Orti urbani. Come fare domanda

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Da lunedì 3 e fino al 28 febbraio sarà possibile presentare la domanda per l'assegnazione di un orto urbano attraverso un bando pubblico.  L'Amministrazione ha infatti deciso di destinare a orti urbani un terreno di proprietà comunale in località Montesecco diviso in 35 appezzamenti di 72 metri quadrati ciascuno, da concedere a titolo gratuito per tre anni per favorire attività di coltivazione senza fine di lucro. Gli assegnatari, infatti, potranno realizzare coltivazioni di ortaggi solo per il consumo personale e della propria famiglia.

Possono presentare la domanda per la concessione di un orto tutti i cittadini maggiorenni residenti nel territorio comunale da almeno un anno dalla data di pubblicazione dell'avviso. L'assegnazione degli orti avverrà attraverso una graduatoria con particolare attenzione alle fasce più deboli della popolazione.  L'orto non potrà essere concesso a chi svolge principalmente attività agricola.  Ad ogni nucleo familiare non potrà essere dato più di un appezzamento. Attraverso apposite convenzioni si potrà stabilire di concedere una parte degli appezzamenti di terreno destinati ad orto sociale ad associazioni onlus che si occupano di persone disabili o disagiate.

La concessione dell'orto, che ha una durata massima di tre anni, potrà essere rinnovata per lo stesso periodo e non potrà essere trasferita ad altri soggetti. Sull'area assegnata non si potrà svolgere attività diversa da quella della orticoltura. La produzione non potrà dare adito ad attività commerciale o comunque a scopo di lucro e dovrà essere rivolta unicamente al conseguimento di prodotti per uso familiare.

Nel bando sono previste anche tutta una serie di regole che vanno dal rispetto dei confini dell'appezzamento di terreno a mantenere l'orto in condizioni decorose, dal divieto di accendere fuochi a non accumulare materiali di scarto né oggetti che possano causare degrado.

La coltivazione dovrà essere effettuata seguendo tecniche ecocompatibili con l'agricoltura biologica. E' infatti vietato l'impiego di diserbanti, disseccanti e antigermoglianti. Per annaffiare gli orti si potrà attingere da un pozzo artesiano esclusivamente riservato a questo uso.

Pubblichiamo qui sotto il bando per l'assegnazione degli orti e il modulo di domanda; i documenti possono essere ritirati anche all'ufficio verde in via dei Macelli 11/C. La domanda, una volta compilata, va consegnata al protocollo del Comune, all'interno del Palazzo comunale in piazza del Duomo, aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13.

Scarica il bando

Scarica la domanda

 

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 03/02/2014 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!