Elezioni Europee 25 maggio 2014

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

ELEZIONI EUROPEE 2014


ATTENZIONE: PRIMA DI RECARSI AL SEGGIO, CONTROLLARE  SE NELLA TESSERA ELETTORALE VI E' LO SPAZIO PER L'APPOSIZIONE DEL TIMBRO DELL' AVVENUTA VOTAZIONE. 

Se cosi' fosse, potete chiedere il rilascio di un duplicato recandovi, con la vecchia tessera e un documento di identità,  presso la sede dei Servizi Demografici in via Santa n. 5,  aperta oggi dalle 7 alle 23. 

 

La richiesta potrà essere presentata personalmente dall'interessato o, da parente/affine od altro soggetto, ai quali l'interessato abbia conferito delega scritta. In ogni caso è richiesta l'esibizione del documento di riconoscimento. 

Scarica il modello di richiesta di nuova tessera elettorale o duplicato da parte del diretto interessato: (formato PDF, 104 Kb)

Scarica il modello di richiesta di nuova tessera elettorale o duplicato, su incarico dell'interessato: (formato PDF, 67 Kb)

 


Avviso per gli elettori dei seggi 48 e 49 - Canapale 

A causa di lavori sulla sede stradale, gli elettori dei seggi n° 48 e 49, con sede in via Canapale 9, dovranno raggiungere la sede di voto seguendo l'itinerario alternativo segnalato in loco e evidenziato nella mappa consultabile qui sotto:

Scarica la mappa

Potranno comunque accedere regolarmente ai seggi anche gli elettori non deambulanti.

Per particolari necessità, il recapito telefonico dei seggi 48 e 49 è lo 0573-380017.

 

 


 

Tutti gli aggiornamenti sulle operazioni di scrutinio potranno essere consultate su

elezioni.comune.pistoia.it

 

PRESIDENTI DI SEGGIO

Orari ritiro materiale elettorale presso la palestra Masotti  clicca qui

 

Le votazioni per il rinnovo del Parlamento Europeo si terranno domenica  25 maggio 2014. I seggi resteranno aperti domenica 25 dalle 7 alle 23. Per le norme generali regolanti lo svolgimento delle elezioni si può consultare l'apposita sezione del sito del Ministero dell'Interno e della Prefettura di Pistoia.

Per maggiori notizie sul Parlamento Europeo: www.elections2014.eu/it

ultimo aggiornamento 15/05/2014

Per ulteriori approfondimenti ci si può rivolgere all'Ufficio Elettorale Comunale, Via  Santa 5, tel. 0573 371856 -  - 371858 (Sig. Vincenzo Pellegrinetti, Sig.ra Chiara Aiardi), fax  0573 371876,  e-mail: ufficioelettorale@comune.pistoia.it


 Orario di apertura al pubblico:
Lunedì:  8.10 - 13.00
Martedì: 8.10 - 13.00 - 14.45 -17.15
Mercoledì: 8.10 - 13.00
Giovedì: 8.10 - 13.00 - 14.45 -17.15
Venerdì: 9.00 - 13.00

 

Nei giorni di venerdì 23 e sabato 24 maggio 2014, l'Ufficio Elettorale sarà aperto ininterrottamente dalle ore 9,00 alle ore 18.00; il  25 maggio  sarà aperto per l'intero orario di apertura dei seggi (dalle ore 7 alle ore 23), anche per il rilascio delle carte d'identità.

 

QUANDO SI VOTA

A seguito delle modifiche introdotte dalla Legge 27 dicembre 2013 n. 147 (legge di stabilità 2014) si voterà nella sola giornata di

 

domenica 25 maggio, dalle ore 7.00 alle ore 23.00

Tuttavia, se a tale ora siano ancora presenti nella sala o nelle immediate adiacenze elettori che non hanno votato, il presidente ne fa prendere nota dal segretario e li ammette a votare nell'ordine in cui sono stati annotati (art. 51, secondo comma, del testo unico n. 570/1960).

