Regione Toscana

Numero verde 800-012146 

seguici su:

Mensa scolastica - Ricarica tessera

 

Accesso ai servizi digitali

Come indicato nella nota del Prefetto del 10.02.2021 prot. n. 556, dal giorno 1 marzo 2021 la normativa vigente obbliga ad accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione esclusivamente tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), Carta Nazionale Servizi (CNS) o Carta d'Identità Elettronica (CIE).

Pertanto, a partire da tale data, non sarà più possibile rilasciare nuove credenziali. Rimane comunque ferma la possibilità di utilizzare, fino al 30.09.2021, quelle già rilasciate.

Si invita tutti gli utenti a dotarsi di tali sistemi digitali.

 

Prorogata ulteriormente la scadenza dei bollettini per la mensa scolastica

 Quelli relativi a settembre 2020 dovranno essere pagati entro giungo 2021, quelli di ottobre 2020 entro luglio 2021, quelli di novembre 2020 entro agosto 2021 e quelli di dicembre 2020 entro settembre 2021. Già attivo il nuovo sistema di pagamento online.

 

Visto il protrarsi della emergenza sanitaria da Covid 19, che ha creato difficoltà a tante famiglie anche dal punto di vista economico, la Giunta Comunale ha deciso di prorogare ulteriormente i termini di pagamento della mensa scolastica dei mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre 2020 a giugno, luglio, agosto e settembre 2021.

Dal primo gennaio 2021 entra in vigore la nuova modalità di pagamento della refezione scolastica. Già adesso è possibile effettuare il pagamento online, utilizzando la piattaforma PagoPA. La novità è stata introdotta già dai primi mesi del 2020 da una legge nazionale che ha stabilito l’obbligo per le pubbliche amministrazioni di adeguarsi al nuovo sistema. Come in ogni fase di cambiamento ci sarà un periodo di transizione per passare dalla “vecchia” modalità a quella “nuova”, proprio perché le caratteristiche dei due sistemi (tempi e modalità di pagamento) sono diverse. Il nuovo sistema introduce alcuni vantaggi per le famiglie, tra i quali decidere l'importo da pagare e quando pagarlo, evitando una spesa mensile in un'unica soluzione.

Dunque, per andare incontro alle famiglie e agevolare il passaggio tra il metodo di pagamento cartaceo a quello online, la giunta di Pistoia ha deciso quindi di differire il termine di scadenza del pagamento dei bollettini per i servizi a domanda individuale, così da evitare sovrapposizioni: quelli relativi a settembre 2020 dovranno essere pagati entro giungo 2021, quelli di ottobre 2020 entro luglio 2021, quelli di novembre 2020 entro agosto 2021, quelli di dicembre 2020 entro settembre 2021. Sarà comunque possibile effettuare il pagamento dei bollettini anche prima delle scadenze previste.

 

Gentile utente

già negli anni passati il Comune di Pistoia faceva pagare il servizio mensa con i buoni pasto acquistati prima di usufruire del servizio mensa e da consegnare a scuola il giorno della consumazione.

I tempi si sono evoluti e dal 1.7.2020 è obbligatorio per legge effettuare i pagamenti on line della Pubblica Amministrazione tramite il canale nazionale di PagoPA.

Per questo motivo, non potendo più inviare i bollettini postali agli utenti, il Comune con la delibera di Giunta Comunale n. 210 del 7 ottobre 2020 ha dovuto introdurre una disciplina on line di pagamento del servizio mensa.

La modalità di pagamento on line per la mensa funziona esattamente come una ricarica tessera telefonica virtuale con un pagamento a scalare in base alla consumazione dei pasti.

Le modalità sono descritte di seguito nonché visivamente illustrate nelle note operative e nella descrizione dei flussi informatici allegati sulla presente pagina web.

Sono molti i vantaggi.

Oltre ad un considerevole risparmio di spesa di funzionamento della Pubblica Amministrazione, che ricade sulla collettività, l’utente può visualizzare sempre la situazione della assenza/presenza a mensa e contestualmente dei pagamenti, ovvero il suo credito/debito.

Decidere autonomamente quanto pagare (non esiste più la retta mensile); in teoria può pagare e ricaricare anche settimanalmente, e senza commissioni.

L’utente risparmia il costo del bollettino e gestisce quindi in autonomia i pagamenti.

Ai fini della dichiarazione dei redditi, può stampare dal portale il file pdf per le detrazioni Irpef.

Modalità di funzionamento:

Il portale prevede, per coloro che sullo stesso portale sono iscritti al servizio refezione scolastica, di pagare on line per il godimento del servizio l’importo dovuto stabilito dal Comune con relative agevolazioni fiscali per le fasce Isee applicate (Vedi la DGC 210 de 7,10,2020 per le fasce Isee).

