Approvato il primo Bilancio sociale del Comune

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email


Spiegare ai cittadini come sono state impiegate le risorse, quali sono stati gli investimenti più importanti per la città, quali i progetti realizzati in campo sociale, ambientale ed economico. E' questo l'obiettivo del Bilancio sociale (o rendiconto) per l'anno 2013, per la prima volta redatto dal Comune di Pistoia e approvato nei giorni scorsi dalla giunta Bertinelli. Si tratta di un documento, non obbligatorio per legge, frutto di un lavoro di ricostruzione dell'attività svolta con il quale l'Amministrazione rende conto delle scelte, delle attività, dei risultati e dell'impiego di risorse in un dato periodo, in modo da consentire ai cittadini e ai diversi interlocutori di conoscere e formulare un proprio giudizio su come il Comune interpreta e realizza la sua missione istituzionale e il suo mandato.

Il Comune di Pistoia lo ha concepito come una guida ragionata ai principali servizi prodotti dall’Ente nel corso di un esercizio di riferimento, cominciando con il 2013. I pistoiesi vi potranno trovare fatti e cifre, prelevate dai documenti di rendicontazione, con cui vengono spiegate senza tecnicismi le azioni compiute, il loro ruolo nel disegno strategico complessivo e quali risorse umane e materiali hanno richiesto.

Ecco alcuni dati contenuti nel Bilancio sociale.Nel 2013 sono stati 420 i cittadini ricevuti dal sindaco. A PistoiaInforma si sono rivolte 6.098 persone. I visitatori del sito internet del Comune sono stati 1.602.080. Per quanto riguarda l'approvazione di delibere di giunta e di consiglio comunale, la giunta ha approvato 270 delibere, il consiglio comunale 68 oltre a 35 interpellanze, 12 mozioni e 18 interrogazioni. Nel settore del verde pubblico le spese complessive tra parte corrente e parte investimenti ammontano a 1.363.552, per l’assetto idrogeologico 3.194.838, e 2.600.000 per l’edilizia scolastica con 68 edifici gestiti. Le spese per la cultura sono state 2.122.000 euro, e 9.784.799 per l’educazione. Per l’assistenza sociale la spesa è stata di 3.863.254 euro, e 2.209.714 sono state le risorse desinate alla cura dei minori. Sono 1.657 le famiglie coinvolte in progetti di inclusione sociale, mentre è stata di 20.000 la presenza negli spazi di socializzazione per gli anziani. Per quanto riguarda i lavori pubblici, sono stati effettuati 4.505 lavori di manutenzione ordinaria e 2.500 piccole manutenzioni su segnalazioni pervenute all’ufficio relazioni con il pubblico.

Il Bilancio sociale è un documento di 110 pagine suddiviso in base alle cinque sezioni presenti nel programma di mandato del sindaco: la città come bene comune, la città come corpo di funzioni pubbliche, la città come valore sociale, la città come sapere collettivo, la città di tutti. Il documento si inserisce all'interno di un progetto di comunicazione e trasparenza che l'Amministrazione comunale sta portando avanti nei confronti dei cittadini, nella convinzione che la piena e consapevole partecipazione di tutti alla vita amministrativa costituisca la vera garanzia di una corretta gestione della cosa pubblica.

Il Bilancio sociale oggi rientra tra le buone prassi di rilievo nazionale, è il primo passo di un nuovo percorso che si apre e segue precedenti esperienze di accountability (rendere conto) di alcuni settori dell’Ente (il bilancio sociale della biblioteca San Giorgio e la carta dei servizi del settore educazione).

Pubblichiamo qui sotto il documento, che verrà prossimamente presentato alla città in un incontro pubblico:

Scarica il Bilancio sociale consuntivo 2013

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 17/11/2014 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!