 

DOVE SI VOTA

Sulla Tessera Elettorale gli elettori troveranno indicato il numero e l'indirizzo del seggio dove recarsi a votare (vedi elenco ubicazione dei seggi di Pistoia).
Qualora, prima delle elezioni, l'elettore riceva il tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera, egli dovrà recarsi a votare all'indirizzo che risulta dal tagliando.
Si consiglia, comunque, di verificare che l'indirizzo riportato sulla tessera coincida con quello di effettiva residenza. In caso contrario contattare telefonicamente l'Ufficio Elettorale.

Elenco e ubicazione delle sezioni elettorali: (formato PDF, 76 Kb)

Elenco e ubicazione seggi per non deambulanti:  (formato PDF, 73 Kb)

 

COME SI VOTA

L’elettore esprime il voto tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta e non può manifestare, in ogni circoscrizione, più di tre preferenze.

Nel caso in cui l'elettore decida di esprimere tre preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l'annullamento, in sede di scrutinio, della terza preferenza (art.1 comma 1 legge n.65 del 2014).

Per le liste di minoranza linguistica collegate ad altra lista può essere espressa una sola preferenza.

I voti di preferenza si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fianco e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti, compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome tra i candidati, deve scriversi sempre il nome e cognome e, ove occorra, data e luogo di nascita.

 

CHI PUO' VOTARE

Possono votare per l'elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia:

  • i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia che hanno compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per la votazione (25 maggio).
    I cittadini italiani residenti in un Paese dell'Unione Europea votano all'estero nelle sezioni istituite presso i Consolati italiani, salvo che abbiano optato di votare in Italia 
  • i cittadini stranieri appartenenti a Stati membri dell'Unione Europea residenti a Pistoia che sono iscritti nelle liste elettorali aggiunte del Comune.

 

Voto degli italiani residenti all'estero

Elettori temporaneamente in un Paese membro dell'Unione Europea per motivi di studio o di lavoro:
In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, i cittadini italiani che si trovano temporaneamente (per un periodo inferiore a 12 mesi) in un Paese membro dell'Unione Europea per motivi di lavoro o di studio, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani. Per esprimere il voto era  necessario presentare, entro il 6 marzo 2014, attraverso l'Ufficio consolare di riferimento, apposita domanda indirizzata al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti.

Cittadini iscritti all'Aire (Albo degli italiani residenti all'estero):
I cittadini italiani residenti in uno Stato dell'Unione europea e regolarmente iscritti all'Aire, possono votare i rappresentanti italiani recandosi presso i seggi appositamente istituiti dagli Uffici consolari. L'elettore riceve a casa il certificato elettorale, con l'indicazione del seggio presso il quale votare, della data e dell'orario delle votazioni. L'elettore italiano residente all'estero o temporaneamente in un Paese dell'UE per motivi di studio o lavoro (che abbia presentato domanda di voto all'estero nei termini previsti), se rientra in Italia, può votare presso il proprio Comune di iscrizione elettorale: in tal caso deve farne esplicita richiesta, entro il giorno precedente quello della votazione, al Sindaco del suddetto Comune.

Cittadini italiani iscritti all'Aire residenti in un Paese non membro dell'Unione Europea:
I cittadini italiani residenti nei Paesi non membri dell'Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno, dal Comune, apposita cartolina/avviso. 

 

Normativa di riferimento:

* Legge 24 gennaio 1979, n. 18 (G.U. 30.1.1979 N.29) - Elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia.
* Decreto Legge 24 giugno 1994, n. 408, convertito con modificazioni in Legge 3 agosto 1994, n. 483 (G.U. 6.8.1994 N.183) - Disposizioni urgenti in materia di elezioni al Parlamento europeo.
* Legge 27 aprile 2004, n. 78 (G.U. 29.03.2004 N.74) - Disposizioni concernenti i membri del Parlamento europeo eletti in Italia, in attuazione della decisione 2002/772/CE del Consiglio.

Per maggiori informazioni:

dgit05.europee2014@esteri.it

 

COSA OCCORRE PER VOTARE

Per essere ammessi a votare presso la sezione elettorale di appartenenza, è necessario esibire, unitamente ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale.

Chi viene iscritto nelle Liste elettorali per la prima volta (ad esempio chi diventa maggiorenne, chi acquisisce la cittadinanza italiana, chi trasferisce la residenza da un altro Comune) riceve al proprio domicilio la tessera elettorale; in caso di mancato recapito, la tessera rimane in giacenza presso l'Ufficio Elettorale, dove può essere ritirata negli orari di apertura. Il ritiro potrà essere effettuato personalmente dall'interessato o, da parente/affine od altro soggetto, ai quali l'interessato abbia conferito delega scritta. In ogni caso è richiesta l'esibizione del documento di riconoscimento. 

