Elezioni politiche 2013

Stampa paginaVersione PDF della paginaInvia la pagina via email

 

Le votazioni della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica si terranno domenica 24 febbraio e lunedì 25 febbraio 2013. I seggi resteranno aperti domenica 24 dalle 8 alle 22 e lunedì 25 dalle 7 alle 15. Per le norme generali regolanti lo svolgimento delle elezioni si può consultare l'apposita sezione del sito del Ministero dell'Interno e della Prefettura di Pistoia

ultimo aggiornamento 21/02/2013

Per ulteriori approfondimenti ci si può rivolgere all'Ufficio Elettorale Comunale, Via  Santa 5, tel. 0573 371856 - 371816 - 371858 (Sig. Vincenzo Pellegrinetti, Sig.ra Gianna Sardi e Sig. Filippo Camiciotti), fax  0573 371876,  e-mail: ufficioelettorale@comune.pistoia.it
Orario di apertura al pubblico:
Lunedì:  8.10 - 13.00
Martedì: 8.10 - 13.00 - 14.45 -17.15
Mercoledì: 8.10 - 13.00
Giovedì: 8.10 - 13.00 - 14.45 -17.15
Venerdì: 9.00 - 13.00
Dal 19 al 23 febbraio 2013 l'Ufficio Elettorale sarà aperto ininterrottamente dalle ore 9,00 alle ore 19.00; il 24 e 25 febbraio sarà aperto per l'intero orario di apertura dei seggi, anche per il rilascio delle carte d'identità.

QUANDO SI VOTA

domenica 24 febbraio, dalle ore 8.00 alle 22.00
lunedì 25 febbraio, dalle ore 7.00 alle 15.00

Tuttavia, se a tale ora siano ancora presenti nella sala o nelle immediate adiacenze elettori che non hanno votato, il presidente ne fa prendere nota dal segretario e li ammette a votare nell'ordine in cui sono stati annotati (art. 51, secondo comma, del testo unico n. 570/1960).

DOVE SI VOTA

Sulla Tessera Elettorale gli elettori troveranno indicato il numero e l'indirizzo del seggio dove recarsi a votare (vedi elenco ubicazione dei seggi di Pistoia).
Qualora, prima delle elezioni, l'elettore riceva il tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera, egli dovrà recarsi a votare all'indirizzo che risulta dal tagliando.
Si consiglia, comunque, di verificare che l'indirizzo riportato sulla tessera coincida con quello di effettiva residenza. In caso contrario contattare telefonicamente l'Ufficio Elettorale.

Elenco e ubicazione delle sezioni elettorali: (formato PDF, 76 Kb)

Elenco e ubicazione seggi per non deambulanti:  (formato PDF, 73 Kb)

COME SI VOTA

Sia per l'elezione della Camera dei deputati che per quella del Senato della Repubblica l'elettore esprime il voto tracciando un solo segno (una X o un semplice tratto) sul contrassegno della lista prescelta. Non è possibile manifestare "voto di preferenza"; la lista di candidati è, infatti, "bloccata", cioè i nominativi sono presentati in un ordine prestabilito al momento del deposito della lista stessa. E' importante sottolineare che, anche nel caso di liste collegate in coalizione, il segno va sempre posto sul contrassegno della lista che si vuole votare e non sull'intera coalizione

CHI PUO' VOTARE

Per l'elezione della Camera dei Deputati possono votare tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età entro il 24 febbraio 2013.

Per l'elezione del Senato della Repubblica possono votare tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia, che abbiano compiuto il venticinquesimo anno di età entro il 24 febbraio 2013.

Gli iscritti all'A.I.R.E. (italiani residenti all'estero) possono esercitare il diritto di voto per corrispondenza. Possono altresì esercitare tale diritto in Italia a condizione che abbiano effettuato specifica domanda entro il 3 gennaio 2013 (termine scaduto).  I residenti nei Paesi non attrezzati per il voto per corrispondenza devono obbligatoriamente ritornare in Italia.

COSA OCCORRE PER VOTARE

Per essere ammessi a votare presso la sezione elettorale di appartenenza, è necessario esibire, unitamente ad un documento di riconoscimento, la tessera elettorale.

