Pistoia ha una nuova piazza
E' la Piazza telematica, un luogo dove incontrarsi virtualmente per discutere, fare proposte, esprimere le proprie opinioni su temi rilevanti per la qualità della vita in città. Un forum aperto a tutti che ha come interlocutori amministratori e tecnici comunali che aprono il dibattito e rispondono alle domande di chi scrive, in un'ottica di interattività.
Per leggere i messaggi già in rete e aggiungere il vostro, basta aprire la cartella corrispondente all'argomento prescelto.
Il forum è moderato; i messaggi anonimi, di contenuto osceno, offensivo o diffamatorio non verranno pubblicati.
Per ragioni di privacy sara' visibile solo il nome di chi partecipa al dibattito e non la sua mail.
Discussioni


Piano di recupero comparto San Bartolomeo

  Moderatore: Angelo Ferrario


Messaggi presenti n. 6
Pagina 1 di 1
Pag. 1
Inviato da: Alessandro Baccellini
data: 23/11/2013
Messaggio: A distanza di tempo tornò a scrivere per far notare che come sempre accade in questa Italia ai giorni nostri, niente si muove, niente cambia. Questo certamente mentre tutto intorno a noi si evolve, ma noi ancora una volta siamo fermi. Le pratiche attendiste appartengono ormai ad altra epoca, non alloggi. Qua non ci sono notizie e programmi sui nuovi parcheggi, sia di superficie che interrati. La mancanza di "soldi per fare", come piace dire alle amministrazioni pubbliche, soprattutto nasconde la mancanza di idee e di voglia di condividere veramente le scelte, la voglia di muoversi. Per poi arrivare ad imporre le soluzioni. Se di soluzioni si potrà parlare.


Inviato da: mario panelli
data: 22/01/2013
Messaggio: Da tante auto e poche persone in piazza san Bartolomeo, in questi giorni ho visto poche persone e della spazzatura ammonticchiata sulla destra, vicino ad un muro dopo la pasticceria bar. Che straniamento, le basole di pietra che disegnano un antico percorso, belle, ma che cosa avete pensato come pavimentazione per il futuro. Spero sia tutto provvisorio. MP


Inviato da: Alessandro Baccellini
data: 28/12/2012
Messaggio: Ad oggi con la pedonalizzazione di alcune piazze cittadine, e con le modifiche effettuate alle aree di sosta ed al traffico, oltre a quelle che a breve giungeranno, i fruitori residenti in queste zone non hanno ALTERNATIVE. Occorre trovare parcheggi, la superficie è pur sempre disponibile. Non è possibile dover aspettare mentre già le modifiche arrecano danni.


Inviato da: Arch. Eduardo Russo, Responsabile del Procedimento
data: 17/11/2011
Messaggio: Preso atto di quanto riportato nell’intervento sul forum telematico e nel recente comunicato stampa del Comitato "No Parcheggio Sotterraneo", per quanto di competenza del Responsabile del Procedimento, si precisa quanto segue:

1. La scelta del forum telematico, analogo a quello utilizzato dallo stesso Comitato, è solo uno dei canali di comunicazione scelti dall’Amministrazione, insieme ai comunicati stampa, alla messa in visione degli elaborati, agli incontri e alle assemblee che si andranno ad organizzare, per garantire a tutti il più agevole accesso alle informazioni e la possibilità di esprimere il proprio parere e le proprie opinioni;
2. Gli incontri previsti non sono organizzati dai realizzatori del parcheggio ma dall’Amministrazione comunale che da comunicazione ed invito alla partecipazione ai cittadini, alle categorie individuate ed ai proponenti con le stesse modalità;
3. I tecnici partecipanti alla Conferenza dei Servizi, in quanto rappresentanti delegati di più Enti o Amministrazioni non sono deputati a fornire risposte alle richieste che il Comitato ha formulato agli Amministratori e Dirigenti comunali.
4. Una delle sedi per ottenere dagli Amministratori presenti le risposte richieste è proprio individuata negli incontri previsti dal percorso informativo e partecipativo avviato cui il comitato ritiene di non voler partecipare.
5. Le firme raccolte e le richieste formulate dal Comitato sono state lette e valutate in sede di Conferenza dei Servizi e sono allegate al Verbale della stessa che è posto in pubblica visione; rappresentano quindi un documento non nascosto nel cassetto che, insieme agli altri elaborati, costituisce elemento di discussione e valutazione.
6. Come possono valutare tutti i cittadini che vogliano accedere ai documenti progettuali messi in visione, piuttosto che evocare immagini catastrofiche di dissesto idrogeologico o altro, la Conferenza dei Servizi nelle sue tre convocazioni di istruttoria tecnica, e successivamente la Giunta comunale con proprio atto, hanno ritenuto di richiedere numerosi approfondimenti e integrazioni ai progettisti al fine di acquisire gli elementi necessari ad un’attenta e corretta valutazione.
Tra questi particolare attenzione è posta agli aspetti idrogeologici per la verifica dei quali, gli stessi proponenti, hanno fatto eseguire una serie di indagini propedeutiche che comprendono il monitoraggio della falda che è tuttora in corso e continuerà nel tempo (almeno per un anno) per consentire ai progettisti di valutare, sulla base dei dati certi ricavati, la tipologia delle scelte tecniche definitive necessarie all’esecuzione dell’opera.
I tecnici pubblici, da parte loro, hanno inoltre chiesto, a maggior garanzia del risultato, la redazione di specifici progetti di monitoraggio sia della falda che della staticità degli edifici e dei terreni circostanti da validare e verificare sia in corso d’opera che nelle successive fasi d’esercizio.