Scarica il modello di delega per il ritiro della tessera elettorale: (formato PDF, 74 Kb)

La tessera elettorale riporta l'indicazione delle generalità dell'elettore (nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo), il numero di sede ed indirizzo della sezione elettorale di assegnazione dove è possibile esprimere il diritto di voto.

La tessera elettorale è un documento personale a carattere permanente, è gratuito ed è valido per 18 consultazioni.

Cosa fare in caso di...

  • FURTO della tessera: il titolare della tessera munito di documento di identità deve presentare la denuncia di furto presso l'ufficio elettorale, contestualmente alla richiesta del duplicato della tessera stessa. L'ufficio elettorale ne rilascerà il duplicato.
  • SMARRIMENTO della tessera: il titolare della tessera munito di documento di identità deve presentare una dichiarazione sostitutiva della denuncia di smarrimento presso l'ufficio elettorale, contestualmente alla richiesta del duplicato della tessera stessa. L'ufficio elettorale ne rilascerà il duplicato.
  • DETERIORAMENTO della tessera: l'elettore potrà richiederne un duplicato presso l'Ufficio Elettorale del comune di residenza, previa presentazione di apposita domanda e riconsegna del documento deteriorato.
  • ESAURIMENTO DEGLI SPAZI DISPONIBILI nella tessera per il timbro di avvenuta votazione: l'elettore deve rivolgersi all'ufficio elettorale, che provvede al rinnovo della tessera. E' necessario presentare la vecchia tessera elettorale.

La richiesta potrà essere presentata personalmente dall'interessato o, da parente/affine od altro soggetto, ai quali l'interessato abbia conferito delega scritta. In ogni caso è richiesta l'esibizione del documento di riconoscimento. 

Scarica il modello di richiesta di nuova tessera elettorale o duplicato da parte del diretto interessato: (formato PDF, 104 Kb)

Scarica il modello di richiesta di nuova tessera elettorale o duplicato, su incarico dell'interessato: (formato PDF, 67 Kb)

 

VOTO ASSISTITO

Sono considerati elettori fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani e gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità.

 

L'impedimento deve essere ricollegabile alla capacità visiva od al movimento delle mani. Sono escluse le infermità che riguardino la sfera psichica, a meno che questa condizione non comporti anche una menomazione fisica in grado di incidere sulla capacità di esercitare materialmente il diritto di voto.

 

La funzione di accompagnatore, scelto fra gli elettori di un qualsiasi comune della Repubblica, può essere esercitata per un solo elettore fisicamente impedito. Il Presidente del Seggio quindi appone una annotazione di svolgimento di tale compito sulla Tessera Elettorale dell'accompagnatore (assicurarsi di avere lo spazio all'apposizione del bollo).  

 

Per poter essere assistiti da un accompagnatore di fiducia l'elettore può richiedere  la certificazione, che potrà attestare l' impedimento.

La certificazione di cui sopra può essere richiesta presso l'U.F. MEDICINA LEGALE via della Quiete 12/e telefono 0573 353876 che rimarrà aperto con i seguenti orari:

GIOVEDI' 22 MAGGIO orario 9,00 -13,00

VENERDI' 23 MAGGIO orario 9,00-13,00

SABATO 24 MAGGIO orario 9,00-13,00

DOMENICA 25 MAGGIO orario 9,00-13,00 e  15,00-20,00

 

NB: non sono idonee ad attestare l'impedimento al voto certificazioni rilasciate per altre finalità (invalidità ecc.).

 

APPOSIZIONE DELL'ANNOTAZIONE AVD sulla tessera elettorale

L'elettore può richiedere all'Ufficio Elettorale del Comune l'annotazione di avente diritto al voto assistito che consiste nell''apposizione del timbro AVD sulla propria tessera elettorale personale. Tale annotazione evita all'elettore di doversi munire della apposita certificazione medica in occasione di ogni consultazione elettorale.