Chi viene iscritto nelle Liste elettorali per la prima volta (ad esempio chi diventa maggiorenne, chi acquisisce la cittadinanza italiana, chi trasferisce la residenza da un altro Comune) riceve al proprio domicilio la tessera elettorale; in caso di mancato recapito, la tessera rimane in giacenza presso l'Ufficio Elettorale, dove può essere ritirata negli orari di apertura. Il ritiro potrà essere effettuato personalmente dall'interessato o, da parente/affine od altro soggetto, ai quali l'interessato abbia conferito delega scritta. In ogni caso è richiesta l'esibizione del documento di riconoscimento. 

La tessera elettorale riporta l'indicazione delle generalità dell'elettore (nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo), il numero di sede ed indirizzo della sezione elettorale di assegnazione dove è possibile esprimere il diritto di voto.

 

La tessera elettorale è un documento personale a carattere permanente, è gratuito ed è valido per 18 consultazioni.

 

Cosa fare in caso di...

 

  • FURTO della tessera: il titolare della tessera munito di documento di identità deve presentare la denuncia di furto presso l'ufficio elettorale, contestualmente alla richiesta del duplicato della tessera stessa. L'ufficio elettorale ne rilascerà il duplicato.

 

  • SMARRIMENTO della tessera: il titolare della tessera munito di documento di identità deve presentare una dichiarazione sostitutiva della denuncia di smarrimento presso l'ufficio elettorale, contestualmente alla richiesta del duplicato della tessera stessa. L'ufficio elettorale ne rilascerà il duplicato.

 

  • DETERIORAMENTO della tessera: l'elettore potrà richiederne un duplicato presso l'Ufficio Elettorale del comune di residenza, previa presentazione di apposita domanda e riconsegna del documento deteriorato.

 

  • ESAURIMENTO DEGLI SPAZI DISPONIBILI nella tessera per il timbro di avvenuta votazione: l'elettore deve rivolgersi all'ufficio elettorale, che provvede al rinnovo della tessera. E' necessario presentare la vecchia tessera elettorale.

 

La richiesta potrà essere presentata personalmente dall'interessato o, da parente/affine od altro soggetto, ai quali l'interessato abbia conferito delega scritta. In ogni caso è richiesta l'esibizione del documento di riconoscimento. 

Scarica il modello di richiesta di nuova tessera elettorale o duplicato da parte del diretto interessato: (formato PDF, 104 Kb)

Scarica il modello di richiesta di nuova tessera elettorale o duplicato, su incarico dell'interessato: (formato PDF, 67 Kb)

VOTO ASSISTITO

Gli elettori fisicamente impediti ad esprimere da soli il proprio voto hanno diritto di essere accompagnati all'interno della cabina elettorale da un accompagnatore di fiducia scelto fra gli elettori di un qualsiasi comune della Repubblica perché li assista nella espressione del voto.

Per poter essere assistiti da un accompagnatore di fiducia l'elettore può richiedere  la certificazione, che potrà attestare impedimento temporaneo o permanente.

La certificazione di cui sopra può essere richiesta presso l'U.F. Medicina Legale, Via della Quiete, n. 12/E tel. 0573/353876 con il seguente calendario:

- giovedì 21 febbraio ore 9-13;

- venerdì 22 febbraio ore 9-13;

- sabato 23 febbraio ore 9-13;

- domenica 24 febbraio 9-13  15-20;

- lunedì 25 febbraio ore 9-13.

NB: non sono idonee ad attestare l'impedimento al voto certificazioni rilasciate per altre finalità (invalidità ecc.)

L'elettore può richiedere all'Ufficio Elettorale del Comune l'annotazione di avente diritto al voto assistito che consiste nell''apposizione del timbro AVD sulla propria tessera elettorale personale. Tale annotazione evita all'elettore di doversi munire della apposita certificazione medica in occasione di ogni consultazione elettorale.

Gli interessati potranno richiedere l'apposizione di detto timbro presentando la seguente documentazione:

1) Richiesta debitamente compilata e firmata (Scarica il modello di richiesta: (formato PDF, 8 Kb)

2) Documento di identità,

3) Tessera elettorale personale rilasciata dal Comune,

4) Certificato medico attestante l'impossibilità ad esprime personalmente il diritto di voto.

