I musei comunali di Pistoia. Nuove prospettive, antiche identitÓ

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

Da giovedì 3 a domenica 6 ottobre il programma I musei comunali di Pistoia. Nuove prospettive, antiche identità riunisce in un calendario serrato di appuntamenti le iniziative che i tre istituti museali gestiti direttamente dal Comune di Pistoia dedicano alla valorizzazione delle civiche raccolte d’arte, dei prestigiosi edifici che le conservano e della specificità artistica della città, nonché alla riflessione sui possibili sviluppi delle proprie funzioni. Il tutto grazie ad un proficuo scambio di relazioni con il mondo della ricerca scientifica e delle istituzioni che con Pistoia condividono un’idea della cultura come motore di crescita civile e democratica, saldamente intrecciata, dunque, con i processi educativi di cittadini consapevoli. In questo contesto il Museo Civico, Palazzo Fabroni e la casa-studio Fernando Melani costituiscono il nucleo centrale della rete museale pistoiese, impostato sulla linea di continuità ‘antico – moderno – contemporaneo’ e insieme aperto a scenari di sviluppo  sulle infinite possibilità dei linguaggi delle arti visive.

Ecco in dettaglio il programma:

giovedì 3 ottobre alle 17 a palazzo Fabroni presentazione del volume “Il museo e la citta’-vicende artistiche pistoiesi del Quattrocento” (testi di Andrea De Marchi, Giacomo Guazzini, Linda Pisani e Andrea Staderini- editore gli Ori). Il volume, promosso e realizzato dal Comune di Pistoia/Museo Civico in collaborazione con il Dipartimento SAGAS (Storia Archeologia Geografia Arte Spettacolo) dell’Università degli Studi di Firenze e con il contributo della Fondazione Banche di Pistoia e Vignole - Montagna Pistoiese, raccoglie i testi delle conferenze del ciclo Il museo e la città che, giunto alla sua terza edizione, nella primavera 2012 intese ricostruire, per tracce selezionate e aggiornate sugli studi più recenti, le vicende artistiche pistoiesi del XV secolo.

Alla presenza degli autori, intervengono Elena Becheri, Assessore alla Cultura del Comune di Pistoia;  Franco Benesperi, Presidente della Fondazione Banche di Pistoia e Vignole - Montagna Pistoiese; Andrea De Marchi, docente di Storia dell'Arte Medioevale all'Università di Firenze.Coordina Elena Testaferrata, responsabile dei musei comunali di Pistoia. La partecipazione è gratuita e non occorre prenotazione.

venerdì 4 ottobre alle 15.30 a Prato, Museo di Palazzo Pretorio “Da Donatello a Lippi officina pratese”,visita guidata alla mostra con Andrea De Marchi. Curata da Andrea De Marchi e Cristina Gnoni Mavarelli, la rassegna riporta a Prato, che nel Quattrocento conobbe la sua stagione artistica più alta, i capolavori realizzati in città dai maestri del Rinascimento (Donatello, Paolo Uccello, Filippo Lippi, solo per citarne alcuni) e oggi dispersi nei musei di mezzo mondo. Con la mostra si riaprono finalmente le porte di Palazzo Pretorio, monumento simbolo della città, chiuso da oltre 16 anni per lavori di restauro, che dal 2014 ospiterà il rinnovato museo con un allestimento capace di valorizzare la bellezza dei suoi saloni e delle sue raccolte d’arte.

Alla visita guidata possono partecipare un massimo di 25 persone. E’ pertanto obbligatoria la prenotazione da effettuare al numero 0573 371277 (tutti i giorni ore 10.00/14.00). La quota di partecipazione è di 8 euro. 

Sabato 5 ottobre, in occasione della nona edizione della Giornata del Contemporaneo promossa dall'Associazione dei Musei di Arte contemporanea Italiani, alle 11 e alle 16 visite guidate alla Casa-studio Fernando Melani e Palazzo Fabroni. La casa-studio di Fernando Melani può essere considerata testo di eccellenza per lo studio dell'arte contemporanea, oltre che elemento importante e singolare del sistema museale cittadino. L’edificio costituisce altresì un naturale compendio alla visita di Palazzo Fabroni nella cui collezione permanente due sale sono interamente dedicate all’artista pistoiese e al suo itinerario di ricerca e di studio attraverso i principali movimenti dell’arte della seconda metà del Novecento. Le visite guidate sono a cura del Comune di Pistoia e di Artemisia associazione culturale. La partecipazione è gratuita, ma è richiesta la prenotazione da effettuare al numero di Pistoiainforma 800 012146.

Alle 18.00 a palazzo Fabroni presentazione del video Parchi d’arte contemporanea in Toscana- appunti di viaggio”, di Matteo Frittelli. Il territorio toscano vanta la più alta concentrazione italiana di luoghi dedicati all’arte ambientale, ovvero a quel processo per cui gli artisti contemporanei con le loro opere entrano in risonanza e in armonia con la natura e il paesaggio circostante. Una presenza assai diffusa tanto da coprire quasi interamente ogni zona della nostra regione e da disegnare dei veri e propri percorsi complementari e integrati alle altrettante numerose istituzioni che promuovono l’arte del nostro presente in Toscana. A Pistoia la vasta ed esemplare operazione di arte ambientale della Fattoria di Celle, ai margini geografici del territorio comunale, è in continuo e proficuo scambio con la città e con il mondo internazionale dell'arte.

Dopo la guida cartacea Parchi d’arte in Toscana la Regione Toscana ha prodotto, in collaborazione con il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, il video realizzato da Matteo Frittelli che per una durata di circa 18 minuti documenta, con la suggestione delle immagini in movimento, i diversi parchi d’arte in cui è ben visibile il dialogo che gli artisti hanno creato con l’ambiente circostante. Interventi previsiti di: Samuele Bertinelli, Sindaco di Pistoia; Massimo Gregorini, Dirigente responsabile Settore Valorizzazione del Patrimonio Culturale della Regione Toscana; Fabio Gori, Fattoria di Celle. Coordina Elena Testaferrata, responsabile dei musei comunali di Pistoia.

Per l’occasione è previsto un aperitivo in terrazza e l’apertura serale straordinaria di Palazzo Fabroni a ingresso gratuito fino alle 22. 

Domenica 6 ottobre alle 16, in occasione della X Giornata Nazionale degli Amici dei Musei promossa dalla Federazione Italiana degli Amici dei Musei sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, in collaborazione con l'associazione Amici dei Musei e dei Monumenti di Pistoia, “Il Palazzo e il Museo- storia delle collezioni civiche attraverso le opere conservate nel palazzo comunale di Pistoia”, visita tematica a cura di Alice Parri. Il Palazzo Comunale è il monumento simbolo di Pistoia, sede del governo cittadino, maestoso esempio di architettura civile, eretto a partire dalla fine del XIII secolo. Oltre ad ospitare il Museo Civico, istituito ufficialmente in questa sede nel 1922, conserva nelle sue sale significative testimonianze d’arte attinenti alla storia dell’edificio e alla progressiva costituzione delle raccolte civiche. Il percorso conduce quindi alla visita della Sala Maggiore, della Sala Ghibellina o di Grandonio, della Cappella di Sant’Agata e della Sala Guelfa, nonché dei prestigiosi ambienti che ospitano la principale istituzione museale cittadina. La partecipazione alla visita è gratuita, ma è richiesta la prenotazione da effettuare al numero 0573 371277 (tutti i giorni ore 10.00/14.00).

Scarica il depliant dell'iniziativa

 

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 02/10/2013 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!