Gli interessati potranno richiedere l'apposizione di detto timbro presentando la seguente documentazione:

1) Richiesta debitamente compilata e firmata (Scarica il modello di richiesta: (formato PDF, 8 Kb)

2) Documento di identità,

3) Tessera elettorale personale rilasciata dal Comune,

4) Certificato medico attestante l'impossibilità ad esprime personalmente il diritto di voto.

Gli elettori non vedenti che vogliono essere ammessi al voto assistito è sufficiente che esibiscano il libretto nominativo rilasciato dall'Istituto nazionale della previdenza sociale (in precedenza, dal Ministero dell'Interno, Direzione Generale dei Servizi Civili) a norma dell'art. 3 della legge 18 dicembre 1973, n. 854, quando, all'interno del libretto stesso, sia indicata la categoria "ciechi civili" ed è riportato uno dei seguenti codici: 10; 11; 15; 18; 19; 05; 06; 07. Ognuno dei predetti codici attesta, infatti, la cecità assoluta del titolare del libretto.

Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido.

 

ACCOMPAGNAMENTO AL SEGGIO DI ELETTORI NON DEAMBULANTI

Gli elettori disabili, su sedia a ruote, privi di autonomo mezzo di trasporto, possono richiedere di essere accompagnati dalla loro residenza/domicilio nel territorio del Comune di Pistoia, al più vicino seggio esente da barriere architettoniche, per l'esercizio del diritto di voto, con successivo ritorno all'abitazione di partenza. Il servizio è organizzato dal Comune e verrà attivato a richiesta e su prenotazione dell'elettore.

Come fare per prenotare?
Occorre prenotarsi nell'imminenza della consultazione. Per il trasporto di persone non deambulanti su dispositivo mobile (sedia a ruote) il referente è il sig. Fabio Dolfi tel. 3355695031 ( chiamare in orario  9-12 e 15-20)  o fax 0573 531672 che riceverà tutte le chiamate del caso e provvederà a attivare il servizio a ogni richiesta.

Per persone non deambulanti prive di dispositivo mobile occorre contattare personalmente la Croce Verde (numero telefonico 0573 34345) o la Misericordia di Pistoia (numero telefonico 0573 5050) e prendere accordi con loro.

 

VOTO DOMICILIARE

Il D.L. 1/2006 prevede  che gli elettori dimoranti nell'ambito del territorio nazionale possano votare a domicilio (art. 1, co.1, L. 7/5/2009, n. 46):

1) gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di cui all'articolo 29 della L. 5/2/1992, n. 104 (ovvero del trasporto ai seggi che viene organizzato dal Comune);

 2) gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano.

La richiesta per essere ammessi al voto domiciliare (utilizzando l'apposito modulo) deve essere consegnata all'Ufficio Elettorale entro il 17 maggio.

domanda per richiesta voto domiciliare (Scarica il modello di richiesta: (formato PDF, 10 Kb))

Gli elettori interessati ed in possesso dei requisiti sopra descritti devono far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti la seguente documentazione:

  • dichiarazione in carta libera, attestante di volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa; un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 45° giorno antecedente la data della votazione (ovvero il 5 maggio 2014 ) che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità di cui all'art. 1, comma 1, della legge 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Il medico indicato dalla Asl 3 per la certificazione di cui sopra è il dr. DOMENICO CERULLO, viale Matteotti, 35 (sopra la CISL) - tel. 0573 35 25 04.Orario : 8,30-12,30 

Nel caso sia accertata la sussistenza dei requisiti per l'ammissione al voto domiciliare, verrà inviata apposita comunicazione di autorizzazione al domicilio del richiedente nonché apposito avviso al presidente del seggio elettorale di appartenenza dell'elettore. Il presidente nei giorni delle votazioni si presenterà al domicilio dell'elettore, magari concordando con il medesimo o con i suoi familiari il relativo orario, e raccoglierà il voto dell'elettore con l'assistenza di uno scrutatore e del segretario.

 

AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO

Per le elezioni europee 2014, il Ministero dell'Interno rende note le agevolazioni di viaggioche saranno applicate da Trenitalia, autostrade, compagnie marittime e aeree per favorire gli elettori che si recheranno a votare nel proprio Comune di appartenenza.