Gli elettori non vedenti che vogliono essere ammessi al voto assistito è sufficiente che esibiscano il libretto nominativo rilasciato dall'Istituto nazionale della previdenza sociale (in precedenza, dal Ministero dell'Interno, Direzione Generale dei Servizi Civili) a norma dell'art. 3 della legge 18 dicembre 1973, n. 854, quando, all'interno del libretto stesso, sia indicata la categoria "ciechi civili" ed è riportato uno dei seguenti codici: 10; 11; 15; 18; 19; 05; 06; 07. Ognuno dei predetti codici attesta, infatti, la cecità assoluta del titolare del libretto.

Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido.

ACCOMPAGNAMENTO AL SEGGIO DI ELETTORI NON DEAMBULANTI

Gli elettori disabili, su sedia a ruote, privi di autonomo mezzo di trasporto, possono richiedere di essere accompagnati dalla loro residenza/domicilio nel territorio del Comune di Pistoia, al più vicino seggio esente da barriere architettoniche, per l'esercizio del diritto di voto, con successivo ritorno all'abitazione di partenza. Il servizio è organizzato dal Comune e verrà attivato a richiesta e su prenotazione dell'elettore.

Come fare per prenotare?
Occorre prenotarsi nell'imminenza della consultazione. Il referente è il sig. Fabio Dolfi tel 3355695031 o fax 0573531672 che riceverà tutte le chiamate del caso e provvederà a attivare il servizio a ogni richiesta.

VOTO DOMICILIARE

Il D.L. 1/2006 prevede  che gli elettori dimoranti nell'ambito del territorio nazionale possano votare a domicilio (art. 1, co.1, L. 7/5/2009, n. 46):

1) gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio dei servizi di cui all'articolo 29 della L. 5/2/1992, n. 104 (ovvero del trasporto ai seggi che viene organizzato dal Comune);

 2) gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano.

La richiesta per essere ammessi al voto domiciliare (utilizzando l'apposito modulo) deve essere consegnata all'Ufficio Elettorale.

domanda per richiesta voto domiciliare (Scarica il modello di richiesta: (formato PDF, 10 Kb))

Gli elettori interessati ed in possesso dei requisiti sopra descritti devono far pervenire al Sindaco del Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti la seguente documentazione:

  • dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo di questa; un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 45° giorno antecedente la data della votazione che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità di cui all'art. 1, comma 1, della legge 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Il medico indicato dalla Asl 3 per la certificazione di cui sopra è il dr. DOMENICO CERULLO, viale Matteotti, 35 (sopra la CISL) - tel. 0573 35 25 04. 

Nel caso sia accertata la sussistenza dei requisiti per l'ammissione al voto domiciliare, verrà inviata apposita comunicazione di autorizzazione al domicilio del richiedente nonchè apposito avviso al presidente del seggio elettorale di appartenenza dell'elettore. Il presidente nei giorni delle votazioni si presenterà al domicilio dell'elettore, magari concordando con il medesimo o con i suoi familiari il relativo orario, e raccoglierà il voto dell'elettore con l'assistenza di uno scrutatore e del segretario.

AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO

In vista delle consultazioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013 si riportano, di seguito, le principali condizioni relative alle agevolazioni di viaggio che saranno applicate dagli Enti e Società competenti, a favore degli elettori che si recheranno a votare presso il proprio comune di iscrizione elettorale.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI FERROVIARI

La Società Trenitalia S.p.A. ha diramato ai propri Uffici territoriali le direttive di competenza, elaborate in base alla "Disciplina per i viaggi degli elettori" che è allegata all'Ordine di servizio n. 31/2012 dell'11 aprile 2012 della medesima società Trenitalia ed è consultabile sul sito www.trenitalia.com, alle voci Informazioni - Servizi - Viaggi degli elettori.
Inoltre, presso le Biglietterie di stazione e le Agenzie di viaggio è affisso un apposito avviso ai viaggiatori ove sono riportate le particolari condizioni che disciplinano i biglietti emessi in favore degli elettori.