Inviato da: Antonio Ginetti per il Comitato no al parcheggio in San Bartolomeo
data: 09/11/2011
Messaggio: Strana la vostra democrazia.
Prima avete portato i cittadini a non pensare, a delegare tutto e qualcosa anche di più. Se qualcuno osa fare gli mandate polizia e carabinieri (senza l esclusione della G.d.F Adesso aprite FORUM di cui nessuno ne sa niente. Aprite FORUM su questo mezzo che pochi(che lo si voglia o no) usano.
Poi prenderete i 5 o 6 interventi "organizzati" dai realizzatori del parcheggio e dite che i cittadini sono per il parchegggio.
Abbiamo inviato diverse lettere con domande ai tecnici che erano impegnati nella Conferenza dei Servizi e non ci hanno nemmeno preso in considerazione. Democrazia. Risponderer oltretutto sarebbe anche cortesia! Lo stesso vale anche per i politici. Abbiamo raccolto + di 1.000 firme le abbiamo consegnate agli assessori: cosa ne hanno fatto? buttate in un cassetto? Democrazia.
Perchè adesso dovremmo metterci a scrivere sapendo che a niente serve?
Se questa è la vostra democrazia, andate pure avanti! Tanto, se poi i cittadini si oppongono con i loro corpi, con la loro immaginazione, con la lotta, trasformate il tutto in ordine pubblico e usate i mussoliniani manganelli. Democrazia. Gli ultimi eventi catastrofici a voi non insegnano un bel niente. DISSESTO IDROGEOLOGICO!!!
Perchè non rispondete alla semplicissima domanda: COSA PUò COMPORTARE L INTERCETTAMENTO DELLA FALDA ACQUIFERA?
Di quello che potrebbe accadere tra alcune decine di anni non ve ne frega un bel niente. NOi abbiamo figli e nipoti: e ci pensiamo. La speculazione e il profitto non ha figli e nipoti e non guarda oltre il nasino (in questo caso) del vescovo.
Noi continueremo a spiegare alla gente la nefandezza, i pericoli di questa opera. Voi andate pure avanti. Cosa vi interessa dei cittadini!


Inviato da: Il Garante della comunicazione Angelo Ferrario
data: 28/10/2011
Messaggio: A conclusione della fase istruttoria e nel rispetto delle previsioni dei Piani comunali della Città Storica e della Mobilità, è stata definita nelle sue linee generali la proposta di Piano di Recupero per la pedonalizzazione ed il restauro di Piazza San Bartolomeo e la realizzazione di un parcheggio sotterraneo, con soprastante parco attrezzato ad uso pubblico, nell’area alle spalle della chiesa e dell’ex convento.
Il parcheggio progettato incrementerà di circa 200 posti auto la dotazione di spazi di sosta a servizio di quest’area della città storica agevolando, in un prossimo futuro, il completamento della ZTL anche sul lato est delle mura urbane e fino alla loro seconda cerchia.
Saranno realizzati circa 100 box auto che potranno sopperire alle ovvie carenze degli edifici storici.
Il giardino di uso pubblico alle spalle della chiesa offrirà un’area a verde attrezzato (con giochi per bambini e campi da calcetto, recintata e sorvegliata con orari di apertura e chiusura) a poche centinaia di metri dalla piazza del Duomo, il tutto senza oneri manutentivi a carico del Comune.
In virtù della nuova offerta di posti auto a rotazione, sarà inoltre possibile liberare la piazza dalle auto in sosta, ripavimentarla, arredarla, pedonalizzarla e recuperare alla sosta dei residenti gli spazi di superficie lungo la via di San Marco e le strade limitrofe.
La proposta di Piano Attuativo presentata, come modificata dopo la fase di istruttoria tecnica, dovrà seguire il suo iter normativo e sarà quindi vagliata dalla Giunta Comunale, per poi passare all’esame della Commissione Consiliare competente e approdare infine al voto del Consiglio Comunale per l’adozione; la versione finale del Piano adottato sarà successivamente soggetta alla fase della pubblicazione e delle osservazioni, prima dell approvazione definitiva.
La realizzazione delle opere, da ultimo, sarà soggetta alla presentazione (e quindi alla valutazione e approvazione) delle successive pratiche edilizie da parte dei competenti uffici comunali.

Prima della valutazione della proposta da parte del Consiglio Comunale, l’Amministrazione intende aprire con la cittadinanza un percorso informativo e partecipativo.
Per questo pubblichiamo sul sito, nella sezione "in primo piano", i documenti più rilevanti della proposta di Piano Attuativo, specificando che è comunque possibile consultare una documentazione cartacea più ampia, depositata presso PistoiaInforma, in piazza del Duomo 13 dal luned al venerd dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18; il sabato dalle 9 alle 13.
Per chiarimenti ci si può rivolgere al Responsabile del Procedimento, Arch. Eduardo Russo, tel. 0573 371500, e mail: e.russo@comune.pistoia.it.
Questo forum telematico di discussione con i cittadini sarà presto affiancato da un percorso d’informazione e partecipazione con residenti, categorie economiche e produttive, associazioni e ordini professionali, caratterizzato da incontri informativi e gruppi di discussione (focus group), il cui programma è in corso di definizione.
I risultati di tale percorso saranno oggetto di una relazione del Garante della comunicazione sul piano (Dr. Angelo Ferrario, tel. 0573 371683, e mail: a.ferrario@comune.pistoia.it) che verrà presentata agli organi competenti all’adozione.



Messaggi presenti n. 6
Pagina 1 di 1
Pag. 1

Software by C&G servizi WEB s.r.l. © 2003-2012 InRete.com. All Rights Reserved.




web design - hosting - software
© Copyright 2013 Comune di Pistoia
redazione web - note legali - privacy
- Ultimo aggiornamento 19/02/2013 -Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!