Per usufruire delle riduzioni si deve presentare: documento d'identità, tessera elettorale e timbratura sulla tessera elettorale effettuata dal seggio elettorale dove si è votato (per il viaggio di ritorno).
 

Per ulteriori informazioni consulta la Circolare del Ministero degli Interni :clicca qui

 

ELENCO LISTE AMMESSE PER IL RINNOVO DEL PARLAMENTO EUROPEO 

Consulta le liste, i simboli ed i candidati clicca qui


ISTRUZIONI PER I PRESIDENTI DI SEGGIO

Si informa che la consueta riunione in merito alle comunicazioni di carattere generale si svolgerà il giorno mercoledì 21 maggio - ore 15.30 presso la sede della Polizia Municipale in via S.Pertini n. 679.

Si ricorda, a coloro che non avessero già provveduto in merito, di contattare l'Ufficio Elettorale per la nomina del Segretario di Seggio.

Il centro consegna e raccolta dei plichi elettorali sarà allestito presso la Palestra Masotti (Parcheggio Antonini - Giardino Monteoliveto). La consegna del materiale sarà effettuata sabato 24 maggio secondo le modalità precisate nell'allegato: (formato PDF, 873 Kb) 

I seggi sono costituiti alle ore 16 di sabato 24 maggio per le operazioni preliminari.    

Le istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione sono scaricabili qui.

Per quanto attiene la rilevazione del numero degli elettori, appare utile rammentare che coloro che rifiutano la scheda non dovranno essere conteggiati tra i votanti della sezione elettorale.


SCRUTATORI

Il 30 aprile 2014 la Commissione elettorale comunale ha proceduto alla nomina degli scrutatori. Scarica l'elenco alfabetico degli scrutatori effettivi e supplenti: (formato PDF, 116 Kb)
Gli scrutatori che per grave impedimento rinunciano all'incarico devono, compilare e consegnare all'Ufficio Elettorale l'apposita dichiarazione  riportata sul retro dell'atto di nomina originale, in cui deve essere indicato il motivo della rinuncia. Quando non è possibile consegnare la rinuncia personalmente, ma viene incaricato un familiare o un amico è necessario allegare la fotocopia di un proprio documento di identità.

Gli iscritti (entro il 30 novembre 2013) all'albo degli scrutatori che non risultino nominati, a partire da lunedì 5 maggio 2014 possono fare domanda per essere eventualmente nominati all'ultimo momento.

Scarica la domanda per essere nominati all'ultimo momento: (formato PDF, 21 Kb)

Ciò serve a rimpiazzare le defezioni che si potrebbero verificare a partire da venerdì 23 maggio (la legge prevede infatti che fino al giovedì prima delle elezioni si attingano i nominativi dalle liste dei supplenti predisposte dalla commissione elettorale).
Ogni domanda verrà protocollata e per la nomina si seguirà l'ordine del protocollo.
Il nominato non potrà scegliere la sezione in quanto quella attribuita sarà esclusivamente quella che è rimasta scoperta.
Se la persona dovesse rifiutare la destinazione, la sua domanda non sarà più presa in considerazione ai fini dello svolgimento del servizio elettorale per il  25 maggio, ma la persona stessa rimarrà iscritta nell'albo degli scrutatori per le prossime elezioni.
Ogni nominato deve essere consapevole che il presidente del seggio al quale verrà destinato deve dare il suo placet (e quindi potrebbe anche essere rifiutato).

 

NOTIZIE UTILI PER I COMPONENTI DEI SEGGI

Compensi

Seggio ordinario 

Presidenti: €120,00

Scrutatori e segretari: € 96,00

Seggio speciale

Presidenti: 72,00

Scrutatori : € 49,00

 

DIVIETO DI INTRODURRE CELLULARI NELLE CABINE ELETTORALI

Per assicurare la segretezza dell'espressione del diritto di voto è vietato introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini. 
Il presidente dell'ufficio elettorale di sezione, all'atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell'elettore, inviterà l'elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate di cui è al momento in possesso.
Le apparecchiature depositate dall'elettore, prese in consegna dal presidente dell'ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l'espressione del voto.
Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie.


NOTIZIE UTILI PER I PARTITI

Designazione rappresentanti di lista

Entro le ore 14.00 di venerdì 23 maggio 2014 i delegati di lista potranno presentare al Segretario Comunale l'atto di designazione dei rappresentanti presso gli uffici elettorali di sezione.