Viaggi degli elettori residenti in Italia Vengono rilasciati biglietti ferroviari nominativi esclusivamente in seconda classe e nel livello standard per i viaggi di andata e ritorno, con applicazione della riduzione del 60% del prezzo del biglietto dei treni regionali e del 70% del prezzo Base previsto per tutti gli altri treni del servizio nazionale (Alta Velocità Frecciarossa e Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity notte ed Espressi) e per il servizio cuccette.
L'agevolazione non è valida in prima classe, nei livelli di servizio Executive, Business e Premium, nei servizi vagone letto, nelle vetture Excelsior, nei salottini, nonché su tutti i servizi accessori (ristorazione, ecc.). Lo sconto previsto non è cumulabile con altre riduzioni e/o promozioni ad eccezione delle agevolazioni previste a favore dei ciechi, mutilati ed invalidi di guerra o per servizio e dei possessori di Carta Blu che mantengono comunque il diritto alla gratuità del viaggio per l'accompagnatore.
I biglietti con le riduzioni di cui sopra sono rilasciati dietro esibizione della tessera elettorale e di un documento d'identità. In occasione del viaggio di ritorno l'elettore deve sempre esibire, oltre al documento di riconoscimento personale, la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della sezione e la data di votazione o, in mancanza di essa, un'apposita dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio che attesti l'avvenuta votazione.
La mancanza di uno dei requisiti richiesti darà luogo alle regolarizzazioni previste dalla disciplina per gli elettori e dalle Condizioni Generali di Trasporto dei passeggeri di Trenitalia.
I biglietti hanno un periodo di utilizzazione di venti giorni. Tale periodo decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente l'ultimo giorno di votazione (questo compreso) e, per il viaggio di ritorno, fino alle ore 24 del decimo giorno a partire dall'ultimo giorno di votazione (quest'ultimo escluso).
Pertanto il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 16 febbraio 2013 e quello di ritorno oltre il 7 marzo 2013.

Viaggi degli elettori residenti all'estero Per i suddetti viaggi è prevista l'emissione di un biglietto a tariffa Italian Elector (viaggi internazionali da/per Italia). Tali biglietti sono validi per il treno ed il giorno prenotati e non devono essere convalidati prima della partenza.
La validità del biglietto è di due mesi e, pertanto, il viaggio di andata può essere effettuato al massimo un mese prima del giorno di apertura del seggio elettorale e quello di ritorno al massimo un mese dopo il giorno di chiusura del seggio stesso.
L'agevolazione è applicata su presentazione della tessera elettorale o della cartolina-avviso o della dichiarazione dell'Autorità consolare italiana attestante che il connazionale, titolare della dichiarazione stessa, si reca in Italia per esercitare il diritto di voto, con l'indicazione dell'agevolazione di viaggio spettante. Per questi elettori non è prevista la possibilità di produrre l'autocertificazione in luogo di uno dei documenti sopraindicati.
Qualora la cartolina avviso relativa alle elezioni politiche sia sprovvista dell'apposito riquadro riportante il tipo di agevolazione spettante, non verranno rilasciati dai punti vendita i biglietti con le agevolazioni sopra indicate in quanto nella fattispecie l'elettore ha diritto, ai sensi dell'art. 20 della legge 459/01, al rimborso del 75% del prezzo del biglietto da parte del Consolato, come meglio specificato alle pagine 4 e 5 della presente circolare (Altre agevolazioni di viaggio per alcune categorie di elettori residenti all'estero).
In occasione del viaggio di ritorno l'elettore deve sempre esibire, oltre al documento di riconoscimento personale, la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della sezione e la data di votazione o, in mancanza di essa, un'apposita dichiarazione rilasciata dal presidente del seggio che attesti l'avvenuta votazione.