L'utente, utilizzando il proprio codice utente (quello valido per le iscrizioni on line), entra sul portale Urbi e seleziona “pagamento on line”.

Il portale rimanda alla piattaforma IRIS della Regione Toscana (intermediario del Comune già attivo), nella quale il versamento viene considerato come “pagamento spontaneo”.

Dal portale sarà possibile estrarre quindi il dato dei versamenti complessivamente effettuati e la quota complessiva di agevolazione tariffaria applicata che rimane a carico del Comune.

Le modalità di pagamento on line previste sono: carta di credito (home banking) o, in alternativa,versamento presso i tabaccai, poste o banca del file pdf generato dalla piattaforma IRIS di Regione Toscana.

Il conto tessera risulterà ricaricato solo per effetto e al momento dell’effettivo versamento sul conto corrente del Comune, non al momento della generazione del file pdf o della disposizione bancaria.

Il versamento dell'importo costituisce un credito per il genitore e da tale somma sarà scalato automaticamente il costo dei pasti via via consumati, come risultanti dal portale nel quale sono registrati i pasti consumati e i pasti disdetti dal genitore tramite sms o tramite portale, nonchè lerelative agevolazioni fiscali (Isee) fissate dal Comune.

LA DISDETTA MENSA, TRAMITE SMS O PORTALE, DEVE ESSERE EFFETTUATA ENTRO LE ORE 9,15

Il genitore, in tal modo, accedendo al portale, vede non solo i pasti consumati/disdetti, ma anche i versamenti effettuati e i pasti corrispondentemente pagati con i versamenti effettuati.

Conseguentemente il genitore può stampare il report dei versamenti effettuati in formato pdf ai fini della dichiarazione dei redditi, senza doverla richiedere al Comune.

Il portale segnala i pasti giornalieri già pagati, potendo capire capire quindi fino a quando il pasto risulta pagato.

L'utente deve versare un importo tendenzialmente corrispondente al numero dei pasti da consumare mensilmente.

Il pagamento dell’importo dovuto costituisce un corrispettivo del servizio refezione.

Il versamento del corrispettivo costituisce un obbligo solidale di entrambi i genitori verso il Comune in relazione al minore.

Il versamento, essendo un credito dal quale vengono scalati automaticamente i pasti consumati ovvero non disdetti, deve essere effettuato preventivamente alla consumazione dei pasti.

Ciò significa anche il giorno prima.

Per gli utenti non è una novità considerato che già alcuni anni fa erano stati introdotti i buoni pasto da acquistare preventivamente rispetto alla consumazione.

Prima dell'esaurimento del credito, dovrà essere effettuato un nuovo versamento da parte dell’utente.

Quando il credito residuo raggiunge la quota di 10 pasti, ai fini della ricarica tempestiva, il portale ad intervalli di 3 giorni invia automaticamente sul numero di cellulare un messaggio di alert per comunicare l'avvicinarsi dell'esaurimento del credito sul conto tessera, esattamente come le ricariche telefoniche.

Nel messaggio verrà indicato anche il credito residuo o l'ammontare del debito.

Al raggiungimento del credito pari a 0, l’ufficio del Servizio Educazione invia per mail all’indirizzo rilasciato in sede di iscrizioni on line una lettera di invito a presentarsi presso gli uffici comunali entro 5 giorni continuativi dal ricevimento della stessa mail al fine di valutare congiuntamente la segnalazione ai Servizi Sociali, il pagamento o la rinuncia al servizio.

Dal momento del raggiungimento del credito 0 fino al raggiungimento della soglia di 10 pasti a debito il portale continua ad inviare il messaggio di alert ad intervalli di 3 gg.

Al superamento della soglia di debito di 10 pasti, senza che sia effettuato il pagamento dei 10 pasti a debito, si applica il meccanismo sanzionatorio previsto dalla DGC n. 210/2020.

Qualora all'utente residui un credito all'esito di una rinuncia al servizio o trasferimento o altro motivo per cui interrompa il servizio, ha diritto al rimborso, da richiedere con apposita istanza al Dirigente del Servizio Educazione.

Si consiglia di visualizzare anche le Note Operative e la Visualizzazione dei Flussi su questa pagina web per una migliore comprensione.

PDF iconNOTE OPERATIVE PAGAMENTO ON LINE MENSA.pdf

PDF iconDelibera G.C. 210 -2020 PDF.pdf

PDF iconAll. a DGC 210PDF.pdf

Vota la
Completezza:
Vota la
Comprensibilità:
Vota la
Utilità: