Permessi ZTL: nuove regole

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email
 Diminuiscono le autorizzazioni rilasciate alle autorità, mentre resta sostanzialmente invariato, ma con qualche facilitazione, il sistema di transito e sosta nella Zona a Traffico Limitato per i residenti e i commercianti.E' stata pubblicata l'ordinanza che disciplina il modo di circolare e parcheggiare all'interno della ZTL cittadina, il Comparto Sala e l'Area Pedonale Urbana. Il dispositivo, frutto di una profonda revisione operata sulla ordinanza n.12 dell'11 gennaio 2011 finora in vigore, prevede il rilascio di permessi a 8 categorie. Alla prima categoria appartengono i residenti, nonché i clienti delle strutture ricettive collocate in ZTL. Per i residenti si prevedono ancora un massimo di 3 permessi per ogni nucleo familiare, con il diritto al transito, la sosta senza limiti negli spazi riservati e in quelli a pagamento esterni alla ZTL o nel settore prospiciente l'abitazione.
Come importante novità, si introduce la possibilità di fermata per carico e scarico fino a 30 minuti, (è necessario esporre sul mezzo il disco orario), anche in divieto di sosta, purché non venga intralciata la circolazione, questo per facilitare i residenti in operazioni come far scendere dall'auto bambini piccoli, scaricare pacchi della spesa ed altro.
Sempre a servizio dei residenti, ed in particolare per venire incontro alle necessità delle persone anziane che abitano in centro storico, l'ordinanza prevede poi, per la prima volta, il rilascio di una autorizzazione temporanea a familiari o persone incaricate che prestano assistenza.
Resta tutto uguale per la categoria n.2 dei garage, che autorizza al transito all'interno della ZTL coloro che possiedono un'autorimessa privata o quanti accedono alle autorimesse pubbliche (garage San Pietro; garage Milano; garage Roma), utilizzando sempre il percorso previsto nella stessa autorizzazione. Novità si registrano invece nella categoria n.3, creata ex novo, e che recupera in parte, riducendole fortemente, le autorizzazioni della vecchia categoria 8, ora cassata. Sotto il titolo di "servizi e istituzioni di interesse generale" sono infatti ricompresi la Prefettura, il Tribunale, la Procura, la Questura, la Provincia e il Vescovado, ma anche i veicoli del Comune e della Asl.
Delle 168 autorizzazioni fino ad oggi in uso alle autorità cittadine, saranno solo 50 quelle che potranno essere riattivate in base alla nuova ordinanza. In particolare potranno servirsi del permesso (che dà diritto al transito e sosta) il prefetto ed il suo vicario, il procuratore della Repubblica e i sostituti procuratori, il presidente del Tribunale e i giudici, il questore, il presidente della Provincia, il vescovo e il vicario. Sindaco, assessori e consiglieri comunali vi avevano già rinunciato al momento dell'insediamento.
I veicoli delle altre amministrazioni pubbliche potranno accedere alla ZTL, ma non vi potranno sostare: potranno invece farlo, gratuitamente, nei parcheggi blu esterni.
Per le attività commerciali (categoria 4) sono previste, come finora già succedeva, tre fasce orarie per circolare e sostare per il carico e scarico delle merci; mentre gli artigiani riparatori, pasticceri e panificatori che hanno il laboratorio nella zona a traffico limitato (categoria 5) potranno circolare dalle 8 del mattino alle 20 con sosta fino ad un'ora. La novità introdotta per queste due categorie sta nel fatto che d'ora in poi potranno circolare anche nei giorni festivi secondo il proprio orario. Quando poi, dopo il 21 marzo, sarà attivato il divieto di transito in ZTL per le 24 ore giornaliere, per alcune tipologie di commercianti si amplierà l'orario di entrata o d'uscita dal centro cittadino, proprio per consentir loro di svolgere senza problemi la propria attività. La disciplina della categoria sesta, quella dei medici, rimane invariata (transito consentito e sosta fino ad un massimo di mezz'ora); quella n.7 è dedicata alla stampa e tv e prevede transito e sosta in ZTL come regolata sul posto. Eliminata, come detto, la vecchia categoria n.8, si passa alla categoria 9 a cui afferiscono le aziende erogatrici di servizi di pubblica utilità e quindi mezzi per la raccolta dei rifiuti, mezzi per la manutenzione delle condutture dell'acqua, gas, luce, telefono. Tutti questi potranno transitare e sostare in ZTL nel rispetto delle norme del Codice della strada. La nuova ordinanza entra in vigore lunedì 18 febbraio 2013 ed è consultabile all'albo on-line del Comune. Le singole richieste dei cittadini verranno valutate caso per caso dalla Polizia Municipale nel rispetto di ciò che l'ordinanza stessa stabilisce.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Polizia Municipale ai numeri 0573-371981 oppure 371962 nei giorni di lunedì e mercoledì dalle 15 alle 18, martedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 12. Fino al 21 marzo gli uffici della PM osserveranno un'apertura più ampia: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.30, sabato dalle 9 alle 12. Chi preferisce può scrivere all'indirizzo email ztl@comune.pistoia.it.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 18/02/2013 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!