AGEVOLAZIONI PER I VIAGGI VIA MARE

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Direzione Generale per la Navigazione ed il Trasporto Marittimo e per vie d'acqua interne, ha diramato alle società di navigazione "Compagnia Italiana di Navigazione" e "Compagnia delle Isole" le direttive per l'applicazione, nell'ambito del territorio nazionale, delle consuete agevolazioni a favore degli elettori residenti in Italia e di quelli provenienti dall'estero che dovranno raggiungere il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, per poter esercitare il diritto di voto.
In particolare:
- a tali elettori verrà applicata di norma la tariffa con riduzione del 60% sulla "tariffa ordinaria";
- nel caso in cui gli elettori abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, le biglietterie autorizzate applicheranno sempre la "tariffa residenti" tranne che la "tariffa elettori" risulti più vantaggiosa.
L'agevolazione, che si applica in prima e seconda classe (poltrone, cabine, passaggio ponte), ha un periodo complessivo di validità di venti giorni e viene accordata dietro presentazione della documentazione elettorale e di un documento di riconoscimento. Nel viaggio di ritorno dovrà essere esibita la tessera elettorale, recante il timbro dell'ufficio elettorale di sezione.

AGEVOLAZIONI AUTOSTRADALI

L'Associazione Italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori (A.I.S.C.A.T.), interessata da questa Direzione Centrale in vista dello svolgimento delle consultazioni di cui all'oggetto, ha reso noto che le Concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di gratuità del pedaggio, sia all'andata che al ritorno, per i soli elettori residenti all'estero, che verrà accordata secondo le consuete modalità, su tutta la rete nazionale, con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esenzione di tipo "aperto", sia per il viaggio di raggiungimento del seggio sia per quello di ritorno.
Pertanto, gli elettori residenti all'estero che intendano rientrare in Italia per esercitare il diritto di voto ed usufruire dell'agevolazione di cui trattasi, dovranno esibire direttamente presso il casello autostradale idonea documentazione elettorale (tessera elettorale o, in mancanza, cartolina-avviso inviata dal Comune di iscrizione elettorale o dichiarazione dell'Autorità consolare attestante che il connazionale interessato si reca in Italia per esercitare il diritto di voto) e un documento di riconoscimento e, al ritorno, dovranno esibire, oltre al passaporto o altro documento equipollente, anche la tessera elettorale munita del bollo della sezione presso la quale hanno votato.
Le agevolazioni in oggetto saranno accordate per il viaggio di andata dalle ore 22 del 19 febbraio 2013 e per il viaggio di ritorno fino alle ore 22 del 2 marzo 2013.

AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO PER L'ACQUISTO DI BIGLIETTI AEREI

La legge n.78 dell'1 giugno 2011, ha introdotto per gli elettori una agevolazione di viaggio, nella misura del 40%, per l'acquisto del BIGLIETTO AEREO di andata alla sede elettorale di iscrizione e ritorno, per i viaggi effettuati sul TERRITORIO NAZIONALE.

L'importo massimo rimborsabile NON può essere superiore a 40 € per il viaggio di andata e ritorno per ogni elettore. Le società di navigazione aerea che hanno dato la propria adesione a tali agevolazioni sono ALITALIA e BLUE PANORAMA. Per entrambe le compagnie, le agevolazioni si applicheranno SOLO AI BIGLIETTI RILASCIATI PER VIAGGI DI ANDATA E RITORNO.

L'acquisto dei biglietti ALITALIA può avvenire attraverso le agenzie IATA sul territorio nazionale o contattando il call center della suddetta compagnia.

I biglietti BLUE PANORAMA si acquistano solo mediante il Contact Center al numero 06 98956666 aperto dalle ore 8 alle ore 20 tutti i giorni, festivi inclusi.

Per ulteriori informazione gli elettori interessati potranno fare riferimento alle predette compagnie aeree, visionando eventualmente i rispettivi siti.

 

ALTRE AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO PER ALCUNE CATEGORIE DI ELETTORI RESIDENTI ALL'ESTERO

Si rammenta, altresì, che in occasione delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio 2013, ai sensi dell'art. 20, comma 2, della legge 27 dicembre 2001, n. 459 e dell'art. 22 del relativo regolamento di attuazione approvato con d.P.R. 2 aprile 2003, n.104, gli elettori residenti all'estero negli Stati in cui non vi sono rappresentanze diplomatiche italiane, negli Stati con i cui governi non sia stato possibile concludere intese in forma semplificata e negli Stati che si trovino in situazioni tali da non garantire, anche temporaneamente, l'esercizio per via postale del diritto di voto, avranno diritto - presentando apposita istanza all'ufficio consolare della circoscrizione di residenza o, in assenza di tale ufficio nello Stato di residenza, all'ufficio consolare di uno degli Stati limitrofi, corredata della tessera elettorale munita del timbro della sezione attestante l'avvenuta votazione nonché del biglietto di viaggio - ad ottenere il rimborso del 75% del costo del biglietto di viaggio stesso riferito alla seconda classe per il trasporto ferroviario (o marittimo) oppure riferito alla classe turistica per il trasporto aereo.