In alternativa, il suddetto atto potrà essere presentato direttamente ai singoli presidenti degli uffici elettorali di sezione il sabato pomeriggio, durante le operazioni di autenticazione delle schede di votazione, oppure la mattina della domenica purché prima dell'inizio della votazione.

Analogamente i delegati di lista possono designare i rappresentanti di lista presso l'ufficio centrale sino al momento dell'inizio delle operazioni di competenza di tale ufficio (art. 35, comma 2, D.P.R. n. 570/1960).

 

Postazioni di propaganda

Scarica la delibera: (formato PDF, 33 Kb)

Locali comunali utilizzabili per la campagna elettorale

Scarica la delibera: (formato PDF, 37 Kb)

Comizi

I palchi per l'effettuazione dei comizi saranno installati in Piazza Duomo e Piazza Giovanni XXIII. Per ogni comizio deve essere dato un formale preavviso alla Segreteria dell'U.O. Anagrafe, Stato Civile, leva ed elettorale, Via Santa 5, tel. 0573371891 - fax 0573371857 non prima di 7 giorni prima e non oltre 2 giorni prima del comizio. Il comizio deve essere limitato a 1 ora con intervallo di non meno di un quarto d'ora tra eventuali successivi comizi, nel corso della campagna elettorale ciascun partito può effettuare una sola volta un comizio della durata massima di due ore con esclusione degli ultimi tre giorni della campagna elettorale.

 

FAQ (LE DOMANDE PIU' FREQUENTI)

Qual è l'età ed i requisiti necessari per poter avere diritto al voto?

Per  possono votare tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età entro il 25 maggio 2014.

Inoltre occorre non trovarsi in una delle condizioni che escludono il diritto di voto, l'art. 2 del DPR 223/67, disciplinando l'elettorato attivo (coloro che hanno il diritto di votare) esclude dal diritto di voto:
- i sottoposti a misure di prevenzione o sicurezza divenute definitive;
- i condannati a pene che comportano l'interdizione perpetua o temporanea dai pubblici uffici.

Compio 18 anni il giorno seguente alle votazioni, posso votare ?

No. Votano invece coloro che compiono i 18 anni entro il 25 maggio 2014.

Mi sono trasferito da poco in questo Comune, cosa devo fare per essere iscritto nelle liste elettorali?

Nulla, perché l'iscrizione avviene d'ufficio a seguito della iscrizione nell'Anagrafe della popolazione residente. Conseguentemente alla iscrizione nelle liste elettorali, verrà emessa una tessera elettorale a suo nome che le verrà consegnata presso la sua residenza tramite messo comunale. Nel caso di mancato recapito per assenza le verrà lasciata una cartolina-avviso nella cassetta della posta con l'invito a presentarsi all'ufficio elettorale per il ritiro della tessera in giacenza. Le ricordiamo che in questo caso sarebbe opportuno non ritrovarsi a dover ritirare la tessera nell'approssimarsi della data delle elezioni, quando, nonostante l'apertura straordinaria, l'affluenza di pubblico è sempre particolarmente elevata, bensì appena ricevuto l'avviso di giacenza.

Non ho votato per alcuni anni e non mi sono mai interessato di ritirare la tessera elettorale nonostante l'avviso di giacenza che ho ricevuto a suo tempo, come devo fare adesso per poter votare?

Si dovrà presentare presso l'ufficio elettorale con un valido documento di identità, per ritirare la tessera.

Ho cambiato casa recentemente all'interno del territorio comunale, cosa devo fare per avere la tessera elettorale aggiornata?

In caso di trasferimento di residenza all'interno del Comune la tessera elettorale di cui si è in possesso resta ugualmente valida, basta apporre negli appositi spazi il tagliando adesivo, che perverrà per posta al domicilio dell'elettore, riportante i dati variati. Il tagliando viene emesso solo nel caso in cui il cambio di via comporti cambio della sezione elettorale.

Ho smarrito/mi è stata rubata la tessera elettorale, cosa devo fare per avere il duplicato?

