Giorno della Memoria 2013

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email
Comune di Pistoia - Comitato Unitario per la Difesa delle Istituzioni Repubblicane

 Torna il Giorno della Memoria
Abbiamo bisogno di ricordare, di ricordare come atto di verità. Ma la memoria non è solo ricordo, non è una ricorrenza. La memoria è un'azione, un impegno morale, un atto di consapevolezza che unisce tra loro le persone per costruire una coscienza pubblica. La memoria serve per far qualcosa. È un atto che entra dentro di noi dal passato e arricchisce la nostra capacità di comprendere e di agire.
Come dimenticare la mostruosità inconcepibile delle leggi razziali, l'annientamento del popolo ebraico, il martirio di tanti: oppositori politici antifascisti, sinti e rom, gruppi religiosi, omosessuali e disabili.
Tutto questo interroga in modo ancora attuale la coscienza collettiva e pone sulla bilancia della storia interrogativi universali che riguardano ognuno di noi e ogni generazione.
La memoria riguarda e interroga il presente.
E perché la memoria pubblica possa diventare coscienza collettiva occorre porre lo sguardo su quel tempo e su quella tragedia trasformandolo in uno strumento di lettura del nostro tempo, della nostra condizione presente, delle cose inedite che ci troviamo di fronte.
Siamo impegnati quotidianamente per far in modo che il 27 gennaio non sia solo un giorno di memoria dei crimini del passato, ma un'azione continua contro tutti i pregiudizi del presente, qui, dove noi viviamo, nelle comunità di cui siamo responsabili.
Una memoria vigile, che si deve estendere in ogni momento della nostra vita pubblica e privata per non cadere nel pericolo di essere accondiscendenti o silenti di fronte alle discriminazioni di oggi. Abbiamo il compito di mantenere sveglie le nostre coscienze e quelle delle persone intorno a noi, perché ciò che è accaduto e ha negato la vita a chi era considerato diverso non possa più capitare.
E che Pistoia e la sua provincia siano realtà in grado di accogliere e dialogare è la garanzia per il nostro futuro e il modo migliore per onorare la memoria di coloro che nei lager nazisti hanno perso la vita.

Sabato 19 gennaio - Sabato 2 febbraio
Biblioteca San Giorgio - via Pertini

Nessuna differenza?!

Illustrazioni di Matteo Gubellini
Mostra di tredici tavole tra disegni e foto.
Sono le stesse situazioni, bambini che alzano le mani e bambini che salgono in treno... Simili però solo in apparenza, perché contrappongono una situazione normale e serena, che ogni bambino può incontrare oggi, nella sua vita quotidiana, ad avvenimenti (l'orrore del nazismo e dei campi di sterminio) che si spera e si crede non debbano più ripetersi.
Situazioni a confronto che impongono l'uso della memoria. Sta a noi riconoscere, oggi come ieri, qual è la differenza!
Libro disegnato da Matteo Gubellini
per le edizioni Prìncipi & Princípi
in collaborazione con la Regione Toscana.

Giovedì 24 gennaio, ore 10
Biblioteca San Giorgio, Auditorium Terzani - via Pertini
Presentazione del libro

Psichiatria e razzismo

a cura di
Bruno Norcio e Lorenzo Toresini
Pistoia, Centro di documentazione, 2012
Si tratta della ristampa di un testo che uscì nel marzo 1994, cinquant'anni dopo la gravissima persecuzione nazista perpetrata ai danni di pazienti ebrei del manicomio di Trieste che furono prelevati il 24 marzo 1944 dalle SS e inviati ai campi di sterminio.
Partecipano:
Bruno Norcio, già Primario Psichiatria, Dipartimento salute mentale, Trieste
Lorenzo Toresini, Primario Psichiatria, Merano
Vincenzo Pastore, già Direttore Dipartimento Salute mentale di Livorno e Segretario nazionale di Psichiatria Democratica

Venerdì 25 gennaio, ore 9
Centro culturale Il Funaro - via del Funaro 16/18
 Il Treno della Memoria
Presentazione del volume
a cura di Furio Biagini
e interventi degli autori dei racconti.
A seguire "Il teatro della Memoria"
performance dei ragazzi degli Istituti Einaudi,
Pacini e Forteguerri di Pistoia
a cura del gruppo Abythos di Pistoia

Venerdì 25 gennaio, ore 21
Sala Maggiore del Palazzo comunale - piazza del Duomo
 Concerto per la Memoria
Il Coro Città di Pistoia esegue canti della tradizione ebraica popolare e colta, alcune composizioni corali composte da musicisti ebrei detenuti nei Lager nazisti, brani di autori contemporanei e canti di libertà.
Dirige il Maestro Gianfranco Tolve
Serata a cura della Fondazione giorgio Tesi Onlus

Sabato 26 gennaio, ore 10
Biblioteca San Giorgio, Auditorium Terzani - via Pertini

Incontro con le Persone Libro di Firenze

dell'Associazione "Donne di carta"
con alcune classi degli istituti superiori pistoiesi.
La biblioteca ha predisposto una rassegna bibliografica sul tema legato al Giorno della Memoria con schede di libri destinati a bambini e ragazzi

Sabato 26 gennaio, ore 17
saletta Incontri dell'Ufficio Cultura - via Sant'Andrea, 16
Presentazione del volume
 Testimonianze della Seconda Guerra Mondiale
a cura della Professoressa Maria Lorello e delle classi IIIA, IIIC, IIID della Scuola Media A.Roncalli di Pistoia - A.S.2011/2012
edito dall'Istituto Storico della Resistenza di Pistoia
Presenta Fabio Giannelli
Direttore dell'Istituto Storico della Resistenza di Pistoia

Domenica 27 gennaio, ore 17
Sala Maggiore del Palazzo Comunale
 Brundibar. Opera per bambini in due atti
(versione di Terezin)
di Hans Krasa
Libretto di Adolf Hoffmeister
Solisti e coro di voci Bianche
dell'Accademia Musicale di Firenze e
della Scuola di Musica di Scandicci

Esecuzione Musicale del Gams Ensemble
diretto da Volfango Dami
Direttore Lucia De Caro
Questo piccolo capolavoro, abbozzato dal compositore cèco già nel 1938, venne completato a Terezín (dove Krása era stato internato) nel 1941. L'opera fu rappresentata per la prima volta il 23 giugno 1943 dai ragazzi deportati a Terezin in occasione della visita della Croce Rossa Internazionale e venne replicata per ben 55 volte in pochi mesi. La trama, che apparentemente ha tutte le caratteristiche di una storia per ragazzi, rivela metaforicamente l'anelito di vittoria contro la prepotenza e la malvagità, la speranza di giustizia e di libertà. Questo spirito era ben sentito dagli stessi bimbi protagonisti dell'opera come testimonia un sopravvissuto: "Quando noi cantavamo dimenticavamo la fame, dimenticavamo dove fossimo; quando eravamo in scena dimenticavamo ogni cosa e quando alla fine cantavamo la canzone della vittoria immaginavamo di aver sconfitto Hitler. C'era tanto potere in questa musica, tanto potere!".
L'Opera Brundibar è inserita nella rassegna InContemporanea curata da Nadia Tirino.

Giovedì 31 gennaio, ore 21
Centro Culturale Il Funaro - via del Funaro, 16/18
 Il giorno della memoria
Letture sulla Shoa
a cura di Loriano Della Rocca e
degli allievi del laboratorio
 Tutti gli eventi sono a ingresso libero





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 17/01/2013 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!