dal/dalla tirocinante, con possibilità di risolvere il rapporto in caso di motivato giudizio negativo circa i risultati conseguiti e/o l’impegno profuso.

Lo svolgimento dell’attività di praticante  avvocato/a nell’ambito del Servizio Autonomo Affari legali comporta l’obbligo del rispetto del codice di deontologia professionale e delle disposizioni contenute nel codice di comportamento dei dipendenti pubblici, compatibili con la natura del rapporto.

La pratica forense non può dar luogo ad alcun rapporto di lavoro né subordinato né autonomo né atipico e non attribuisce alcun titolo per l’ammissione alla carriera nel ruolo legale né negli altri ruoli organici dell’Ente.

Rimane a carico del/della  tirocinante ogni onere e  adempimento in relazione all’iscrizione al registro dei praticanti avvocati.

La pratica forense non sarà remunerata ed avverrà senza alcun particolare onere a carico del Comune, il quale tuttavia garantirà : la copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi e prestatori d’opera, nonché per infortuni, il rimborso delle spese documentate, previamente autorizzate dal Dirigente del Servizio, per trasferte, accesso ad uffici giudiziari e simili, buoni pasto nell’ipotesi di rientri pomeridiani.

Trascorsi mesi 6 di proficua pratica, al/alla  praticante potrà essere riconosciuto un incentivo economico per la formazione pari a €  300,00 mensili.

Copia del presente avviso è disponibile sul sito internet dell’ente e sarà depositato presso la segreteria del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Pistoia

Per informazioni telefonare ai seguenti numeri dell’avvocatura comunale : 0573/371304

Ai fini della L. 196/2003 si informa che l’Amministrazione si impegna  a  rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dai candidati; tutti i dati in possesso dell’Amministrazione saranno trattati solo per le finalità connesse e strumentali alla selezione e all’eventuale rapporto di collaborazione per lo svolgimento della pratica forense.

                                                                               Il dirigente

      Servizio  Affari Legali  

               Avv Vito Papa 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 10/03/2015 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!