 

ELENCO LISTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI E DEL SENATO DELLA REPUBBLICA 

Camera dei Deputati - Liste ammesse: (formato PDF, 70 Kb); Manifesto (formato PDF, 705 Kb)Senato della Repubblica - Liste ammesse: (formato PDF, 70 Kb);Manifesto (formato PDF, 547 Kb)

ISTRUZIONI PER I PRESIDENTI DI SEGGIO

Si informa che la consueta riunione in merito alle comunicazioni di carattere generale si svolgerà il giorno mercoledì 20 febbraio - ore 15.30 presso la Sala Maggiore del Comune.

Si ricorda, a coloro che non avessero già provveduto in merito, di contattare l'Ufficio Elettorale per la nomina del Segretario di Seggio.

Il centro consegna e raccolta dei plichi elettorali sarà allestito presso la Palestra Masotti (Parcheggio Antonini - Giardino Monteoliveto). La consegna del materiale sarà effettuata sabato 23 febbraio secondo le modalità precisate nell'allegato: (formato PDF, 873 Kb

I seggi sono costituiti alle ore 16 di sabato 23 febbraio per le operazioni preliminari.    

Le istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione sono scaricabili qui.

Le istruzioni per l'invio telematico dei dati della votazione sono consultabili nell'allegato:  (formato PDF, 663 Kb).

Si ricorda che le due elezioni hanno corpi elettorali distinti, in quanto - come noto - per l'elezione del Senato il diritto di voto è subordinata al compimento di 25 anni d'età 
Si suggerisce quindi di porre una particolare attenzione,  alla verifica della posizione dell' elettore prima della consegna delle schede, ed inoltre che il Presidente istruisca adeguatamente su questo punto chi lo sostituirà durante le sue assenze dal seggio.

In merito alla possibile forma di astensione dal voto, in cui l'elettore si rifiuti di ritirare la scheda elettorale e richieda di verbalizzare la dichiarazione di astensione, si riporta un estratto della nota esplicativa della Prefettura di Pistoia.

In materia, si rappresenta che le norme vigenti si limitano a disciplinare la procedura di voto,  nonché i casi di nullità delle schede (articoli da 57 a 63 del D.P.R. n. 361/1957). L'art.62, infatti, prevede l'ipotesi in cui l'elettore non voti in cabina elettorale, facendone derivare la nullità della scheda. Ciò accade quando l'elettore registrato dal seggio elettorale, al quale ha consegnato la tessera elettorale e il documento d'identità, abbia ritirato la scheda e poi l'abbia riconsegnata senza entrare prima in cabina.

In tal caso, l'elettore dovrà essere conteggiato tra i votanti e la scheda dovrà essere dichiarata nulla e inserita nell'apposita busta secondo le istruzioni in dotazione ai seggi.

Invece, il rifiuto della scheda non trova una specifica disciplina normativa ma non può certamente ritenersi vietato; l'elettore, infatti, può richiedere specificamente al presidente del seggio elettorale di voler votare solo per alcune e non per tutte le consultazioni in corso (e di voler ricevere, quindi, solo alcune schede) oppure può dichiarare di voler rifiutare tutte le schede. L'ipotesi che si evince dai quesiti e dalle richieste di chiarimento pervenute a questo Ufficio sembra riguardare i casi in cui l'elettore voglia astenersi completamente dal voto, rifiutando tutte le schede e chiedendo la verbalizzazione della propria astensione dal voto stesso.

Al riguardo, si ritiene che, in tali evenienze, il presidente del seggio - al fine di non rallentare il regolare svolgimento delle operazioni - possa prendere a verbale la protesta dell'elettore e il suo rifiuto di ricevere la scheda, purchè la verbalizzazione sia fatta in maniera sintetica e veloce, con l'annotazione nel verbale stesso delle generalità dell'elettore, del motivo del reclamo o della protesta, allegando anche gli eventuali scritti che l'elettore medesimo ritenesse di voler consegnare al seggio.

