Incentivi per il diritto allo studio

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email
 Comune di PistoiaBando pubblico per l'erogazione dei benefici individuali relativi al diritto allo studio

Anno scolastico 2012 - 2013


Il Comune di Pistoia adotta il presente avviso in coerenza ed attuazione dei seguenti provvedimenti:
 Legge n° 62 del 10.3.2000 "Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio ed all'istruzione" ed il D.P.C.M. n. 106/2001 attuativo della stessa;
 D.Lgs. n. 109 del 31.8.1998 e successive modifiche, inerente la definizione di criteri unificati di valutazione della situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali agevolate;
 D.L. 6.12.2011 n. 201, art. 5 comma 1, come modificato dal D.L. 6.7.2012 n. 95, art. 23 comma 12-bis, convertito con L. 7.8.2012 n. 135;
 L.R. 32/2002 del 26.07.2002 "Testo Unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro";
 Decreto Presidente G.R. n. 47 dell'8.8.2003 "Regolamento di esecuzione della L.R. 32/2002" e sue modifiche;
 Deliberazione del Consiglio Regionale n. 32 del 17.4.2012 di approvazione del "Piano di Indirizzo Generale integrato 2012-2015" ex art. 31 della legge regionale 26 luglio 2002, n. 32;
 Deliberazione della Giunta Regionale n. 494 del 4.6.2012 avente ad oggetto "Diritto allo studio scolastico - Indirizzi per l'anno scolastico 2012-2013";
 Deliberazione della Conferenza zonale per l'Istruzione della Zona Pistoiese n. 3 del 19/09/2012 ;
 Determina dirigenziale n. 1942 del 24/09/2012;

Art. 1
FINALITA'

Il presente bando è finalizzato all'erogazione degli incentivi economici individuali per il diritto allo studio, attraverso la formulazione di una apposita graduatoria in ordine crescente di reddito (valore ISEE), senza distinzione di ordine e grado di scuola, fino all'esaurimento dei fondi disponibili, con esclusione eventuale a partire dai redditi più alti, secondo le disposizioni previste negli articoli sotto indicati.

Art. 2
PACCHETTO SCUOLA

È un beneficio destinato agli studenti residenti in Toscana iscritti alla scuola primaria o secondaria di primo o secondo grado, statale, paritaria privata o degli Enti Locali, appartenenti a nuclei familiari con indicatore economico equivalente (ISEE) non superiore a € 15.000,00, finalizzato a sostenere le spese necessarie per la frequenza scolastica (libri scolastici, altro materiale didattico e servizi scolastici) che viene corrisposto ai beneficiari secondo i seguenti importi:
- Scuola primaria: € 84,00;
- Scuola secondaria di primo grado:
 I anno - € 147,00;
 II e III anno - € 105,00;
- Scuola secondaria di secondo grado:
 I anno - € 196,00;
 II anno - € 119,00;
 III, IV e V anno - € 133,00.

Art. 3
REQUISITI PER L'ACCESSO AL BENEFICIO

A) Requisiti economici: ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) del nucleo familiare di appartenenza dello studente non superiore ad €. 15.000,00 (redditi 2011).
B) Requisiti di merito per gli studenti della Scuola primaria e Secondaria di I grado e per il primo biennio della Scuola Secondaria di II grado: il beneficio può essere richiesto una sola volta per lo stesso anno di corso di studi, ovvero non è consentito richiedere il beneficio già ottenuto l'anno precedente in caso di ripetenza dello stesso anno.
C) Requisiti di merito per gli studenti della Scuola Secondaria di II grado iscritti al III, IV e V anno: per poter richiedere il beneficio occorre aver conseguito la promozione alla classe successiva nell'anno scolastico precedente a quello di presentazione della domanda di beneficio.
D) Requisiti anagrafici: residenza nel Comune di Pistoia; età non superiore a 20 anni alla data di pubblicazione del bando.

