Fermiamo la strage silenziosa!

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email
 Per tornare a riflettere sulla violenza contro le donne, sabato e domenica l'assessorato alle Pari Opportunità del Comune promuove due iniziative a Pistoia. Sabato 22 dicembre alle 15.30 nel giardino della biblioteca San Giorgio sarà piantata un'altra rosa in memoria di Beatrice Ballerini. Il fiore si aggiunge alle altre 104 rose già messe a dimora in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne il 25 novembre scorso. Nell'occasione sarà installata una targa per intitolare "Giardino delle rose" l'area a verde della biblioteca, spazio dedicato al ricordo delle donne uccise da mariti, fidanzati, padri e fratelli.

 

Il secondo appuntamento, domenica 23 dicembre, prevede in tutti i campi sportivi comunali e provinciali l'osservazione di un minuto di silenzio e raccoglimento durante il quale verrà recitato lo slogan della Federazione italiana gioco calcio: "La violenza sulle donne è un problema degli uomini. Insieme possiamo vincere questa partita".

 

Il Comune di Pistoia ha istituito un ufficio dedicato alle pari opportunità (contattabile ai numeri telefonici: 0573/371602 e 0573/371475, mail e.gori@comune.pistoia.it, m.pagliaro@comune.pistoia.it) che programmerà la propria attività in coerenza con quanto stabilito dalla Convenzione di Istanbul, sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica.

 

Le donne che hanno subito o subiscono violenze o maltrattamenti fisici, psicologici, economici, sessuali o stalking possono rivolgersi al Centro Aiutodonna, chiamando in maniera del tutto riservata il numero telefonico 0573/21175 nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12,  martedì dalle 15 alle 17. Il servizio, che mette insieme enti, istituzioni, organizzazioni sindacali e associazioni di volontariato, è coordinato dal Comune e opera su tutti gli undici Comuni dell'area pistoiese (Pistoia, Abetone, Agliana, Cutigliano, Marliana, Montale, Piteglio, Quarrata, Sambuca, San Marcello, Serravalle). Le donne che decidono di contattare il Centro saranno accolte da un'operatrice che valuterà la situazione riferita e le indirizzerà ai servizi in grado di aiutarla, mettendo in moto un percorso di uscita dalla violenza, al quale si affiancherà, di volta in volta e secondo le necessità, una consulenza sociale, psicologica, legale, ginecologica. Tutti i servizi messi a disposizione delle donne che subiscono violenza o maltrattamento sono completamente gratuiti. Il servizio garantisce un ascolto competente e assolutamente rispettoso della privacy delle donne che decidono di rivolgervisi: una volta valutata la situazione e delineato il percorso di uscita dalla violenza, sarà poi la donna a decidere se e come procedere.

 

Inoltre, nell'area pistoiese, è presente il Centro Antiviolenza LibereTutte di Montecatini Terme, un luogo dove affrontare ed elaborare il trauma della violenza e gli effetti che questa produce.  Il Centro (consultabile al link: http://www.liberetutte.org/- mail: info@liberetutte.org) dispone di un centralino telefonico informativo ed è in grado di fornire consulenza legale, sostegno psicologico e, se necessario, un rifugio temporaneo. Il centralino telefonico di LibereTutte, raggiungibile al numero 340.6850751 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19, consente di richiedere informazioni e prenotare un appuntamento per un colloquio.





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 21/12/2012 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!