Per quanto attiene la rilevazione del numero degli elettori, appare utile rammentare che coloro che rifiutano la scheda non dovranno essere conteggiati tra i votanti della sezione elettorale.


SCRUTATORI

Il 30 gennaio 2013 la Commissione elettorale comunale ha proceduto alla nomina degli scrutatori. Scarica l'elenco alfabetico degli scrutatori effettivi e supplenti: (formato PDF, 116 Kb)
Gli scrutatori che per grave impedimento rinunciano all'incarico devono, compilare e consegnare all'Ufficio Elettorale l'apposita dichiarazione  riportata sul retro dell'atto di nomina originale, in cui deve essere indicato il motivo della rinuncia. Quando non è possibile consegnare la rinuncia personalmente, ma viene incaricato un familiare o un amico è necessario allegare la fotocopia di un proprio documento di identità.

Gli iscritti (entro il 30 novembre 2012) all'albo degli scrutatori che non risultino nominati, a partire da giovedì 31 gennaio 2013 possono fare domanda per essere eventualmente nominati all'ultimo momento.

Scarica la domanda per essere nominati all'ultimo momento: (formato PDF, 21 Kb)

Ciò serve a rimpiazzare le defezioni che si potrebbero verificare a partire da venerdì 22 febbraio (la legge prevede infatti che fino al giovedì prima delle elezioni si attingano i nominativi dalle liste dei supplenti predisposte dalla commissione elettorale).
Ogni domanda verrà protocollata e per la nomina si seguirà l'ordine del protocollo.
Il nominato non potrà scegliere la sezione in quanto quella attribuita sarà esclusivamente quella che è rimasta scoperta.
Se la persona dovesse rifiutare la destinazione, la sua domanda non sarà più presa in considerazione ai fini dello svolgimento del servizio elettorale per il 24 e 25 febbraio, ma la persona stessa rimarrà iscritta nell'albo degli scrutatori per le prossime elezioni.
Ogni nominato deve essere consapevole che il presidente del seggio al quale verrà destinato deve dare il suo placet (e quindi potrebbe anche essere rifiutato).

NOTIZIE UTILI PER I COMPONENTI DEI SEGGI

Compensi: (formato PDF, 16 Kb)

Riposi compensativi: (formato PDF, 12 Kb)

Casi di esclusione: (formato PDF, 16 Kb)

Attestazione partecipazione alle operazioni di seggio: (formato PDF, 366 Kb)

DIVIETO DI INTRODURRE CELLULARI NELLE CABINE ELETTORALI

Per assicurare la segretezza dell'espressione del diritto di voto è vietato introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini. 
Il presidente dell'ufficio elettorale di sezione, all'atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell'elettore, inviterà l'elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate di cui è al momento in possesso.
Le apparecchiature depositate dall'elettore, prese in consegna dal presidente dell'ufficio elettorale di sezione unitamente al documento di identificazione e alla tessera elettorale, saranno restituite dopo l'espressione del voto.
Chiunque violi tale divieto è passibile di denuncia alla competente autorità giudiziaria con conseguenti sanzioni detentive e pecuniarie.

NOTIZIE UTILI PER I PARTITI

Designazione rappresentanti di lista

Entro le ore 14.00 di venerdì 22 febbraio 2013 i delegati di lista potranno presentare al Segretario Comunale l'atto di designazione dei rappresentanti presso gli uffici elettorali di sezione.

In alternativa, il suddetto atto potrà essere presentato direttamente ai singoli presidenti degli uffici elettorali di sezione il sabato pomeriggio, durante le operazioni di autenticazione delle schede di votazione, oppure la mattina della domenica purché prima dell'inizio della votazione.

Analogamente i delegati di lista possono designare i rappresentanti di lista presso l'ufficio centrale sino al momento dell'inizio delle operazioni di competenza di tale ufficio (art. 35, comma 2, D.P.R. n. 570/1960).