Come previsto dalla normativa vigente (art. 4 comma 6 D.P.R. 299/2000) deve rivolgersi all'ufficio elettorale con un valido documento di riconoscimento e copia della denuncia di furto presentata ai competenti organi di pubblica sicurezza oppure, in caso di smarrimento, dichiarazione sostitutiva.

La mia tessera invece si è deteriorata , come mi devo comportare ?

Se la sua tessera è deteriorata al punto da non poter essere più utilizzata (in quanto non sono più visibili i dati in essa indicati, ecc.) è sufficiente che si presenti all'ufficio elettorale che le rilascerà immediatamente una nuova tessera, dietro consegna dell'originale deteriorato.

Nel caso di ricovero in  ospedale o luogo di cura come posso esercitare il diritto di voto?

Sì. Gli interessati (regolarmente iscritti nelle liste elettorali) dovranno fare richiesta della loro volontà di esprimere il voto tramite l'ospedale o il luogo di cura, che si farà carico di inoltrare la richiesta al Comune entro il terzo giorno antecedente la data della votazione (cioè entro il giovedì antecedente i giorni delle votazioni). E' evidente che saranno comunque ammesse al voto le persone ricoverate successivamente.

In quali casi posso essere aiutato (accompagnato in cabina) ad esercitare il mio diritto di voto?

Per gli elettori fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità e comunque in genere per gli elettori portatori di handicap impossibilitati ad esercitare autonomamente il diritto di voto la legge prevede che gli stessi possano esprimere il voto con l'assistenza di un altro elettore che sia stato volontariamente scelto come accompagnatore.
L'impedimento dovrà essere dimostrato mediante esibizione di apposito certificato rilasciato immediatamente, gratuitamente e in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche, dal funzionario medico designato dai competenti organi dell'Azienda Sanitaria Locale. Tale certificato medico deve attestare che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore.
Il cittadino in difficoltà può scegliere liberamente da chi farsi accompagnare in cabina elettorale al momento del voto: l'accompagnatore potrà essere anche persona residente in altro comune. Si precisa che l'accompagnatore potrà effettuare tale assistenza per una sola persona.
Per agevolare l'accesso al voto cosiddetto "assistito" il legislatore ha introdotto la possibilità di richiedere al Comune di iscrizione elettorale l'apposizione di un timbro sulla tessera elettorale personale che attesti il diritto permanente all'esercizio del voto assistito, evitando così la necessità di richiedere le certificazioni mediche in occasione di ogni tornata elettorale.
Il timbro riporta una dicitura codificata che verrà apposta dall'Ufficio Elettorale su domanda, corredata dalla documentazione sanitaria rilasciata dall'ASL attestante esplicitamente che l'elettore è impossibilitato ad esercitare autonomamente il diritto di voto. La domanda per ottenere l'apposizione del timbro permanente sulla tessera elettorale personale può essere presentata anche da persona diversa dall'interessato purché in possesso di delega su carta semplice, la tessera elettorale del richiedente in originale e fotocopia del documento di identità dell'interessato.

Se sono ammalato posso esercitare il mio diritto di voto a casa?

Solo in particolarissimi casi. Il cosiddetto "voto domiciliare", introdotto con la Legge n. 22/2006, è stato riformulato con la Legge 7 maggio 2009 n. 46 ed adesso riguarda non solo gli elettori affetti da gravi infermità, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, ma anche tutti quegli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dalle abitazioni in cui dimorano risulti impossibile. La dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui l'elettore dimora deve essere presentata all'ufficio elettorale in un periodo compreso tra il 40° ed il 20° giorno antecedente la data della votazione. Alla dichiarazione devono essere allegati la copia della tessera elettorale ed un certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dall'Azienda Sanitaria Locale in data non anteriore al 45° giorno antecedente la votazione. Tale certificazione dovrà riprodurre, per non indurre incertezze, l'esatta formulazione normativa, attestando quindi la sussistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1, dell'art.1 della legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato.
Il presidente della sezione elettorale nelle quale l'elettore è iscritto, il segretario ed uno scrutatore, si recheranno a casa dell'elettore nell'orario di apertura dei seggi e raccoglieranno il voto presso la sua dimora.
Non è possibile quindi raccogliere a casa il voto di elettori fisicamente impediti per ragioni diverse da quelle sopraindicate. 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 09/04/2015 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!