Art. 4
MODALITA', CONDIZIONI E TEMPI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Il Pacchetto Scuola viene assegnato agli studenti aventi i requisiti, sino ad esaurimento delle risorse disponibili, sulla base di un'unica graduatoria comunale stilata in ordine crescente di valore ISEE, senza distinzione di ordine e grado di scuola.
Possono altresì richiedere il beneficio al proprio Comune di residenza gli studenti toscani frequentanti scuole localizzate in altra regione contermine, qualora questa riservi i benefici per il diritto allo studio esclusivamente ai propri residenti.
Il pacchetto scuola è parzialmente cumulabile con la fruizione del comodato gratuito dei libri di testo. In caso di accesso al comodato gratuito dei libri di testo, potrà essere concesso il pacchetto scuola per la parte eccedente il valore dei testi ricevuti in comodato fino a concorrenza dell'importo previsto.
I benefici di cui al presente bando non sono cumulabili con analoghi benefici concessi ai richiedenti da altri enti (anche privati) o istituzioni.
Il Comune provvederà alla comunicazione ai soggetti beneficiari dell'avvenuta assegnazione del beneficio e del corrispondente ammontare. La fruizione del beneficio avverrà tramite (riscossione diretta). Il richiedente non dovrà produrre documentazione di spesa.

Il requisito economico per la partecipazione al presente bando è legato alla specifica condizione economica del nucleo familiare di appartenenza ed è determinato attraverso il parametro ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) che è un sistema nazionale di determinazione del reddito che tiene in considerazione tutti gli elementi che compongono il patrimonio familiare (e non solo il reddito rilevabile dal CUD, ex 101, o dalla denuncia dei redditi) che consente maggiore equità nell'assegnazione delle provvidenze.
Per conoscere il proprio ISEE è possibile rivolgersi direttamente a: INPS, URP (Uffici per le relazioni con il pubblico dei Comuni), CAF (Centri di Assistenza Fiscale).

La domanda deve essere presentata da parte di un genitore, tutore o dallo studente maggiorenne, al Comune di residenza (gli studenti toscani frequentanti scuole localizzate in altra regione contermine, qualora questa riservi i benefici per il diritto allo studio esclusivamente ai propri residenti, possono richiedere i benefici al proprio Comune di residenza) utilizzando appositi moduli predisposti dall'Ente e reperibili presso la scuola frequentata.
Le domande devono contenere la dichiarazione dell'ISEE del nucleo familiare e dalla copia del documento d'identità del richiedente e devono essere presentate entro e non oltre Mercoledì 31 Ottobre 2012 ore 12,30 mediante consegna presso il Comune di Pistoia, Servizio Educazione e Cultura, via dei Pappagalli, 29 oppure spedizione tramite posta raccomandata a/r all'indirizzo Comune di Pistoia - Servizio Educazione e Cultura - Piazza Duomo - 51100 Pistoia, oppure tramite invio con posta elettronica certificata all'indirizzo comune.pistoia@postacert.toscana.it.
In caso di invio della domanda per posta farà fede la data di spedizione ed il Comune non è responsabile per eventuali ritardi o disguidi del servizio postale.
Informazioni sul presente bando possono essere richieste presso Comune di Pistoia - Servizio Educazione e Cultura - Via dei Pappagalli, 269 - tel. 0573/371818.

Art. 5
ESCLUSIONI

Sono motivi di esclusione:
- la presentazione o l'invio delle domande oltre il termine previsto all'articolo 4 del presente bando;
- l'assenza dei requisiti e delle condizioni previsti dagli artt. 3 e 4 del presente bando;
- la non veridicità di quanto dichiarato nella domanda presentata;
- la domanda priva della documentazione richiesta dall'art. 4 del presente bando.

Art. 6
CONTROLLI E SANZIONI

Il Comune effettua i controlli - ai sensi degli artt. 43 e 71 del DPR 445/2000 e secondo le specifiche procedure e modalità stabilite nei propri regolamenti - sulla veridicità delle dichiarazioni ISEE prodotte.
In caso di dichiarazioni non veritiere, oltre la decadenza del beneficio stesso e la restituzione di quanto eventualmente già erogato, il soggetto interessato perde il diritto a richiedere anche per il futuro gli incentivi di cui al presente atto ed è fatta salva in ogni caso l'applicazione delle norme penali per i fatti costituenti reato.
Gli elenchi dei beneficiari degli incentivi sono inviati alla Guardia di Finanza per l'espletamento dei controlli.

Art. 7
RINVIO

Per tutto quanto non espressamente disciplinato dal presente bando si rinvia alle disposizioni della Deliberazione della Giunta Regionale Toscana n. 494 del 04.06.2012.


Pistoia, 28 Settembre 2012
Il Responsabile del Servizio
Dott. Giovanni Lozzi

 





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 27/09/2012 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!