Scarica il modulo per la designazione dei rappresentanti di lista: (formato PDF, 18 Kb)

Postazioni di propaganda

Scarica la delibera: (formato PDF, 33 Kb)

Locali comunali utilizzabili per la campagna elettorale

Scarica la delibera: (formato PDF, 37 Kb)

Comizi

I palchi per l'effettuazione dei comizi saranno installati in Piazza Duomo e Piazza Giovanni XXIII. Per ogni comizio deve essere dato un formale preavviso alla Segreteria dell'U.O. Anagrafe, Stato Civile, leva ed elettorale, Via Santa 5, tel. 0573371891 - fax 0573371857 non prima di 7 giorni prima e non oltre 2 giorni prima del comizio. Il comizio deve essere limitato a 1 ora con intervallo di non meno di un quarto d'ora tra eventuali successivi comizi, nel corso della campagna elettorale ciascun partito può effettuare una sola volta un comizio della durata massima di due ore con esclusione degli ultimi tre giorni della campagna elettorale.

FAQ (LE DOMANDE PIU' FREQUENTI)

Qual è l'età ed i requisiti necessari per poter avere diritto al voto?

Per l'elezione della Camera dei Deputati possono votare tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia, che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età entro il 24 febbraio 2013.

Per l'elezione del Senato della Repubblica possono votare tutti i cittadini italiani, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Pistoia, che abbiano compiuto il venticinquesimo anno di età entro il 24 febbraio 2013.

Inoltre occorre non trovarsi in una delle condizioni che escludono il diritto di voto, l'art. 2 del DPR 223/67, disciplinando l'elettorato attivo (coloro che hanno il diritto di votare) esclude dal diritto di voto:
- i sottoposti a misure di prevenzione o sicurezza divenute definitive;
- i condannati a pene che comportano l'interdizione perpetua o temporanea dai pubblici uffici.

Compio 18 anni il giorno seguente alle votazioni, posso votare alla Camera dei Deputati?

No. Votano invece coloro che compiono i 18 anni il primo giorno delle votazioni (24 febbraio 2013).

Compio 25 anni il giorno seguente alle votazioni, posso votare al Senato della Repubblica?

No. Votano invece coloro che compiono i 25 anni il primo giorno delle votazioni (24 febbraio 2013).

Sono un elettore iscritto nelle liste elettorali del comune ma residente all'estero come posso fare per poter esercitare il diritto di voto per le elezioni politiche?

Gli iscritti all'A.I.R.E. (italiani residenti all'estero) possono esercitare il diritto di voto per corrispondenza. Possono altresì esercitare tale diritto in Italia a condizione che abbiano effettuato specifica domanda entro il 3 gennaio 2013 (termine scaduto).  I residenti nei Paesi non attrezzati per il voto per corrispondenza devono obbligatoriamente ritornare in Italia.

Sono un elettore iscritto nelle liste elettorali del comune ma temporaneamente all'estero per motivi di servizio, come posso fare per poter esercitare il diritto di voto per le elezioni politiche?

Ai sensi del Decreto-legge 18 dicembre 2012, n. 223, possono votare per corrispondenza, previa apposita dichiarazione, le seguenti tipologie di elettori temporaneamente all'estero per motivi di servizio o missioni internazionali: - appartenenti alle Forze armate e alle Forze di polizia temporaneamente all'estero in quanto impegnati nello svolgimento di missioni internazionali;

- dipendenti di amministrazioni dello Stato, di regioni o di province autonome, temporaneamente all'estero per motivi di servizio, qualora la durata prevista della loro permanenza all'estero, secondo quanto attestato  dall'Amministrazione di appartenenza, sia superiore a tre mesi e inferiore a dodici mesi, ovvero non siano comunque tenuti ad iscriversi all'AIRE ai sensi della legge 27  ottobre  1988, n. 470, nonché, qualora non iscritti alle  anagrafi dei cittadini italiani residenti all'estero, i loro familiari conviventi;

- professori e ricercatori universitari di cui al decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n.382, titolari di incarichi e contratti ai sensi dell'articolo 1, comma 12, della legge 4 novembre 2005, n. 230, e di cui alla legge 30  dicembre  2010,  n. 240, che si trovano in servizio presso





web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 14/01/2013 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!